QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Tour de France, quinta tappa: Nibali si avvicina al sogno, sul pavè vince Boom. Si ritira Froome, Contador a oltre due minuti

mercoledì, 9 luglio 2014

Arenberg – In una sola tappa Vincenzo Nibali guadagna quasi tre minuti sul principale rivale alla corsa francese, Alberto Contador, mentre il grande favorito della vigilia Chris Froome abdica, costretto al ritiro dalle ripetute cadute che lo hanno visto coinvolto.

Lo Squalo dell’Astana ha attaccato sul pavè, che insieme alla pioggia ha reso epica la quinta tappa del Tour de France 2014: la frazione è stata conquistata da Lars Boom. Il belga è arrivato con 19 secondi di vantaggio su Fuglsang, alle spalle del danese Nibali con lo stesso distacco. Quarto Peter Sagan a oltre un minuto davanti a Fabian Cancellara: proprio lo slovacco e lo svizzero sono i grandi delusi di oggi, in una tappa adatta alle loro caratteristiche.  Percorso modificato quello di giornata, con l’eliminazione (causa maltempo) di due settori di pavé (quello di Mons-en-Pévèle e quello Orchies à Beuvry-la-Forêt).

Ora Nibali può già correre in difesa: le montagne sono tante in questo Tour de France, e basta una caduta per ribaltare tutto ma a Contador probabilmente ora non basteranno le cronometro per conquistare la Grande Boucle. Lo spagnolo dovrà attaccare anche in salita. Kwiatowski, a 50 secondi, l’avversario credibile più vicino a Vincenzo Nibali.

 

ORDINE D’ARRIVO

1. Lars BOOM (BEL) 3h18’35”; 2. Jakob Fuglsang (AST) +19”; 3. Vincenzo NIBALI (AST) +19”; 4. Peter SAGAN (CAN) +1’01”; 5. Fabian CANCELLARA (TFR) +1’01”

CLASSIFICA GENERALE:

1. Vincenzo NIBALI (AST) 20h26’46”; 2. Jakob FUGLSANG (AST) +2”; 3. Peter SAGAN (CAN) +44”; 4. Michał KWIATKOWSKI (OPQ) 50”; 5. Fabian CANCELLARA (TFR) +1’17”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136