QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Sport&solidarietà: prosegue il binomio tra An Brescia e “Pallanuotisti fino al midollo”

mercoledì, 12 febbraio 2014

Brescia – Si chiama “Dài! Costruiamolo insieme!” l’ultima iniziativa – in ordine di tempo – che vede coinvolta la onlus “Pallanuotisti fino al midollo”, associazione con sede a Cadrezzat e di cui l’An Brescia è testimonial.pallanuoto 

Con “Dài! Costruiamolo insieme!”, il sodalizio “Pallanuotisti fino al midollo” si affianca alle onlus Comitato Maria Letizia Verga e Fondazione Tettamanti, nel portare avanti l’impegno nella raccolta di fondi e risorse per la realizzazione del Centro Maria Letizia Verga per lo studio e la cura della leucemia del bambino: il progetto prevede la costruzione di una struttura, autonoma e indipendente, adiacente all’Ospedale San Gerardo di Monza, al fine di integrare i percorsi della ricerca scientifica così come i protocolli terapeutici, in modo da garantire ai piccoli pazienti e ai loro familiari, la massima efficienza. L’edificio, che si svilupperà su 4 piani, è destinato ad ospitare un nuovo centro di ricerca sulle leucemie ed emopatie infantili, un nuovo centro trapianti di midollo osseo, un reparto di degenza con stanze singole, un day hospital, e poi delle aree accoglienza e spazi comuni, per agevolare la permanenza durante i ricoveri e le terapie. Il costo dei lavori è di oltre 11 milioni di euro, una cifra notevole per un’opera di grande importanza che nascerà interamente da finanziamenti privati raccolti su base sociale, in modo da creare una partecipazione pubblico-privato no profit, che garantisca a tutti di poter accedere alle cure in una struttura pubblica di assoluta eccellenza.

Dunque, lo sport in prima linea nell’impegno solidale, è questo il trait d’union tra “Pallanuotisti fino al midollo” e An Brescia: nata, nel giugno 2011, da un’idea di un allenatore di pallanuoto coadiuvato da un gruppo di amici, atleti ed ex atleti, l’associazione varesina ha come principale obiettivo quello di aiutare ed affiancare l’Admo, Associazione donatori di midollo osseo, nel diffondere, appunto attraverso la disciplina della pallanuoto, le informazioni sull’importanza della donazione del midollo osseo, sulle sue dinamiche e sul percorso che il potenziale donatore deve seguire dal momento dell’iscrizione a quello della donazione. Fin dai primi tempi, la onlus ha avuto l’appoggio dell’An che, da subito, ha messo a disposizione i propri giocatori e i propri spazi, per dare la maggiore visibilità possibile alle iniziative di “Pallanuotisti fino al midollo”; a ogni incontro casalingo, sotto la tribuna della piscina di Mompiano, viene allestito un punto informativo dove è possibile conoscere da vicino i volontari del sodalizio, e anche dare un contributo per le preziose attività.

Altri testimonial della onlus presieduta da Gionata Gesuato, sono i giocatori della Pro Recco, Niccolò Figari e Andrea Fondelli, il difensore dell’Acquachiara e ormai divo della tv, Amaurys Perez, le società Varese Olona Nuoto e Nc Milano femminile, più alcune figure di primo piano della pallanuoto rosa: Giusi Malato (ex centroboa della nazionale), Elena Maggi (del Bogliasco), Giulia Emmolo (dell’Imperia), Silvia Motta (Firenze) e Laura Teani (Padova).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136