QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Short-track: il Bormio Ghiaccio si è aggiudicato il 56° trofeo Nicolodi

lunedì, 13 febbraio 2017

Trento – Il  Bormio Ghiaccio si è aggiudicato a Trento la 56esima edizione del “Trofeo Alberto Nicolodi”, manifestazione di pattinaggio velocità in pista corta (short-track) organizzata dalla Sportivi Ghiaccio Trento, svolta nel weekend al Palaghiaccio di via Fersina a Trento.

Una competizione che ha visto quest’anno una partecipazione record grazie alla presenza di 200 giovani atleti in rappresentanza di 12 Nazioni, 31 club e 3 rappresentative nazionali.Bormio ghiaccio In gara atleti di Belgio, Francia, Gran Bretagna, Germania, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Spagna, Ungheria ed Italia, impegnati nelle categorie Junior B, Junior C, Junior D, Junior E e Junior F maschili e femminili, con avvincenti sfide sull’anello di 111 metri.

La manifestazione, organizzata dallo staff della Sportivi Ghiaccio Trento diretto da Guido Tomasi e Michele Raus, ha dimostrato tutto il suo valore e prestigio internazionale, ed ha fatto la storia del pattinaggio velocità.

Alla competizione è stata inoltre assegnata dal Guinness World Record la prestigiosa etichetta di «Manifestazione internazionale di pattinaggio veloce su ghiaccio più vecchia del mondo, organizzata da un club», diventano l’evento sportivo più longevo del Trentino organizzato in due giornate di gara.

Una gara spettacolare ed avvincente in ogni batteria che nella più impegnativa e prestigiosa categoria Junior B ha visto il successo di Damiano Alberti (Bormio Ghiaccio) davanti a e al perginese Samuele Bernardi (SC Pergine) e al milanese Alberto Rava (Agorà Skating Team). Nella stessa categoria femminile vittoria finale per la tedesca Anna Katharina Gartner (EV Dresda) sulla francese Noelle Ribas e sull’altra tedesca Maxi Oestreich, con al 8° posto la prima atleta trentina Linda Gretter (VG Pergine).

Nella categoria Junior C si è imposto l’ungherese Peter Kmetyko (TS Szeged) sul pinetano Thomas Nicolodi (CP Pinè) e l’altro ungherese Bence Nogradi (TS Szeged) con Davide Oss Camper (Cp Pinè) alla fine quarto. Nella stessa categoria femminile primato per Elisa Confortola del Bormio Ghiaccio davanti alle compagne di squadra Giorgia Bresciani e allas slovacca Lucia Filipova, con al 6° posto Katia Filippi (C Pinè) prima tra le trentine.

Nella Junior D maschile vittoria finale per il lombardo Matteo Piacentini (Sport Evolution Bergamo) su Gianluca Bernardi (SC Pergine) e Giacomo Pedrini (Bormio Ghiaccio), con 6° Stefano Pederzolli (SG Pinzolo). Nel settore femminile successo finale per la spagnola Maria Luisa Gonzalez Salazar su Sveva Mazzoleni Ferracini (Pieve di Cadore) e l’atra spagnola Carla Alvarez Fernandez con Serena Pergher (SC Pergine) alla fine sesta.

Tra i più giovani Junior E primo posto per il Ceco Matej Popl (Bzk Praha) sull’inglese Freddie Polak (Nottingham Ice) e Daniele Cola (Bormio Ghiaccio), con Gabriel Maturi Padovani (SG Pinzolo) 5° e primo dei trentini.

In campo femminile si è imposta Emily Tormen (Pieve Di Cadore), davanti alla Ceca Michaela Poplova (Bzk Praha) e Sara Martinelli (Bormio Ghiaccio), ed 8^ Elisa Beltrami (Sporting Ghiaccio Pinzolo). Infine tra i più piccoli Junior F primo posto per il trentino Christian Maturi (Sporting Ghiaccio Pinzolo) su Pietro Antonioli (Bormio Ghiaccio) e l’ungherese Zalán Jancsó (Tkks Se Szeged).

Tra le giovani pattinatrici della stessa categoria successo della polacca Kornelia Woźniak (Uks Orlica) sulla compagna di squadra Hanna Mazur e Anna Cossi (Bormio Ghiaccio), con al 6° posto la giovane promessa di casa Emily Innocenti Emily (Sportivi Ghiaccio Trento).

È stato il Bormio Ghiaccio il club primo classificato a cui andato il 56° Trofeo Alberto Nicolodi precedendo lo Sporting Ghiaccio Pinzolo Vel., l’USG Pieve Di Cadore, con la 4° posto lo Sporting Club Pergine, al 5° gli ungheresi del Tkks Se Szeged e al 6° il Circolo Pattinatori Pinè.

Al termine sono stati premiati i primi tre di ogni categoria (vaso di cristallo) con ricchi premi a tutti i partecipanti. Il tutto alla presenza dell’ospite d’onore 2017 l’atleta tedesco Günter Traub, che nel gennaio del 1963 ottenne il record del mondo sulle quattro distanze proprio al Trofeo Nicolodi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136