QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Serie D, Girone C: Dro vicino al colpaccio, 1-1 col Belluno. TABELLINO

lunedì, 3 novembre 2014

Dr – Alla vigilia del match con la quotata Ital Lenti Belluno, in tanti in casa Dro avrebbero firmato per un pari, viste anche le diverse assenze a cui doveva far fronte mister Stefano Manfioletti tra squalifiche e acciacchi vari. Dopo il confronto con la terza forza del torneo, però, nella truppa gialloverde rimane l’amaro in bocca in quanto i droati sono passati in vantaggio ad inizio gara, per larghi tratti hanno contenuto il ritorno degli ospiti, che sono riusciti a pareggiare solamente in occasione di un rigore apparso molto generoso.manfioletti 2

Il Dro si presenta in campo con un 5-3-2 che è al contempo il miglior sistema possibile per limitare la manovra gialloblù e per valorizzare gli effettivi a disposizione di Manfioletti. Si inizia con i padroni di casa che premono sull’acceleratore e al 5′ è subito Donati, schierato come riferimento avanzato, a presentarsi tutto solo davanti a Solagna, ma il numero 10 gialloverde si fa ipnotizzare dall’estremo veneto che respinge. Al 7′ il vantaggio gardesano: Cremonini si procura una punizione al limite, sul pallone si presenta Mirko Colpo che con un bel sinistro arcuato non lascia scampo al portiere bellunese. I locali limitano le azioni ospiti, tanto che per vedere il primo tiro bisogna aspettare al 23′, quando Miniati al volo fallisce di poco il bersaglio. Dopo una fase di gara senza troppi sussulti, al 43′ il Dro va vicino al pari, quando Pr och di testa mette in mezzo un pallone che Donati non riesce a deviare verso la porta. Reagisce il Belluno con Duravia, che prima conclude a lato, poi su punizione colpisce la parte alta della traversa.
La ripresa comincia con l’episodio del rigore: Chesani strattona leggermente Corbanese, che vola a terra convincendo Zufferli a concedere il rigore, realizzato con sicurezza dallo stesso centravanti veneto. Il Dro non demorde e al 7′ Bazzanella serve Donati, il quale di destro mette in mezzo un traversone sul quale non arriva nessun gialloverde. Al 10′ su una punizione da destra Mosca è libero di incornare, ma Bonomi para. Donati qualche minuto dopo perde il tempo per la battuta di sinistro, poi con l’andare dei minuti cresce la pressione del Belluno, che al 40′ con il neoentrato Posocco si mangia un gol fatto. Al 43′ è poi Colpo a non trovare lo specchio della porta su un’altra punizione, infine, dopo un tentativo infruttuoso di Duravia, è Bazzanella a partire in contropiede per poi imbattersi in un rimpallo sfortunato. Finisce 1-1, da martedì a Dro si comincerà a pensare all’importante match di Arzignano.

TABELLINO
Dro – Ital Lenti Belluno 1-1
RETI: 7′ pt Colpo (D), 3′ st rig. Corbanese (B)
DRO (5-3-2): Bonomi; Bazzanella, Serrano, Ischia, Chesani, Maran; Cremonini (47′ st Grossi), Bertoldi, Colpo; Proch (36′ st Bortolotti), Donati (43′ st Calcari). All. Manfioletti
ITAL LENTI BELLUNO (4-1-4-1): Solagna; Pescosta, Merli Sala, Prünster (20′ st Sommacal), Mosca; Bertagno; D’Incà (25′ st Sadio), Masoch, Miniati (17′ Posocco), Duravia; Corbanese. All. Vecchiato
ARBITRO: Zufferli di Udine (Zambelli di Finale Emilia e Baldelli di Reggio Emilia)
NOTE: spettatori 250 circa; ammoniti Chesani,Calcari (D), Corbanese, Prünster, Sommacal (B). Recupero tempo pt 2′ st 3′. Angoli 0-4


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136