QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Trofeo delle Regioni-Kinderiadi: avanza il team Lombardia

mercoledì, 28 giugno 2017

Rovereto – Si è chiusa in Trentino la seconda giornata del Trofeo delle Regioni-Kinderiadi, con un bilancio agrodolce per le selezioni regionali. La selezione femminile della Lombardia continua a convincere, battendo per 2-0 anche Campania e Umbria e assicurandosi il primo posto nel suo girone; la rappresentativa maschile, dopo aver battuto l’Abruzzo, incappa nella sua prima sconfitta contro l’Emilia Romagna e deve accontentarsi della seconda piazza.

Pallavolo Kinderiadi 1

Domani si entra nel vivo con i gironi della terza giornata, decisivi per la qualificazione alle semifinali di venerdì 30 giugno.

Arriva dunque il primo stop per la selezione maschile, che chiude la giornata con una vittoria e una sconfitta. Regala emozioni la prima partita con l’Abruzzo, malgrado il risultato finale di 2-0 (25-20, 25-21); nel primo set la Lombardia scappa subito sul 9-4 con Teja e sembra in totale controllo, tanto che Gianotti firma il 20-10. Dal 22-13 gli abruzzesi rientrano in partita con un break di 0-6, ma ci pensa ancora Gianotti a interrompere la rimonta (23-19) e Teja chiude al primo tentativo. Da brividi il secondo set: dopo un lungo testa a testa l’Abruzzo piazza la fuga dell’8-12 e conserva il vantaggio fino al 12-16. Decisivo l’ingresso di Pedrinelli, che con un micidiale turno di battuta (tre ace) porta il punteggio sul 19-16. Si lotta ancora fino al 22-21, poi un altro ace di Caprotti e un errore abruzzese mettono fine alla contesa.

Il secondo match contro l’Emilia Romagna inizia subito in salita: la Lombardia recupera dallo 0-3 iniziale e passa avanti 7-6 e 11-9 grazie a Gianotti, ma poi subisce un altro break importante per il 14-18. Ranalletti riprova a inserire Pedrinelli ma stavolta la mossa funziona solo a metà: i lombardi recuperano fino al 18-19, salvo poi subire un altro parziale (18-22) che l’Emilia conduce fino al termine del set. Nel secondo set assetto rivoluzionato, con Gianotti opposto e Caprotti al centro: la mossa dà i suoi frutti perché i lombardi piazzano subito due muri vincenti (3-1, 5-2), ma l’Emilia rientra sul 5-6 e si torna a lottare punto a punto. I verdeblu tengono comunque la testa avanti (10-8, 15-14) e con Lancianese trovano un break importante per il 21-19, ma gli avversari recuperano fino al 22-22 e nell’incandescente finale, con qualche fischio arbitrale contestato, si procurano un match point (23-24), subito trasformato per lo 0-2.

Il secondo posto nel girone costringerà la Lombardia ad affrontare domani, alla palestra Fucine di Rovereto, la Sicilia (ore 15.30) e soprattutto i padroni di casa del Trentino (ore 18 circa), ancora imbattuti; solo la vincente del girone accederà alle semifinali per il primo posto.

“Contro l’Emilia Romagna abbiamo concesso qualcosa di troppo in attacco nel primo set – ammette il capitano Alessandro Gianotti – e siamo partiti con un handicap importante che alla lunga si è fatto sentire. Nel secondo set l’atteggiamento è stato nettamente migliore, ma nei momenti decisivi siamo stati troppo nervosi e sul risultato hanno inciso anche alcuni episodi dubbi. Domani dovremo giocare con la testa libera, consapevoli degli errori commessi oggi e delle cose che dobbiamo sistemare, ma anche del fatto che giocando di squadra possiamo farcela”.

Lombardia-Abruzzo 2-0 (25-20, 25-21)
Lombardia: Carminati, Carobbio 2, Fornesi (L), Marzorati ne, Caprotti 1, Gaggini (L), Giani ne, Gianotti 2, Piazzi 8, Reseghetti 1, Lancianese 8, Pedrinelli 3, Teja 10. All. Ranalletti.
Battute vincenti 5, battute sbagliate 8, attacco 39%, ricezione 49%-36%, muri 3, errori 13.

Lombardia-Emilia Romagna 0-2 (21-25, 23-25)
Lombardia: Carminati 3, Carobbio, Fornesi (L), Marzorati ne, Caprotti 5, Gaggini (L) ne, Giani, Gianotti 7, Piazzi 2, Reseghetti 2, Lancianese 2, Pedrinelli, Teja 6. All. Ranalletti.
Battute vincenti 2, battute sbagliate 2, attacco 25%, ricezione 45%-23%, muri 9, errori 11.

Percorso netto per la selezione femminile nella seconda fase delle Kinderiadi. La giornata della rappresentativa allenata da Max Bruini inizia con un netto 2-0 (25-5, 25-15) contro la Campania: il primo set non ha storia, perché la Lombardia vola subito avanti 5-1 e poi 13-4 sul servizio di Blasi. Da lì in poi inizia un vero e proprio monologo di Rossi e compagne, che chiudono 25-5 con Magazza. Il secondo set è invece combattuto (6-7, 10-9): si rivela decisivo l’ingresso di Omoruyi, che va in battuta sul 15-14 e ne esce soltanto sul 23-14, regalando di fatto il successo alle lombarde prima del muro decisivo di Frigerio.
Bruini cambia ancora assetto per la seconda partita contro l’Umbria (dentro Bolzonetti e Pasquino), ma il copione non muta: il primo set si apre con un break per il 5-1 e prosegue sulla stessa linea fino al 12-4. Le lombarde rallentano un po’ solo nel finale, ma dal 19-9 vanno direttamente a chiudere con l’ace conclusivo di Blasi. Nel secondo set le verdeblu si staccano sul 9-5 approfittando di una serie di errori avversari, ma sbagliano troppo a loro volta e permettono alle umbre di rientrare (9-8). Ci pensa allora Blasi a fare di nuovo la differenza al servizio (14-8), e Magazza consolida il risultato sul 18-10 prima di andare in battuta e mettere a segno 4 ace per il 24-11 che di fatto mette fine al match.

La Lombardia chiude il proprio girone al primo posto e si conquista il diritto ad affrontare domani, sempre alla palestra delle scuole Don Milani di Rovereto, la Liguria (ore 10.15) e a seguire il Friuli Venezia Giulia, già incontrato e battuto nella prima fase.

“La cosa importante – commenta il selezionatore regionale Max Bruini – è cercare di crescere partita dopo partita e punto dopo punto, perché in queste manifestazioni è fondamentale riuscire a progredire sempre. Oggi la squadra l’ha fatto, siamo andate molto bene nei fondamentali di seconda linea e specialmente in difesa la squadra si è espressa sui suoi livelli, cosa che ieri non era avvenuta. Sono abbastanza contento, ma dobbiamo continuare a crescere”.

Lombardia-Campania 2-0 (25-5, 25-15)
Lombardia: Rossi 6, Magazza 5, Tellone (L), Aquilino, Stucchi 3, Omoruyi 1, Blasi 5, Frigerio 2, Pasquino, Bolzonetti ne, Monza, Obiefuna. All. Bruini.
Battute vincenti 5, battute sbagliate 4, attacco 41%, ricezione 53%-20%, muri 3, errori 7.

Lombardia-Umbria 2-0 (25-9, 25-15)
Lombardia: Rossi, Magazza 9, Tellone (L), Aquilino, Stucchi 2, Omoruyi 1, Blasi 8, Frigerio 1, Pasquino 1, Bolzonetti 4, Monza 3, Obiefuna. All. Bruini.
Battute vincenti 6, battute sbagliate 3, attacco 42%, ricezione 74%-42%, muri 1, errori 10.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136