QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Ulissi vince la 4a Tappa del Giro d’Italia, Dumoulin si riprende la Maglia Rosa

martedì, 10 maggio 2016

Praia a Mare – Diego Ulissi (Lampre-Merida) ha vinto la quarta tappa a Praia a Mare, di fronte al mar Tirreno, arrivando da solo dopo aver fatto il vuoto a dieci chilometri dalla conclusione, uscendo da un gruppetto di undici uomini. È la sua quinta vittoria al Giro d’Italia. L’ex-Maglia Rosa Tom Dumoulin (Giant-Alpecin) ha provato a chiudere nel finale col suo connazionale Steven Kruijswijk (Team Lotto NL – Jumbo) ma ha dovuto arrendersi al potere del livornese ed “accontentarsi” del ritorno in testa alla classifica.ulissi ciclismo lampre

Dieci chilometri dopo aver salutato Catanzaro, Nicola Boem (Bardiani-CSF), Matej Mohoric (Lampre-Merida) e Joey Rosskopf (BMC Racing Team) sono usciti dal gruppo. Sono stati raggiunti da Mathias Brändle (IAM Cycling) cinque chilometri più avanti. Ben 51 km sono stati coperti nella prima ora di corsa.

Il distacco massimo è stato di 3’30’’. I quattro fuggitivi sono stati ripresi quando mancavano 51 km all’arrivo. A 48 km dalla fine, alcuni velocisti tra cui la Maglia Rosa Marcel Kittel si sono staccati. Il campione tedesco si è riportato sul gruppo dopo la salita di San Pietro ma si è arreso quando la velocità si è alzata sullo strappo successivo. Il giovane corridore della Lampre-Merida Valerio Conti ha tirato con decisione e il suo capitano Ulissi ha dato il colpo di grazia nella parte più ripida del finale.

RISULTATO FINALE
1 – Diego Ulissi (Lampre – Merida) - 200km in 4h46’51″, media 41,833 km/h
2 - Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin) a 5″
3 - Steven Kruijswijk (Team Lotto NL – Jumbo) s.t.

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin)
  • Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Algida – Marcel Kittel (Etixx – Quick-Step)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Damiano Cunego (Nippo – Vini Fantini)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Bob Jungels (Etixx – Quick-Step) a 20″

CLASSIFICA GENERALE
1 - Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin)
2 – Bob Jungels (Etixx – Quick-Step) a 20″
3 – Diego Ulissi (Lampre – Merida) s.t.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • 21^ maglia rosa per l’Olanda, stesso numero della Germania, che oggi ha lasciato il simbolo del primato proprio all’olandese Dumoulin
  • Gli olandesi in Maglia Rosa: Erik Breukink, 8 giorni; Pieter Weening, 4; Tom Dumoulin, 3; Jeroen Blijlevens e Jean-Paul Van Poppel, 2; Wim van Est, Adrie Voorting 1
  • Terza partecipazione consecutiva al Giro con almeno una vittoria di tappa per Diego Ulissi, che prima di oggi vinse: tappa 17, Feltre – Tirano (25/05/2011), tappa 5, Feltre – Tirano (14/05/2014), tappa 8, Foligno – Montecopiolo (17/05/2014), tappa 7, Grosseto – Fiuggi (15/05/2015)

DICHIARAZIONI
Il vincitore Diego Ulissi ha detto in conferenza stampa: “L’obiettivo della squadra, come l’anno scorso, era di vincere almeno una tappa ed è già accaduto. Siamo partiti con il piede giusto. Sono molto contento! Andavo forte sin da inizio stagione ma non avevo ancora trovato la vittoria. Oggi mi sono emozionato nel vedere un giovane compagno di squadra come Valerio Conti tirare a tutta per me senza dire una parola. Alla fine, (il direttore sportivo) Maini urlava come un pazzo e avevo più male alle orecchie che alle gambe…”.

La Maglia Rosa, Tom Dumoulin, ha dichiarato alla conferenza stampa: “Sapevamo che il finale sarebbe stato duro, non si sapeva però quanto lo sarebbe stato per Marcel (Kittel). La mia squadra voleva di nuovo la Maglia Rosa. Stamattina alla partenza ho realizzato cosa voglia dire essere vestito di rosa in Italia quando ho visto Marcel travolto dall’affetto dei tifosi. Domani sarà il mio turno”.

La Maglia Rossa, Marcel Kittel: “Sono un po’ deluso per aver perso la Maglia Rosa, però me l’aspettavo. Il mio rimane sempre un bel Giro: ora ho la Maglia Rossa. La mia prima esperienza vestito di rosa sulle strade d’Italia, dove non avevo ancora mai corso il Giro: è stata davvero bello. Ormai punterò ad altre vittorie di tappa ma senza pressione. La mia squadra rimane forte e concentrata”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136