QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trentino Volley: Piacenza sconfitta 3-0 al PalaTrento in amichevole, rivincita dopo il ko al PalaBanca

giovedì, 9 ottobre 2014

Trento – Ad otto giorni di distanza dal ko per 0-3 subìto al PalaBanca nel primo test match stagionale, la Diatec Trentino si prende la rivincita sulla Copra Ardelia Piacenza. L’amichevole non ufficiale andata in scena stasera al PalaTrento ha infatti permesso ai gialloblù di ribaltare completamente il risultato emerso una settimana fa e mostrarsi in condizione di forma (fisica e tecnica) ancora migliore rispetto alla gara giocata con Ankara venerdì scorso.trento trentino volley Prima foto di squadra stagionale

Al di là del 3-0 finale, che fa comunque morale e ha generato entusiasmo fra i tifosi (accorsi in buon numero in via Fersina), a rendere ottimista l’ambiente trentino ci sono anche le prestazioni dei singoli (intero trio di palla alta sopra il 52% in attacco) e quella di squadra, con una bellissima dimostrazione di determinazione specialmente nella fase di difesa.

Piacenza ha quindi ragionevolmente faticato in attacco (solo Le Roux è passato con buona continuità) e progressivamente ha perso contatto con l’avversario. Fra i gialloblù, da segnalare il nuovo match da best scorer per Lanza (17 punti col 58% in attacco) e la convincente prova di Colaci in seconda linea e di Kaziyski in tutti i fondamentali (56% in attacco, 67% in ricezione), con particolare menzione per il servizio.

La cronaca della gara. Gli starting six non offrono particolari novità rispetto al match di otto giorni fa in Emilia; Stoytchev schiera Zygadlo in regia, Nemec opposto, la diagonale di posto 4 Kaziyski e Lanza, quella di posto 3 Birarelli-Solé e Colaci libero; Andrea Radici, allenatore della Copra Ardelia, deve fare a meno solo di Papi (rimasto a Piacenza per influenza) e risponde con Vermiglio alzatore, Le Roux opposto, Zlatanov e Massari schiacciatori, Kohut e Ostapenko al centro, Mario Junior libero.

L’inizio è nel segno dell’equilibrio (7-7, 11-11) con le rispettive fasi di cambiopalla che tengono bene il passo mettendo in mostra Lanza e Nemec da una parte e Le Roux dall’altra. Il primo allungo è per mano dei gialloblù, che dopo il time out tecnico approfittano di una pipe lunga di Zlatanov per volare sul +2 (14-12); poi l’opposto slovacco firma il +3 in attacco (16-13). Il divario resta invariato sino al 22-19, quando Le Roux ferma Kaziyski per il 22-21 dopo il cambiopalla di Massari. Stoytchev chiama time out e la Diatec Trentino non perde più un colpo chiudendo sul 25-22 grazie ad un muro a uno di Zygadlo su Zlatanov.

Il punto a punto nel secondo parziale dura sino all’8-8, poi Kaziyski crea un bel divario col servizio, che viene finalizzato da Lanza e Nemec (12-8). Zlatanov prova a riportare in corsa i suoi (12-11) ma poi la Copra Ardelia torna ad essere balbettante in attacco e la Diatec Trentino ne approfitta per imprimere un’altra importante accelerazione (17-13), ulteriormente legittimata dall’ace di Solé che vale il massimo vantaggio (+5, 19-14). Il finale di frazione potrebbe quindi essere meno incerto del precedente (22-17), ma gli emiliani hanno il merito di non smettere di giocare e risalire sino al 24-23 grazie al buon ingresso di Ter Horst (su Zlatanov), prima di cedere 25-23 (errore al servizio di Ostapenko).

Nel terzo set Radici alterna Alletti a Kohut al centro della rete, ma la musica non cambia: il muro gialloblù diventa sempre più attento permettendo alla Diatec Trentino di firmare il primo vero break del match (da 7-7 a 10-7 coi block di Solé e Zygadlo). Birarelli e compagni dilagano in seguito (16-11) quando Colaci dà ulteriore sostanza alla fase difensiva; Radici spende nel giro di pochi minuti due time out ma Solé imperversa a rete e Kaziyski rifinisce da par suo il tutto. Dal 19-13, si passa in fretta al 23-16 con Lanza al servizio. Chiude il centrale argentino per il 25-18.

“Sono contento della bella vittoria contro una squadra forte come Piacenza perché ci dà entusiasmo e fa morale – ha commentato a fine gara Radostin Stoytchev – . Abbiamo ampi margini di crescita ma sono molto tranquillo nonostante tutto perché abbiamo ottenuto il risultato attraverso il bel gioco. Stiamo però coi piedi ben piantati per terra perché ci sono alcune cose che non mi sono piaciute e su cui voglio lavorare con la squadra nei prossimi dieci giorni. In difesa abbiamo sicuramente fatto meglio del passato e questo mi fa particolarmente piacere perché dimostra la voglia che la squadra ha addosso di giocare e di lottare su tutti i palloni”.

Sabato sera (ore 18.30) al PalaFiera di Forlì, la Diatec Trentino tornerà in campo per un nuovo test (stavolta ufficiale) contro la Cucine Lube Banca Marche Treia. In palio il “Trofeo Casse dei Risparmi di Forlì e di Romagna” che concluderà la penultima settimana di preparazione pre-campionato.

Di seguito il tabellino dell’amichevole non ufficiale giocata questa sera al PalaTrento.

Diatec Trentino-Copra Ardelia Piacenza 3-0
(25-22, 25-23, 25-18)
DIATEC TRENTINO: Birarelli 5, Zygadlo 3, Lanza 17, Solé 9, Nemec 13, Kaziyski 10, Colaci (L); Thei. N.e. Nelli, Giannelli, Mazzone, Fedrizzi, Burgsthaler. All. Radostin Stoytchev.
COPRA ARDELIA: Massari 15, Ostapenko 6, Le Roux 17, Zlatanov 4, Kohut 5, Vermiglio 1, Mario Junior (L); Alletti 2, Tencati, Ter Horst, Marra (L). N.e. Page, Rodrigues. All. Andrea Radici.
ARBITRI: Fellin M. e Fellin E. di Trento
DURATA SET: 27’, 25’, 26’; tot 1h e 18’.
NOTE: 450 spettatori circa. Diatec Trentino: 5 muri, 3 ace, 11 errori in battuta, 4 errori azione, 54% in attacco, 71% (44%) in ricezione. Copra Ardelia: 7 muri, 2 ace, 9 errori in battuta, 8 errori azione, 47% in attacco, 62% (24%) in ricezione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136