QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trentino Diatec, che sogno: battuto il Panthers nella notte, stasera la semifinale del Mondiale per Club

sabato, 19 ottobre 2013

Betim – Dopo il ko al tie break con l’UPCN di ieri, la Trentino Diatec ritrova immediatamente la vittoria e con essa anche la conseguente qualificazione alla quinta semifinale iridata consecutiva della sua storia. Superando per 3-0 il Panasonic Panthers nell’ultima giornata della Pool A, i Campioni del Mondo in carica sino sono infatti garantiti anche in questa edizione la presenza nella fase finale della manifestazione: fra le prime quattro squadre del pianeta la Trentino Volley c’è ancora.Donald Suxho smista il gioco

Un risultato già di per sé di altissimo profilo per la rinnovata compagine di Roberto Serniotti che ora – raggiunto il traguardo minimo fissato alla partenza per il Brasile – potrà provare a stupire ulteriormente, giocando sabato sera senza pressioni la sfida con il Novosibirsk Campione d’Europa che assegna un posto nella finalissima.

L’obiettivo odierno è stato centrato tornando a giocare la pallavolo che per lunghi tratti Birarelli e compagni avevano proposto nelle precedenti due esibizioni brasiliane: si è infatti trattato di una prestazione priva di grosse sbavature (6 errori punto in tre set) ma con un muro sempre molto attento (15 block, tre a testa per Ferreira, Burgsthaler, Sokolov e Fedrizzi) ed un attacco che ha girato a dovere ben orchestrato da Suxho. Sokolov, 12 punti, è stato il solito mattatore a rete ma anche i centrali hanno fatto la loro parte (Birarelli 71%, Burgsthaler 56%). Positivo, infine, pure l’ingresso nel terzo set di Fedrizzi che ha saputo trovare subito il ritmo giusto aiutando la squadra a scrollarsi di dosso i giapponesi nell’unica frazione che ha regalato un po’ di equilibrio.

La cronaca della gara. Nessuna novità negli starting six, che confermano le previsioni della vigilia: la Trentino Diatec si propone con Suxho in regia, Sokolov opposto, Lanza e Ferreira in banda, Birarelli e Burgsthaler al centro, Colaci libero; il Panasonic replica con Fukatsu al palleggio, Shimizu opposto, Dante e Fukusawa in posto 4, Yamazoe e Shirasawa in posto 3 con Nagano libero. L’avvio di match è molto equilibrato: per vedere il primo break point di una delle due squadre bisogna attendere il muro di Burgsthaler su Dante che vale il 7-5, immediatamente imitato da Ferreira che invece ferma Shimizu (8-5). I giapponesi sono molto fallosi al servizio, pecca che non permette loro di riavvicinare l’avversario (10-7); con Sokolov in battuta il margine aumenta (12-8, pipe di Ferreira) costringendo Nambu, tecnico del nipponici, ad interrompere il gioco. Alla ripresa un ace di Shirasawa e una pipe di Dante rimettono in bilico le sorti del parziale (14-12); è solo un attimo perché con due errori, stavolta in attacco, il Panthers lascia di nuovo strada libera ai Campioni del Mondo che così scappano a +5 (18-13) e con Lanza sugli scudi vanno al cambio di campo sul 25-18 senza rischiare nulla.

Il secondo set è un monologo gialloblù: in pochi secondi è subito 4-1 grazie anche a due errori in attacco di Fukisawa e ad un muro di Sokolov su Dante. Il Panasonic Panthers cresce di ritmo nel cambiopalla ma la Trentino Diatec non concede spazi in fase di break e successivamente con Lanza (due ace) anzi accelera sino al +6 (11-5). Il muro di Ferreira su Shimizu e poi quello di Burgsthaler su Fukisawa rendono il gap ancora più evidente (15-7). Anche in questo caso quindi la parte finale del periodo è in assoluto controllo della situazione (19-13, 21-14, 23-18), con la compagine di Serniotti brava ad amministrare e a mettere in evidenza anche il neoentrato Fedrizzi, che firma il suo primo punto iridato (25-19).

Nel terzo set si registra la reazione giapponese, per la verità propiziata però da due errori diretti di Ferreira (invasione ed attacco out). Sul 5-6 Serniotti interrompe il gioco, ma ciò non basta perché il Panthers trova un altro break point con Kawamura che offre il 6-8; ci pensano allora i muri di Burgsthaler e Sokolov a rimettere a posto le cose (9-8, time out stavolta di Nambu). Ferreira lascia il posto a Fedrizzi e lo schiacciatore trentino va a segno in pipe, imitato da Birarelli poco dopo a muro (12-12). Due altri block, ancora del numero 15 gialloblù, su Kawamura issano gli iridati sul +3 (19-16): è lo spunto decisivo. La Trentino Diatec non si fa più riprendere e chiude sul 25-22 col primo tempo di Birarelli

E’ stata una partita molto concreta, in cui ci siamo ben comportati in particolare a muro e non è una novità  – ha dichiarato Roberto Serniotti al termine della sfida - . Abbiamo tante cose su cui migliorare ma credo che le indicazioni tratte stasera possano darci qualche sicurezza in più rispetto al passato. Mi ha fatto piacere riscontrare il buon impatto sulla partita di Fedrizzi che nel corso del terzo set ha fatto subito quello che gli avevo chiesto. Abbiamo poco tempo per preparare la sfida di semifinale col Novosibirsk, squadra di assoluto valore ma ci giocheremo sicuramente tutte le nostre carte ripartendo da quello che abbiamo fatto in questa prima fase”.
Per la Trentino Diatec pochissime ore di riposo prima di tornare in campo per la semifinale, in programma già alle ore 20.40 di sabato 19 ottobre per sfidare il Lokomotiv Novosibirsk, primo classificato della Pool B: diretta Sportitalia2, Radio Dolomiti e www.laola1.tv.

Di seguito il tabellino della terza ed ultima partita della Pool A di 2013 Fivb Club World Championship giocata stanotte al Ginàsio Poliesportivo Divino Braga di Betim.

TABELLINO
Trentino Diatec-Panasonic Panthers 3-0
(25-18, 25-19, 25-22)
TRENTINO DIATEC: Suxho 2, Ferreira 8, Burgsthaler 8, Sokolov 12, Lanza 9, Birarelli 7, Colaci (L); Fedrizzi 6. N.e. Sintini, Solé, De Paola, Szabò. All. Roberto Serniotti.
PANASONICI: Yamazoe 3, Shimizu 12, Dante 6, Shirasawa 1, Fukatsu, Fukusawa,  Nagano (L); Watanabe, Otake, Kawamura 4, Matsuta, Ito 2. N.e. All. Masashi Nambu.
ARBITRI:
 Abdelsamad (Egitto) e Carvalho (Brasile).
DURATA SET: 21’, 23’, 26’; tot  1h e 10’.
NOTE:  400 spettatori. Trentino Diatec: 15 muri, 3 ace, 15 errori in battuta, 6 errori azione, 53% in attacco, 66% (47%) in ricezione. Panasonic: 0 muri, 4 ace, 13 errori in battuta, 11 errori azione, 45% in attacco, 78% (43%) in ricezione.

Si giocano stasera le semifinali del Mondiale per Club 2013. La Trentino Diatec affronterà nella prima gara della giornata i russi del Lokomotiv Novosibirsk.. Per la Trentino Diatec si tratterà della 520^ gara ufficiale della sua storia e andrà alla ricerca del successo numero 359 che potrebbe consentirle di difendere sino all’ultimo atto i quattro titoli conquistati fra il 2009 e 2012 a Doha.

I NUMERI DELLA TRENTINO VOLLEY NELLE COMPETIZIONI INTERNAZIONALI
Quella di stasera sarà la quinta semifinale di un Mondiale per Club per la Società di via Trener, la nona internazionale di sempre considerando anche le quattro di Champions League giocate fra 2009 e 2012. La Trentino Volley arriva a questo storico appuntamento con un ruolino di marcia invidiabile, visto che in cinque partecipazioni alla rassegna iridata ha sino ad ora ottenuto ventidue vittorie in ventitré incontri disputati. Il bilancio complessivo internazionale è di 82 partite disputate: 70 vittorie e 12 sconfitte.

GLI AVVERSARI
Dopo aver vinto la Champions League nello scorso marzo organizzata in casa ad Omsk, il Lokomotiv Novosibirsk vuole completare l’opera e conquistare anche il successo iridato per una doppietta in appena sette mesi che la consacrerebbe nella storia della pallavolo moderna.

La squadra della terza città più grande di Russia dopo la capitale Mosca e San Pietroburgo (si trova nel cuore della Siberia e vanta 1,5 milioni di abitanti), è una delle realtà emergenti del panorama pallavolistico nazionale, consolidatasi negli ultimi anni grazie ai buonissimi risultati ottenuti sia in patria sia in Europa. La 2013 CEV Champions League è arrivata superando la Bre Banca Lannutti Cuneo di Sokolov al tie break. Ai risultati continentali non hanno fatto seguito quelli in campo nazionale: nell’ultima stagione il Lokomotiv è stata eliminato dal Belgorod (nuovo campione di Russia) nei quarti di finale play off della Superliga (il campionato russo, 2-3 nella serie) chiudendo quinto assoluto e dallo Zenit Kazan (0-3) nella semifinale della Coppa di Russia, trofeo vinto nel 2011 battendo in finale la Dinamo Mosca. Quest’ultimo, e naturalmente la Champions League 2013, sono i trofei più prestigiosi tra quelli che figurano ad oggi nella bacheca della Società, che accoglie numerose coppe di Siberia (la prima vinta nel 1981).
Rispetto alla squadra diventata Campione d’Europa, sono diversi i volti nuovi che il confermatissimo e vincente Andrey Voronkov (da quest’anno anche head coach – con successo – della Nazionale russa con l’ex Sergio Busato come assistente): il centrale Kozlov (prelevato dall’Iskra), l’opposto Mysin (dal Surgut) e lo schiacciatore cubano Camejo. Quello più importante è però senza dubbio l’opposto Moroz, che ha preso il posto dello svedese Nilsson (MVP della final four di Champions League) senza farlo sin qui rimpiangere. Assieme a lui, i giocatori più forti del del sestetto sono il palleggiatore Butko (registra della Russia campione olimpica), il martello slovacco Divis, i centrali Astashenkov e Volvich e il libero Golubev.

Il cammino nel Mondiale per Club 2013 – Pool B: 
Lokomotiv Novosibirsk-La Romana 3-0 (25-20, 25-23, 25-17), Lokomotiv Novosibirsk-Sada Cruzeiro 3-2 (22-25, 25-21, 22-25, 25-19, 16-14), Lokomotiv Novosibirsk-Club Sportif Sfaxien 3-2 (25-21, 20-25, 25-19, 22-25, 16-14). Primo posto finale in classifica: sette punti, tre vittorie, nessuna sconfitta, nove set vinti, quattro persi.
La rosa del Lokomotiv Novosibirsk (Russia): 1. Andrej Zubkov (p), 2. Lukas Divis (s), 4. Artem Volvich (c), 5. Anton Mysin (o), 7. Arkady Kozlov (c), 8. Pavel Moroz (o), 11. Ilia Zhilin (s), 12. Alexander Butko (p), 13. Valentin Golubev (l), 15. Oreol Camejo Durruth (s), 16. Anton Astashenkov (c), 17. Nikolay Leonenko (s). All. Andrey Voronkov.

PRECEDENTI
Per la terza edizione consecutiva, la Trentino Volley si troverà ad affrontare in semifinale una compagine russa. I due precedenti sono riferiti alle sfide andate in scena nel 2011 e 2012 con lo Zenit Kazan, sempre uscito sconfitto prima per 3-1 e poi per 3-0 proprio un anno fa (18 ottobre a Doha). Trento e Novosibirsk non hanno però in archivio alcun incontro ufficiale; contro le compagini russe la Società di via Trener vanta comunque diversi trascorsi grazie ai confronti con Kazan (5) e Dinamo Mosca (6): in tutto sono già stati giocati undici precedenti, il bilancio complessivo è quindi di otto vittorie e tre sconfitte (l’ultima a Mosca il 15 gennaio scorso per l’andata dei Playoff 12 di Champions League).

I PROBABILI SESTETTI
Roberto Serniotti dovrebbe proporre il sestetto tipo: Suxho al palleggio, Sokolov opposto, Lanza e Ferreira in posto 4, Birarelli e Burgsthaler al centro, Colaci libero.
Andrey Voronkov dovrebbe rispondere con Butko in regia, Moroz opposto, Camejo Durruth e Divis schiacciatori, Volvich e Astashenkov centrali, Golubev libero.

GLI ARBITRI
Anche in questo caso la FIVB renderà noti solo poche ore prima della gara i nomi dei due arbitri che dirigeranno l’incontro. La rosa dei fischietti può contare su Waleed Abdelsamad (Egitto), Jang Liu (China), Denny Cespedes Lassi (Repubblica Dominicana), Dragutin Cuk (Serbia), Wojciek Maroszek (Polonia), Ronald Stahl (Usa), Deiel Hosana de Carvalho (Brasile) e Anderson Cacador (Brasile).

TV, RADIO ED INTERNET
Come anticipato, Trentino Diatec-Lokomotiv Novosibirsk sarà trasmessa in diretta tv da Sportitalia2, canale visibile sul digitale terrestre, sulla piattaforma Sky al numero 226, a partire dalle ore 20.40.
La gara sarà raccontata in diretta con continui aggiornamenti e collegamenti live con Betim da Radio Dolomiti, network partner della Trentino Volley, con primo flash alle ore 20.35 circa. Tutte le frequenze per ascoltare l’emittente regionale sono disponibili sull’home page del sito della Società,www.trentinovolley.it, mentre su www.radiodolomiti.com sarà inoltre possibile ascoltare la radiocronaca in streaming cliccando la sezione “On Air”.

Su internet il servizio live punto a punto sarà curato dal sito della FIVB che avrà una sezione esclusivamente riservata al torneo:http://www.fivb.org/EN/volleyball/competitions/ClubWorldChampionships/Men/2013/index.asp.

Continui aggiornamenti di punteggio verranno inoltre forniti anche su www.trentinovolley.it che, al termine della gara, offrirà il solito servizio completo sulla gara, con commenti, interviste video e foto. Sempre sul web, il sito http://www.laola1.tv/ trasmetterà lo streaming video ed audio in diretta della partita; per poter seguire le gare basterà accedere alla sezione riservata alla Fivb (consultabile direttamente al link http://www.laola1.tv/en-int/fivb-web-tv/269.html) e cliccare sull’icona rossa “live” che apparirà accanto in alto nella pagina.

IL PROGRAMMA COMPLETO DI SEMIFINALI E FINALI (orari italiani)
Sabato 19 ottobre
ore 20.40: Lokomotiv Novosibirsk-Trentino Diatec (diretta Sportitalia2)
ore 23.10: UPCN San Juan-Sada Cruzeiro (diretta Sportitalia2)
Domenica 20 ottobre
ore 18.10: finale 3°/4° posto (diretta Sportitalia)
ore 21.10: finale 1°/2°posto (diretta Sportitalia)


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136