QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Serie D, Girone C: la capolista Biancoscudati Padova passa sul Dro a Trento 3-2. TABELLINO

lunedì, 17 novembre 2014

Trento – Il Dro tiene testa alla corazzata Biancoscudati Padova, ma gli episodi condannano i gialloverdi, costretti ad uscire dal campo a mani vuote. Al “Briamasco” di Trento (il Centro sportivo di Oltra a difficoltà avrebbe accolto tutti i supporter patavini) si è così consumata una bella giornata di calcio, resa vivace dal folto pubblico e dalla colorata tifoseria ospite, con i gardesani che hanno reso difficilissima la vita alla capolista del girone C di Serie D, che però è riuscita a centrare i tre punti grazie al successo per 2-3.manfioletti 2

Mister Stefano Manfioletti cambia faccia al Dro, ma la partita parte con i veneti subito avanti. È appena il 5′ quando capitan Cunico con un diagonale beffa il portiere di casa Bonomi. I gialloverdi sono però ben disposti in campo e già al 12′ l’attivo Cremonini si rende protagonista di un’incursione sulla sinistra, ma il cross è neutralizzato dalla difesa ospite. Al 19′ su punizione dalle retrovie di Ischia, Petkovic anticipa Bazzanella, con Donati che poi colpisce la traversa, ma l’arbitro ferma il gioco per fuorigioco dello stesso Bazzanella. Continuano a premere i gardesani: al 23′ Cicuttini salta due avversari sulla destra limite tira, ma un avversario respinge. Donati deve abbandonare il campo per un malanno alla spalla, poi alla mezzora si rivedono i Biancoscudati con Mazzocco, il cui tiro è debole e impreciso. Il neoentrato Bortolotti, servito da Crem onini, due minuti dopo viene anticipato sul più bello da Sentinelli. I due poi si scambiano il favore con un tacco di Bortolotti che libera “Cremo”, il cui tiro è respinto dal portiere ospite, con Colpo che poi non approfitta sulla ribattuta. Dopo una punizione di Colpo alta, ci prova il patavino Ilari (respinge Ischia), poi è Cicuttini a trovarsi sui piedi una bella palla a pochi metri dalla porta avversaria, ma senza trovare il tempo per la battuta a rete. Prima della pausa, Bonomi in tuffo respinge un bel tiro del solito Cunico.

La ripresa comincia con il Dro avanti. Cremonini al 5′ si beve due avversari in corsa poi allarga per Cicuttini, che da destra entra in area ma poi sul più bello si impappina. Al 9′ dopo un corner Bazzanella prova a farsi spazio in area ospite, ma Niccolini rimedia in extremis. Al 17′ occasione per i Biancoscudati: una punizione di Segato viene deviata dalla barriera, la palla arriva al neoentrato Pittarello la cui girata è parata da Bonomi. Al 19′ il meritato pareggio firmato da Fabio Bazzanella, che su un corner da sinistra sbuca di testa sul primo palo e insacca.

Al 22′ l’episodio contestato che finirà per segnare la sfida: Cunico anticipa Bonomi in uscita bassa, per l’arbitro è rigore anche se il contatto non è evidente, poi dal dischetto lo stesso capitano biancoscudato batte il portiere di casa che sfiora la deviazione in tuffo. Alla mezzora il tris pad ovano: una punizione pesca in area Pittarello, la cui girata colpisce il palo, con Sentinelli che poi è lesto nel ribadire la palla in rete da un passo. Il Dro non molla e al 33′ una punizione di Colpo trova il colpo di testa di Bazzanella, impreciso nella circostanza. Al 35′ il gol della speranza giunge su dopo un pregevole scambio tra Bortolotti e Cremonini sulla sinistra, con quest’ultimo che poi mette in mezzo un pallone su cui piomba Andrea Cicuttini, la cui deviazione è perfetta e vale il 2-3. Tre minuti dopo ancora l’attivissimo Cremonini apre per Cicuttini, tradito da un rimbalzo al momento del tiro dal limite. Negli ultimi minuti tra una cosa e l’altra si gioca poco, con la capolista Biancoscudati Padova che riesce a difendere con i denti il risultato, ma il Dro può guardare al futuro con ottimismo vista l’ottima prestazione offerta.

TABELLINO
Dro – Biancoscudati Padova 2-3
RETI: 5′ pt e 22′ st rig. Cunico (BP), 19′ st Bazzanella (D), 30′ st Sentinelli (BP), 35′ st Cicuttini (D)
DRO (4-2-3-1): Bonomi; Calcari, Serrano, Ischia, Maran; Bazzanella, Ruaben (28′ st Proch); Donati (25′ pt Bortolotti), Colpo (40′ st Bertoldi), Cremonini; Cicuttini. All. Manfioletti
BIANCOSCUDATI PADOVA (4-3-3): Petkovic; Busetto (31′ st Thomassen), Sentinelli, Niccolini, Degrassi; Mazzocco, Segato, Nichele; Aperi (10′ st Pittarello), Cunico (42′ st Bedin), Ilari. All. Parlato
ARBITRO: Cipriani di Empoli (Santarpia di Sesto San Giovanni e Salvalaglio di Legnano)
NOTE: partita giocata al “Briamasco” di Trento, spettatori 900. Ammoniti Bonomi, Serrano, Maran, Bertoldi (D), Mazzocco (BP). Recupero tempo pt 2′ st 4′. Angoli 6-3


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136