QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Universiade, i risultati delle prima gare odierne: la Russia domina nel biathlon

mercoledì, 18 dicembre 2013

Lago di Tesero – Stati Uniti e Finlandia salgono sul gradino più alto del podio nello Freestyle Ski Slopestyle alla Winter Universiade Trentino 2013. La gara femminile è stata vinta dall’americana Alexis Kenney, che con 82,60 punti ha preceduto la svizzera Fabienne Werder (65,20) e la compagna di squadra Katie Souza (62,60). Al maschile, invece, titolo e medaglia d’oro per il finlandese Kalle Leinonen con 87,60 punti. Argento alla Polonia con Szczepan Karpiel (87,00) e bronzo all’Olanda con Janne Van Enckevort (84,20).

biathlon teyssot

RUSSIA DOMINA NEL BIATHLON: ARGENTO PER UCRAINA E BRONZO PER LA REPUBBLICA CECA
Russia imprendibile oggi nella staffetta mista di biathlon durante la XXVI Universiade Invernale Trentino 2013, prova che ha regalato il dodicesimo oro della rassegna alla nazionale russa.

A Lago di Tesero la squadra composta da Larisa Kuznetsova, Tatiana Semenova, Sergei Kliachin e Aleksandr Pechenkin ha letteralmente annientato gli avversari chiudendo sul primo gradino del podio la gara (2 frazioni femminili da 6km l’una, seguita da due frazioni maschili da 7,5km) davanti a Ucraina (Iryna Varvynets, Iana Bondar, Vitaliy Kilchytskyy e Dmytro Pidruchny) e Repubblica Ceca (Jitka Landova, Kristyna Cerna, Michal Zak e Tomas Krupcik).

L’ampiezza dei distacchi rende bene l’entità del dominio di Kliachin – già oro nell’individuale e argento nella Pursuit a Trentino 2013 – e compagni: la squadra russa ha completato la prova in 1:18:25.6 rifilando 1:28.9 di distacco agli ucraini e 2:32.6 ai cechi.
Tatiana Semenova racconta l’andamento della gara: “Sia Larisa Kuznetova che io eravamo molto concentrate al poligono e abbiamo usato solamente due colpi supplementari senza comunque incorrere in penalità. I ragazzi poi sono stati fantastici, sia sugli sci che al poligono. Aleksandr Pechenkin è stato perfetto e non ha usato nessun colpo in più. Siamo felicissimi”

L’Ucraina è rimasta in gara fino al secondo poligono di Vitalyi Kiltchytsky che è poi incappato in una penalità che lo ha fatto precipitare a oltre un minuto e mezzo dalla testa della corsa. Bella la battaglia per il bronzo tra Repubblica Ceca e Francia, con i cechi a sorpassare i transalpini grazie alla maggior precisione dell’ultimo staffettista Tomas Krupciik. “Siamo stati bravi a rimanere concentrati – ha detto il ceco Krupcik alla fine – con i francesi è stata una sfida fino in fondo.”

CURLING MASCHILE: NORVEGIA QUARTA SEMIFINALISTA. LE SCANDINAVE HANNO BATTUTO ALLO SPAREGGIO GLI STATI UNITI
E’ la Norvegia la quarta semifinalista del torneo di curling maschile della Winter Universiade Trentino 2013. La squadra scandinava, che aveva chiuso il round robin al quarto posto a pari merito con gli Stati Uniti, ha vinto lo spareggio (tie-braker session) contro la formazione americana, superata con il punteggio di 4 a 3.

La Norvegia si era portata sul 3-1, rimontata poi sul 3 a 3 dalla squadra statunitense al nono end. Nel decimo e decisivo end, però, la squadra norvegese è riuscita ad ottenere il punto decisivo del 4 a 3.

Ad attendere la Norvegia in semifinale, ora, ci sarà la Svezia, prima classificata nel round robin con otto vittorie e una sola sconfitta. Le due partite di semifinale – Canada-Gran Bretagna e Svezia-Norvegia – si giocheranno domani ore 9 allo stadio del ghiaccio di Baselga di Piné. Alle 15, poi, le due squadre perdenti si affronteranno nella partita valevole ai fini dell’assegnazione della medaglia di bronzo, mentre la finale per l’oro è in programma venerdì 20 dicembre alle 9.

In campo femminile le semifinali (anch’esse in programma domani alle 9) proporranno gli scontri tra Russia e Gran Bretagna e tra Svizzera e Corea.

Torneo maschile
Semifinali giovedì 19 dicembre ore 9:00:
SWE-NOR
CAN-GBR
Torneo femminile
Semifinali giovedì 19 dicembre ore 9.00:
RUS-GBR
SUI-KOR

SPEED SKATING: MIHO TAKAGI ORO NEI 1000 METRI FEMMINILI
Va al Giappone la medaglia d’oro dei 1000 metri femminili del pattinaggio di velocità su ghiaccio alla Winter Universiade Trentino 2013. La giapponese Miho Takagi ha coperto la distanza di gara in 1:19.58, precedendo la coreana Kim Hyun Yung (+0.26) e la russa Angelina Golikova (+0.27), divise da un solo centesimo di secondo. Undicesima l’unica italiana in gara, Yvonne Daldossi (+2.44).

COMBINATA NORDICA A SQUADRE: DOPO IL SALTO COMANDA IL GIAPPONE
Il Giappone è al comando dopo la prova di salto della gara a squadre di combinata nordica alla Winter Universiade Trentino 2013. I migliori sul trampolino HS 106 di Predazzo (Val di Fiemme) sono stati i tre giapponesi Yamamoto, Horigome e Shimizu, che hanno totalizzato 375,8 punti e che alle 14 prenderanno il via alla staffetta 3×5 km di sci di fondo a Lago di Tesero con 5″ di vantaggio sulla Polonia (Kupczak, Slowiok, Cieslar) e 32″ sulla Germania (Baetz, Welle, Simon). L’Italia non è iscritta alla gara.

TEAM GUNDERSEN: LA POLONIA ACCIUFFA L’ORO, SUL PODIO ANCHE SLOVENIA E GIAPPONE
La prova a squadre ha chiuso oggi il programma della combinata nordica alla XXVI Winter Universiade Trentino 2013 con il successo alla Polonia, vincitrice grazie alla formazione composta da Szczepan Kupczak, Pawel Slowiok e Adam Cieslar.

Al termine della staffetta, i polacchi hanno preceduto Slovenia (Borut Mavc, Joze Kamenik, Matic Plaznik) e Giappone (Go Yamamoto, Shota Horigome, Aguri Shimizu), giunti al traguardo rispettivamente con 7.8 e 12.4 secondi di ritardo dai vincitori. Nel turno mattutino di salto sul trampolino HS106 di Predazzo, in testa alla classifica si era posizionato il Giappone, trainato da Shimizu, già medaglia d’oro nella Mass Start e bronzo nella Gundersen individuale. Appena dietro, ecco la Polonia, seconda grazie al contributo di Cieslar, oro nell’individuale: solo cinque secondi separavano le due formazioni al termine della prova.

Nel pomeriggio l’attenzione si è spostata al centro del fondo di Lago di Tesero: tutto tranquillo per due frazioni, ma dopo il secondo cambio Slovenia e Norvegia si sono affiancate a Giappone e Polonia in testa alla gara. Nel tratto finale Shimizu (JPN) e Vilhelmsen (NOR) si sono ostacolati a vicenda, lasciando così via libera a Cieslar (POL) che poteva tagliare per primo il traguardo superando lo sloveno Plaznik e lo stesso Shimizu. È stata una gran bella gara – è il commento del team polacco – Adam Cieslar – ndr ha attaccato sull’ultima salita portandoci a conquistare la quarta medaglia per la Polonia, non possiamo che essere molto contenti.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136