QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Tour de France, 3a tappa: cadute e colpi di scena, sul Muro di Huy vince Rodriguez. Froome in giallo

lunedì, 6 luglio 2015

Muro di Huy – Purito Rodriguez vince sul Muro di Huy e conquista la terza tappa del Tour de France. Una frazione segnata da una spettacolare quanto rovinosa caduta di gruppo che ha avuto pesanti conseguenze. Settimo Vincenzo Nibali a 11″, nono Nairo Quintana sempre a 11″, 12esimo Alberto Contador a 18″.tour caduta

La maglia gialla passa a Chris Froome. Nella terza tappa del Tour, Anversa-Huy, 159,5 km, con finale sul traguardo consueto della Freccia Vallone, il primo colpo di scena è avvenuto a circa 58 km dall’arrivo: il francese William Bonnet cade, una ventina di corridori finisce a terra. Tra questi anche Fabian Cancellara, maglia gialla, apparso molto dolorante e poi risalito in bicicletta. Ritirati Bonnet, la maglia bianca Tom Dumoulin e l’australiano Simon Gerrans. Coinvolti nella caduta anche Matthews, Teklehaimanot, Henderson, Van Summeren, Ten Dam, Pozzato e Rui Costa.

Con tutte le ambulanze a disposizione che prestavano soccorso ai corridori caduti il direttore del Tour, Christian Prudhomme ha neutralizzato la corsa, non senza discussioni accese tra gli Astana e Sky che volevano proseguire e i Movistar che volevano lo stop. Passata una decina di minuti la corsa è ripartita. La battaglia è ripresa nel finale e Joacquin Rodriguez si è ripetuto sullo Chemin des Chappelles, dove ha vinto la Freccia Vallone nel 2012. Secondo Chris Froome.

Domani quarta tappa: si passa dal Belgio (Seraing) alla Francia (Cambrai) dopo 223,5 km in cui si affronteranno sette sezioni di pavé della Parigi-Roubaix.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136