QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Universiade, pattinaggio di figura: Valentina Marchei conquista l’argento

domenica, 15 dicembre 2013

Trento – Un finale serratissimo: tutto si è consumato negli ultimi secondi. Valentina Marchei stava eseguendo un programma rasente la perfezione, ma l’errore all’ultimo triplo Salchow – forse il salto meno difficile del suo esercizio – ha reso vano il suo inseguimento alla medaglia d’oro. Non è così bastato alla 28enne milanese il miglior punteggio assoluto nel programma libero: in testa alla classifica è rimasta la russa Sofia Biryukova, già al comando dopo lo short program di sabato. A dividerle solo 1.73 punti. (Giacomello Foto)giacomello foto universiade

Si sono dunque chiuse nel segno della Russia le gare di pattinaggio artistico della XXVI Winter Universiade Trentino 2013. La diciannovenne moscovita ha mantenuto il primo posto della classifica, nonostante una caduta nella sequenza di passi inserita verso la fine del programma. Un errore che poteva costarle cara, ma per sua fortuna la perfetta esecuzione di cinque tripli salti le ha garantito un punteggio sufficiente per l’oro.

Come sette anni fa nell’edizione delle Universiadi di Torino, Valentina Marchei si è dovuta accontentare della medaglia d’argento, chiudendo positivamente (per raggiunti limiti di età), ma comunque con qualche rimpianto la propria carriera di atleta-studentessa. La medaglia di bronzo è invece andata alla vera grande sorpresa della competizione, la russa Sofia Mishina, praticamente all’esordio internazionale. Sofia, diciotto anni, ha eseguito sì salti meno difficili della Biryukova e della Marchei, ma gli stessi sono risultati perfetti per elevazione e scivolamento in uscita. La Mishina ha ampiamente migliorato il proprio personale con i suoi 154.89 punti, lasciandosi alle spalle l’estone Yelena Glebova, quarta, e la giapponese Saya Ueno, autentica delusione di giornata, precipitata dal secondo posto nello short al quinto finale. Positive anche le prove delle altre due azzurre in gara: Roberta Rodeghiero è risalita sino all’ottavo posto finale, mentre Francesca Rio ha concluso decima.

Sofia Biryuokova (RUS): “Sono davvero orgogliosa di questa vittoria. Ero piuttosto fiduciosa e mi sentivo in forma. I prossimi campionati nazionali russi potrebbero essere un ulteriore test per valutare la mia condizione. Il mio auspicio è quello di mantenere questo livello.”

Valentina Marchei (ITA): “In fondo sono contenta. Tra quattro giorni sarò impegnata nei campionati italiani assoluti, sarà una settimana davvero impegnativa. Credo che questo sia un importante passo verso i Campionati Europei e soprattutto verso le successive Olimpiadi di Sochi. Da lunedì sono stata arruolata nell’Aeronautica Militare a Roma e per questo negli ultimi giorni non sono riuscita ad allenarmi al meglio, ma il lavoro dei mesi precedenti mi consente di esprimermi su un buon livello. Confesso di essere stata piuttosto nervosa prima del programma libero e per questo posso dirmi davvero contenta per aver realizzato il miglior punteggio del libero. Devo però ammettere che l’errore nell’ultimo Salchow e altre piccole imperfezioni mi hanno probabilmente impedito di conquistare la medaglia d’oro”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136