QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Skiroll, Brigadoi e Beri trionfano alla “3 Comuni Roll”. I risultati

domenica, 29 ottobre 2017

Aldeno - Mauro Brigadoi domina la “3 Comuni Roll”.  Chiusa in bellezza la stagione dello skiroll:  tocca a Mauro Brigadoi e Paola Beri l’onore di aggiungere il proprio nome, dopo tanti anni di stop, all’albo d’oro della “3 Comuni Roll”, la competizione in tecnica classica organizzata dal team Futura, insieme alle amministrazioni comunali di Aldeno, Cimone e Garniga Terme e all’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, che ha chiuso la stagione dello skiroll nazionale. Una gara che era stata proposta in due occasioni e con un percorso diverso negli anni Novanta, e che ora è stata rilanciata in grande stile, tanto che vi hanno preso parte 150 atleti, impegnati nelle diverse categorie, premiati da un clima ideale e dai caldi colori dell’autunno.skiroll 0

Il portacolori fiemmese del Robinson Ski Team non ha trovato molti avversari in grado di impensierirlo. Al ritmo, che ha imposto fin dallo start, dato ad Aldeno alle ore 10, hanno resistito fino al traguardo volante di Cimone il cuneese Francesco Becchis e l’emiliano Francesco Ferrari, ma da lì in poi Brigadoi ha preso il largo, coprendo i 10 chilometri del percorso, con 600 metri di dislivello, in 37 minuti e 7 secondi. A Becchis e Ferrari, compagno di squadra dello stesso Brigadoi, non è rimasto che giocarsi la seconda piazza in volata, vinta dal primo con il tempo di 37’48”. Nella classifica Giovani – Senior maschile troviamo poi, nell’ordine, Pietro Mosconi, Simone Bosin, Antonio Sassano, Julian Brunner, Simone Ripamonti, Alberto Tognetti e Riccardo Masiero, decimo.

Per quanto riguarda la categoria Master A3-A5, dominio del varesotto Alfio Di Gregorio, che ha fissato il quarto tempo assoluto (38’05”): il successo gli vale il titolo italiano, messo in palio proprio alla «3 Comuni Roll», l’argento è di Bruno Carrara (Team Futura), il bronzo di Francesco Merlini (Terme Euganee). Fra i Master B1-B2 il migliore è stato Guido Masiero (Montebelluna), mentre fra i Master B3-B5 successo e titolo italiano per Gino Ceccato (Cs Bassano).

Paola Beri skiroll 0In campo femminile la gara Master C è stata dominata da Paola Beri dell’Agonistica Valsassina, che ha percorso i 6 chilometri da Cimone a Garniga in 23 minuti e 24 secondi, mai impensierita dalle avversarie. Al secondo posto, dietro alla lecchese con 3’53” di distacco, si è piazzata Patrizia Panizza (Fondo Val di Sole), terza Rosanna Costa (Schio 1910).

Fra le Giovani – Senior a esultare è stata invece la promessa Alba Mortagna (Sc Valdobbiadene), astro nascente dello skiroll nazionale, con un tempo di poco superiore a quello della Beri (25’24’): la bellunese ha superato Claudia Lollobattista (Winter Sport Subiaco) e Silvia Pedretti (Marzola).

Per quanto riguarda le categorie giovanili, successi di Laura Mortagna (Sc Valdobbiadene) fra le under-16, Maria Gismondi (Winter Sport Subiaco) fra le under-14, Maria Invernizzi (Agonistica Valsassina) fra le under-12, Aurora Invernizzi (Agonistica Valsassina) fra le under-10, Giovanni Lorenzetti (Carisolo) fra gli under-16, Angelo Tognetti (Winter Sport Subiaco) fra gli under-14, Manuel Contoz (Amis de Verrayes) fra gli under-12, Luca di Gregorio (Agonistica Valsassina) fra gli under-10. Infine la classifica riservata alle società premia gli Amis de Verrayes (4.906 punti), che hanno preceduto il Mladina (4.143) e il Winter Sport Subiaco (2.523), le tre società che sono in lizza anche per il successo nella Coppa Italia 2017, la cui graduatoria finale verrà ufficializzata in settimana.

I COMMENTI

Il vincitore, Mauro Brigadoi, si sente sempre più a proprio agio sul Monte Bondone. “Dopo il successo dello scorso anno speravo di ripetermi e così è stato – afferma –. Con questa montagna ho un feeling particolare, dato che vi ho vinto due competizioni di skiroll e una di sci nordico alle Viote, quindi spero di tornare quanto prima. Per quanto concerne la gara, avevamo deciso di affrontarla come un allenamento e quindi abbiamo imposto subito un ritmo elevato, da metà in poi sono riuscito a staccarmi ed ad arrivare al traguardo con una certa tranquillità. Il percorso è molto bello, duro all’inizio, più malleabile alla fine, davvero piacevole”.

Francesco Becchis, secondo classificato, commenta così la propria prestazione: “Ho cercato di tenere duro il più a lungo possibile, ma al traguardo volante Brigadoi mi ha staccato e non sono più riuscito recuperare. Negli ultimi tre chilometri Ferrari mi ha raggiunto, ma con la volata ho conservato la seconda piazza. Un percorso molto bello, perché alterna tratti pianeggianti ad altri duri”.

Francesco Ferrari, che ha chiuso al terzo posto, rende onore agli avversari: “Sono soddisfatto della mia gara, anche se in volata avrei potuto fare qualcosa in più. Ad ogni modo quando Brigadoi ha deciso di scappare non c’è stato nulla da fare e nel testa a testa con Becchis ha vinto il migliore, quindi non ho grandi rimpianti. In quanto al tipo di percorso, è perfetto per la tecnica classica”.

Paola Beri, vincitrice della sfida femminile, non ha trovato rivali. “In effetti – conferma – avevo immaginato di dover lottare un po’ di più, invece ho potuto godermi il percorso, davvero bello. Io, in realtà preferisco gare più lunghe, ero preparata per una 12 chilometri, ma mi sono trovata bene, mi è piaciuto in particolare il pezzo finale da affrontare tutto di spinta. Dedico questa vittoria alla mia amica, collega e preparatrice Carla Ticozzi, una persona importantissima per la mia vita agonistica e non solo, ed anche alla mia famiglia”.

Alfio Di Gregorio, primo fra i master e quarto nell’assoluta, ricorda: “Il mio obiettivo era la classifica generale e, considerando la differenza di età con chi mi ha preceduto, non posso che essere contento. Oltre tutto ormai io sono un amatore, questa era appena la seconda gara stagionale, quindi va bene così”.

Silvano Berlanda, che coordina il comitato organizzatore della “3 Comuni Roll”, archivia con soddisfazione questa prima edizione: “Prima del via ero abbastanza agitato, perché c’erano molti aspetti da curare, ma il nostro staff ha lavorato bene e i concorrenti si sono divertiti. Il traguardo delle Viote in questo periodo dell’anno presenta dei rischi sul piano climatico, con questa soluzione, invece, si può stare tranquilli”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136