QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Universiade, risultati e medaglie di giornata. Hockey, Italia ko con la Svezia

venerdì, 13 dicembre 2013

Trento – La Svezia sconfigge l’Italia nel secondo incontro del Girone A valido per il torneo di hockey maschile della Winter Universiade Trentino 2013. Dopo essere passati in vantaggio con Simon Kostner nel primo periodo, gli azzurri sono stati raggiunti e superati dalla Svezia nel secondo periodo grazie ai gol di Ljunggren, Thomson e Aronsson. Nel terzo periodo, un gol per parte ha fissato il punteggio sul 4-2 finale.biathlon teyssot

NATALIA PREKOPOVA ORO NEL BIATHLON
La 24enne slovacca Natalia Prekopova ha vinto la 15km individuale di biathlon a Lago di Tesero con il tempo di 47:38.9. Per la Slovacchia è il primo oro nella XXVI Winter Universiade Trentino 2013. Al secondo posto si è classificata la 27enne polacca Weronika Nowakowska-Ziemniak (+14.6), mentre in terza posizione si è inserita la 23enne ceca Jitka Landova (+21.3). Veronica Bessone, unica italiana al via, si è classificata in 30ima posizione.

LA COREANA KIM BO REUM VINCE I 1500 FEMMINILI DI PATTINAGGIO DI VELOCITA’
Kim Bo Reum ha regalato la prima medaglia d’oro alla Corea alla Winter Universiade Torino 2013, trionfando nei 1500 metri femminili del pattinaggio di velocità disputati sull’anello dell’Ice Rink di Baselga di Piné.
La coreana ha fermato il cronometro sul tempo di 2’02″19, precedendo di soli 14 centesimi di secondo la polacca Natalia Czerwonka. Medaglia di bronzo per la russa Evgeniya Dmitrieva, staccata di 1″62.
Per l’Italia, buon settimo posto per la ventiduenne Francesca Lollobrigida, che ha pagato 4″06 di distacco dalla vincitrice. Diciottesima l’altra azzurra in gara Francesca Bettrone, a 8″83.
Alle 14.30 tocca ai maschi, impegnati sulla distanza dei 5000 metri.

RUSSIA E SLOVACCHIA A SEGNO NEL BIATHLON: ORO PER SERGEJ KLIACHIN E LA SLOVACCA PREKOPOVA
La XXVI Winter Universiade Trentino 2013 ha assegnato oggi le prime medaglie di biathlon in Val di Fiemme. Protagonisti di giornata sono stati il russo Sergej Kliachin e la slovacca Natalia Prekopova, bravi sia nel tiro dal poligono – solamente un errore a testa – sia nella parte sciata (20 km per i maschi e 15 km per le donne).

Kliachin ha sempre tenuto il comando della gara ed ha chiuso la propria prova in 51’56″, precedendo di 1’31″ il connazionale Aleksandr Mingalev, mentre il bronzo è andato al serbo Milanko Petrovic, velocissimo sugli sci e penalizzato da ben quattro errori al tiro. “Ero concentrato al massimo oggi – ha dichiarato Kliachin al termine della gara – volevo l’oro a tutti i costi anche se sapevo che non sarebbe stato per nulla facile. Domenica proverò a salire sul podio anche nella gara sprint”.

In campo femminile, Natalia Prekopova è partita con il freno a mano tirato, commettendo un errore nella prima sessione di tiro. Poi, però, la forte atleta slovacca non ha avuto altre esitazioni ed ha completato la propria prova con un percorso netto, costringendo la polacca Nowakowska-Ziemniak e la portacolori della Repubblica Ceca Landova ad accontentarsi dei due gradini più bassi del podio, con distacchi comunque contenuti. La Prekopova ha coperto i 15 km di gara in 47’38″, precedendo di 14″ la polacca Nowakowska-Ziemniak e di 21″ la ceca Landova.

“Nonostante l’errore iniziale – ha commentato la vincitrice – non ho mai perso la concentrazione, cosa che su questo tracciato non era facile. Sono felicissima e sarebbe fantastico riuscire a guadagnare un posto alle Olimpiadi di Sochi”.
I migliori italiani sono stati Alberto Tagliati (55°) e Veronica Bessone (30°), lontani dalle posizioni che contano.

 

CURLING, I RISULTATI DELLE PRIME DUE SESSIONI
A Baselga di Pinè si sono concluse le prime due sessioni giornaliere del torneo di curling della XXVI Winter Universiade Trentino 2013. La squadra italiana maschile ha perso questa mattina contro la Repubblica di Korea per 8 a 4, mentre nel pomeriggio la squadra femminile è stata sconfitta 10 a 3 dalla Svezia.

Questi tutti i risultati delle gare sin qui disputate oggi:
Torneo Maschile
NOR – GBR 1:6
CHN – CAN 2:10
KOR – ITA 8:4
SUI – SWE 3:9
USA – CZE 10:4
Torneo Femminile
RUS – CHN 8:2
USA – KOR 2:6
SUI – CAN 10:2
GBR – JPN 10:3
SWE – ITA 10:3
La sessione serale scatterà alle 19; l’Italia maschile sarà ancora in pista contro la Svizzera.

IL POLACCO SZYMANSKI VINCE I 5000 METRI DI PATTINAGGIO DI VELOCITA’
Jan Marek Szymanski si aggiudica i 5000 metri maschili di pattinaggio di velocità alla XXVI Winter Universiade Trentino 2013. Il ventiquattrenne polacco ha conquistato l’oro col tempo di 6:32.47. Argento per il russo Evgeny Seryaev (+1.63), che ha compiuto venticinque anni l’11 dicembre, e bronzo per il ventenne coreano Lee Jin Yeong (+4.79). Il ventenne trentino Andrea Giovannini, originario proprio di Baselga di Pinè, ha terminato al settimo posto (+9.74). Soltanto ventiduesimo l’altro azzurro Andrea Stefani (+33.33).

IL POLACCO CIESLAR ORO IN RIMONTA NELLA COMBINATA NORDICA
Adam Cieslar (Pol) è il vincitore della prima medaglia d’oro della combinata nordica alla XXVI Winter Universiade Trentino 2013. Il 20enne polacco ha vinto a Lago di Tesero la prova HS106 / 10km Gundersen con il tempo finale di 26:48.0 rimontando e battendo il tedesco Johannes Raphael Wasel (+10.1); terzo posto per il giapponese Aguri Shimizu (+19.2). La prova di salto di questa mattina vedeva Wasel in testa con Cieslar terzo. Nessun italiano al via della gara.

COREA E POLONIA D’ORO NEL PATTINAGGIO DI VELOCITA’
Si sono aperte nel segno di Corea e Polonia le gare del pattinaggio di velocità della Winter Universiade Trentino 2013, in programma sull’anello dell’Ice Rink di Baselga di Piné. Pronostici rispettati nei 5.000 metri maschili, dominati dal polacco Jan Marek Szymanski con il tempo di 6.32.47, che ha vinto così la medaglia d’oro, la seconda per la Polonia alle Universiadi trentine. Szymanski, quarto una settimana fa in Coppa del Mondo a Berlino Gruppo B (è 23° nella classifica generale), ha vinto la sua batteria precedendo di 1”63 il russo Evgeny Seryaev (6.34.10), quest’ultimo costretto ad accontentarsi della medaglia d’argento (anche a Berlino nella Isu Wrold Cup era stato preceduto dal polacco di pochissimo).

Terzo posto e medaglia di bronzo per il Coreano Lee Jin Yeong (6.37.26) al quale non è bastato vincere la sua batteria con ampio margine sull’altro polacco Sebastian Marek Druszkiewicz, alla fine ottavo. “Voglio dedicare questa medaglia al mio primo allenatore Widsinski che attualmente si trova in ospedale, sono davvero vicino a lui in una battaglia difficile – spiega Szymanski, 24enne studente dell’University School of Physical Education a Poznan – Le Universiadi Invernali sono una grande occasione di sviluppo e crescita sia per il mio futuro sportivo che per la mia carriera professionale ed umana”.

Nell’ultima batteria è sceso sul ghiaccio anche l’azzurro Andrea Giovannini, nato proprio sull’Altopiano di Pinè: nonostante una prova generosa, l’atleta di casa si è dovuto accontentare del settimo posto (6.42.21) a meno di 5 secondi dal podio. Ventiduesimo Andrea Stefani, l’altro azzurro in gara.

Vittoria coreana, invece, nei 1500 metri femminili. Con il tempo di 2.02.19, Kim Bo Reum ha conquistato la medaglia d’oro, battendo di soli 14 centesimi di secondo la forte polacca Natalia Czerwonka, protagonista in Coppa del Mondo. La ventenne coreana iscritta alla Korea Sport University, inserita nell’ultima batteria, ha condotto una gara sempre al comando, incrementando giro dopo giro il proprio vantaggio e facendo registrare il miglior tempo (2.02.19).

Medaglia d’argento a Natalia Czerwonka (Polonia), che ha chiuso con il tempo 2.02.33 ed è stata brava a superare nella propria batteria la russa Evgeniya Dmitrieva, una delle favorite della vigilia, che ha dovuto accontentarsi del terzo posto e della medaglia di bronzo con il tempo di 2.03.81.

Buon settimo posto in 2.06.25 per l’azzurra Francesca Lollobrigida, lontana parente della celebre attrice Gina Lollobrigida. Diciottesima l’altra azzurra in gara Francesca Bettrone. Domani nuovo appuntamento all’Ice Rink di Baselga di Piné con i 3000 metri femminili e i 500 metri maschili.

POLACCO ADAM CIESLAR VINCE IN RIMONTA LA PRIMA GARA DI COMBINATA NORDICA

Vittoria in rimonta per il polacco Adam Cieslar nella prima prova della Combinata Nordica del programma della XXVI Winter Universiade Trentino 2013. Il 21enne polacco di Isebna, cittadina nel sud della Polonia, ha raccolto l’oro grazie ad una vincente rimonta nella frazione di 10km a tecnica libera di fondo dopo aver chiuso al terzo posto il turno di salti di questa mattina sul trampolino HS106 di Predazzo.

Cieslar ha impiegato 6,6 chilometri per annullare il distacco di 25 secondi che aveva nei confronti del tedesco Johannes Raphael Wasel, al comando dopo la prova di salto. Negli ultimi due chilometri della gara, Cieslar ha imposto l’accelerazione definiva, arrivando da solo al traguardo con il tempo di 26:48.0. Alle sue spalle, staccato di 10,1 secondi, è arrivato lo stesso Wasel, mentre in terza posizione si è piazzato il giapponese Aguri Shimizu (+19.2), vincitore ad Erzurum della Mass Start e ieri solo settimo dopo il salto. Percorso inverso invece per il tedesco Tobias Daniel Simon, secondo dopo il salto e 19imo nella classifica finale. Adam Cieslar: “È stata una grande giornata per me volevo vincere e per questo ho dato tutto all’ultimo chilometro”. La prossima prova di Combinata Nordica alla XXVI Winter Universiade Trentino 2013 sarà la Mass Start 10Km / HS106 in programma lunedì 16 dicembre.

DANZA: I FRANCESI CARRON – JONES GUIDANO DOPO LO SHORT PROGRAM

Dopo lo short program della danza su ghiaccio della XXVI Winter Universiade Trentino 2013, in vetta alla classifica ci sono i francesi Pernelle Carron e Lloyd James che con 60.35 punti precedono i russi Victoria Sinitisina e Ruslan Zhiganshin (57.05) e la coppia dell’Azerbaijan formata da Julia Zlobina e Alexei Sitnikov (56.80). Ottavo e nono posto per le due coppie italiane, con Federica Bernardi e Christopher Mior (46.92) che precedono Lorenza Alessandrini e Simone Vaturi (45.99). Il Free Program che assegnerà le medaglie è in programma a Trento a partire dalle 19:15 di domani, sabato 14 dicembre.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136