QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Val di Fiemme: la trentina Giulia Stuerz terza nella gara di sci nordico sprint Under 23

mercoledì, 29 gennaio 2014

Val di Fiemme –  Nell’affascinante cornice di una Val di Fiemme in perfetta veste nordica sono andate in scena le prime gare del fondo ai Campionati del Mondo di Sci Nordico Junior e Under 23. Nella Sprint U23 il russo Sergei Ustiugov ha fatto le prove generali in vista dei Giochi Olimpici di Sochi diplomandosi nuovamente campione del mondo, davanti al francese Paul Goalabre ed allo svizzero Roman Schaad. Nella gara femminile grande prestazione della tedesca Elisabeth Schicho che ha saputo tenere testa alle numerose competitors di giornata ed è balzata sul primo gradino del podio, lasciando i titoli di coda alla favorita americana Jessica Diggins e ad una splendida Giulia Stürz (nella foto sotto), che correva in casa.

La mattinata si è aperta sotto il migliore degli auspici, primo atto le qualifiche con 120 atleti impegnati sulla pista sprint di 1.500 metri per gli uomini e accorciata a 1.200 metri per la prova femminile. Le qualifiche hanno visto la Russia gettarsi subito in avanti, tenuta sotto stVal di Fiemme Stuerz 1retta sorveglianza dai vari norvegesi, svedesi e francesi. Avvicinandosi alla finale il gruppo è andato via via assottigliandosi fino al sestetto di sprinter candidati alla medaglia d’oro che si è composto con Ustiugov, Goalabre, Schaad, Retivykh, Fossli ed il nostro Maicol Rastelli. Allo sparo l’adrenalina saliva a mille ed il russo che già vanta un lungo elenco di primi posti nelle sprint, dalla Coppa del Mondo ai mondiali U23 di Liberec, non tardava a spiccare il volo, lasciando la lotta per i posti rimanenti agli inseguitori e la volata consegnava l’argento al francese Paul Goalabre ed il bronzo allo svizzero Roman Schaad.

“Speravo di finire sul podio finale, lo ammetto – è il commento di Ustiugov -  nella batteria finale ho voluto studiare gli avversari, poi a metà giro ho deciso che era il momento per attaccare e l’ho fatto.”

Nella gara rosa le italiane hanno tirato fuori le unghie e round dopo round sono arrivate con l’accoppiata Stürz -  Baudin fino alla finale, in compagnia delle colleghe Diggins, Schicho, Sundin e Razinger.

Dopo le prime spinte, al comando si portava la Diggins seguita da Schicho e poi Stürz e Baudin, che hanno sgomitato da vere campionesse. Il testa a testa si è mantenuto sul filo del rasoio mano a mano che il traguardo si avvicinava e a quel punto la Schicho si è messa alla guida tallonata dalla Diggins e dalla Stürz, atleta fiemmese che ha portato così la prima medaglia iridata in oltre 60 anni di storia tra le pareti dell’U.S. Cornacci, suo team. Brava anche Francesca Baudin che ha chiuso quarta. Peccato invece per Gaia Vuerich, data tra le super favorite alla vigilia, ma fermata in semi-finale da un quarto posto.

“Sono più che felice oggi per questa giornata davvero dorata – ha commentato brindando la tedesca Schicho – sono molto soddisfatta e orgogliosa della gara e della vittoria. Le condizioni oggi erano buone, la pista tuttavia è stata dura e ho dovuto sfruttare la mia ottima forma fino in fondo.”

 

LE CLASSIFICHE  

MASCHILE U23 Sprint Free 1,5 km

1 USTIUGOV Sergei RUS; 2 GOALABRE Paul FRA; 3 SCHAAD Roman SUI; 4 RASTELLI Maicol ITA; 5 RETIVYKH Gleb RUS; 6 FOSSLI Sondre Turvoll NOR

24 URBANI Simone ITA; 27 BERTOLINA Mirco ITA; 41 MULLER Claudio ITA

DONNE U23 Sprint Free 1,2 km

1 SCHICHO Elisabeth GER; 2 DIGGINS Jessica USA; 3 STUERZ Giulia ITA; 4 BAUDIN Francesca ITA; 5 SUNDIN Marika SWE, 6 RAZINGER Nika SLO

8 VUERICH Gaia ITA; 13 LAURENT Greta ITA

 

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136