Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Volley, SuperLega: sconfitta indolore a Monza (2-3): Trento chiude al 4° posto. Nei Play Off sfida con Verona

domenica, 4 marzo 2018

Monza – Missione compiuta in Brianza per la Diatec Trentino. Nonostante abbia dovuto fare i conti con la prima sconfitta esterna del suo girone di ritorno, cedendo al tie break sul campo di Monza, la formazione gialloblù ha infatti concluso la regular season di SuperLega UnipolSai 2016/17 al quarto posto assoluto in classifica.

Il tentativo di rimonta e sorpasso della Calzedonia Verona è così stato respinto grazie al punto conquistato in classifica e alla contemporanea vittoria solo al tie break degli scaligeri; sarà quindi Trentino Volley ad avere il vantaggio del fattore campo in due delle tre sfide nel derby dell’Adige dei quarti di finale dei Play Off Scudetto UnipolSai 2018, che si aprono fra sette giorni.

Per i ragazzi di Lorenzetti si tratta di un risultato di alto profilo, forse difficilmente pronosticabile dopo il difficile avvio di stagione, ma assolutamente meritato e conquistato giornata dopo giornata sul campo, dimostrando di essere una squadra particolarmente votata ai match fuoricasa. Come accaduto nelle otto precedenti trasferte di campionato, la Diatec Trentino anche stasera a Monza ha infatti saputo muovere la propria classifica, vincendo allo sprint il primo parziale e poi sapendo reagire dopo essersi trovata sotto 1-2. Lo splendido quarto set conquistato alla Candy Arena ha così reso ininfluente il successivo tie break, vinto da una Gi Group decisamente più desiderosa di interrompere la tradizione negativa col Club di via Trener (con cui sino a stasera aveva sempre perso in undici precedenti). In vista dei Play Off Scudetto, confortanti le prestazioni offerte da Vettori (best scorer del match con 19 punti ed il 61% a rete), da Capitan Lanza (16 col 44% a rete, il migliore dei suoi in ricezione) e da Giannelli, a segno anche stasera ben otto volte (2 muri, 1 ace e l’83% a rete).

La cronaca del match. In un Candy Arena come sempre gremita in ogni ordine di posto per vedere dal vivo la Diatec Trentino (oltre 4.000 i biglietti staccati), Angelo Lorenzetti inserisce nello starting six Giannelli al palleggio, Vettori opposto, Kovacevic e Lanza schiacciatori, Eder e Kozamernik centrali, De Pandis libero. La Gi Group Monza propone Shoij in regia, Finger opposto, Dzavoronok e Plotnytskiy in banda, Beretta e Buti in posto 3, Rizzo libero. L’inizio della partita è equilibratissimo, con le due squadre che si alternano al comando (5-4, 7-8, 13-12) senza riuscire mai a conquistare più di un punto di vantaggio l’una sull’altra. Il primo +2 di tutta la partita arriva in favore dei locali, grazie ad un ace di Buti su De Pandis ed al successivo errore di Vettori a rete (14-16); la Diatec Trentino vacilla dopo il time out di Lorenzetti (14-17), ma in seguito con lo stesso opposto azzurro si riporta sotto con due ace e poi mette la freccia (19-18). Il set si decide, come è giusto che fosse, allo sprint, regolato da due primi tempi consecutivi del neoentrato Zingel (in campo per Kozamernik), che firma il primo set ball (24-23) e poi concretizza la successiva occasione in fase di ricostruita (25-23).

La Diatec Trentino torna in campo nel secondo set piuttosto timorosa, specialmente in ricezione; Monza ne approfitta per realizzare ace in serie e scappare via prima sull’1-5 e poi sul 3-9, con Lorenzetti che ha già speso entrambi i time out a disposizione. La situazione in seguito peggiora ancora (7-13) perché i gialloblù faticano anche in attacco; a giochi quasi compromessi però Lanza e compagni provano a rialzarsi, sfruttando in particolar modo il servizio: un ace di Eder offre il meno quattro (12-16), poi un attacco di Lanza vale il meno tre (13-16). La reazione gialloblù si ferma qui, perché poi Monza con servizio ed attacco torna ad essere assoluta protagonista (15-20) e velocemente si porta sul’1-1 nel computo dei set con Finger e Buti molto efficaci (18-25).

La contesa torna sui binari dell’equilibrio nel terzo parziale, con Trento che con Kovacevic in attacco replica bene al tentativo di fuga dei brianzoli (da 1-3 a 8-6). Monza risponde con Finger (8-9), poi ci pensa Eder con i servizi e Vettori in attacco a costruire un minimo vantaggio (15-13), ulteriormente allargato dalla pipe di Kovacevic (17-13). La rotazione in battuta di Shoji consente però a Monza di agguantare la parità già a quota diciotto. Uno spunto di Eder permette alla Diatec Trentino di portarsi sul 22-20; Monza ci crede ancora e con Finger passa a condurre sul 22-23, concretizzando poi con Plotnytskyi (block su Vettori) la terza palla set (25-27).

Con le spalle al muro Trento reagisce in avvio di quarto set, scappando via sul 7-5 e poi 9-5 grazie a Vettori e Lanza (servizio ed attacco). Alla coppia si affianca anche Kovacevic che firma un ulteriore allungo (14-9); Falasca si gioca tutte le sue carte, alternando in campo gli effettivi a disposizione in panchina, ma la Diatec Trentino ha preso il largo (18-12, 20-14) e arriva in fretta verso la vittoria del parziale per 25-17, che le vale il punto che le garantisce la matematica certezza di essere al quarto posto.

Nel tie break quindi Lorenzetti lascia a riposo Vettori, Giannelli, Eder e Kovacevic, schierando al loro posto Teppan, Partenio, Zingel e Hoag; Monza ha decisamente più voglia di vincere il parziale e lo dimostra dall’inizio alla fine (4-6, 7-10, 8-15).

Abbiamo completato il nostro percorso con un quarto posto che era tutt’altro che scontato da raggiungere ma che abbiamo assolutamente meritato recuperando posizioni su posizioni – ha dichiarato al termine del match il secondo allenatore Francesco Petrella, a cui Lorenzetti ha voluto lasciare il proscenio – . I ragazzi sono stati strepitosi nel crederci sempre e a non abbattersi nei momenti difficili che ci sono stati nonostante continuassimo a raccogliere risultati positivi. Anche stasera abbiamo dovuto rincorrere l’avversario, faticando in ricezione ed in battuta; ci siamo trovati a dover gestire una situazione di difficoltà, che abbiamo però risolto brillantemente vincendo quel quarto set, decisivo per la nostra classifica. Questa gara è stata l’emblema della nostra stagione”.

Per la Diatec Trentino ora una intera settimana per preparare il debutto nei Play Off Scudetto UnipolSai 2018; gara 1 dei quarti di finale contro la Calzedonia Verona si giocherà infatti domenica 11 marzo al PalaTrento alle ore 18: match compreso in abbonamento, prevendite biglietti attive a partire da lunedì mattina attraverso i consueti canali di distribuzione.

Di seguito il tabellino della gara della ventiseiesima giornata di regular season di SuperLega UnipolSai 2017/18 giocata questa sera alla Candy Arena di Monza.

TABELLINO
Gi Group Monza-Diatec Trentino 3-2
(23-25, 25-18, 27-25, 17-25, 15-8)
GI GROUP: Shoij 3, Plotnytskiy 13, Beretta 10, Finger 18, Dzavoronok, 17, Buti 9, Rizzo (L) ; Brunetti (L), Botto 2, Hirsch, Walsh, Terpin, Arasomwan. N.e. Barone. All. Miguel Angel Falasca.
DIATEC TRENTINO: Kovacevic 12, Kozamernik 6, Vettori 19, Lanza 16, Eder 8, Giannelli 8, De Pandis (L); Chiappa (L), Hoag 1, Zingel 4, Teppan 1, Partenio. N.e. Cavuto. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: 
Zanussi di Belluno e Gnani di Ferrara.
DURATA SET: 29’, 25’, 38’, 23’, 15’; tot. 2h e 10’.
NOTE: 4.026 spettatori, incasso non comunicato. Gi Group Monza: 16 muri, 7 ace, 19 errori in battuta, 4 errori azione, 51% in attacco, 47% (26%) in ricezione. Diatec Trentino: 5 muri, 7 ace, 28 errori in battuta, 5 errori azione, 49% in attacco, 45% (28%) in ricezione. Mvp Finger.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136