QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Serie D, Girone C: colpo del Dro a Pedavena, Union Ripa La Fenadora ko 2-3. TABELLINO

lunedì, 12 gennaio 2015

Pedavena – Prosegue l’ottimo momento del Dro, che dopo aver strappato un punto sul difficile campo di Sacile torna da Pedavena con il bottino pieno. I gialloverdi riescono infatti nell’impresa di sconfiggere a domicilio l’Union Ripa La Fenadora, squadra che naviga in zona playoff e che tra le mura amiche non perdeva dal 14 settembre. I tre punti per i ragazzi di Stefano Manfioletti sono arrivati dopo una partita dai mille colpi di scena, che ha premiato la compattezza e il carattere del gruppo gardesano, alle prese con diverse assenze tra squalifiche e infortuni.manfioletti 2

Pronti-via e la gara si rivela subito interessante. I primi a farsi vedere sono i padroni di casa con un insidioso traversone di Andreolla che non trova nessun compagno in area. Risponde il Dro con un cross di Proch, il quale sfrutta il suggerimento di Cremonini per mettere in mezzo un pallone che però si perde in una zona morta. Al 10′ occasione per i trentini con Bertoldi che, servito da una punizione di Colpo, di testa non trova lo specchio della porta. Risponde l’Union con un piazzato di Andreolla respinto dalla difesa ospite, poi sono ancora i gialloverdi a farsi vedere con un paio di calci da fermo del solito Mirko Colpo, sui cui suggerimenti né Cicuttini, né Chesani riescono a trovare il bersaglio. Al 31′ ci pensa così il centrocampista trentino a sbloccare il risultato con una pregevole rasoiata dalla distanza, che prima sbatte s ul palo alla destra di De Carli, poi si insacca inesorabilmente. Al 35′ Ciurletti va vicino al raddoppio (il portiere neroverde mette in angolo), poi è ancora Colpo a ripiegare in fase difensiva mettendo in corner un cross di Tibolla. Prima dell’intervallo arriva il raddoppio droato: Chesani si guadagna un sacrosanto rigore, Luca Bertoldi dal dischetto è glaciale e lo 0-2 è realtà.

Ad inizio ripresa i gardesani avrebbero l’occasione per chiudere definitivamente il match, ma Bertoldi stavolta si fa parare dal neoentrato Da Rif il penalty concesso per l’intervento di De Carli (espulso) su Cicuttini. Al 10′ Proch di testa gonfia la rete, ma secondo l’assistente il giovane gialloverde era in offside al momento del suggerimento di Cremonini. Così un minuto dopo l’Union riapre il match con un rigore causato da un fallo di mano di Ischia e realizzato da Andreolla. I bellunesi al 26′ trovano poi il pari con De March, protagonista dell’incornata vincente sul corner del solito Andreolla. Il Dro però non demorde e al 33′ con Colpo va vicinissimo al gol (Da Rif è miracoloso). Dopo la seconda ammonizione di Allegretti, i gardesani trovano il colpo del ko: il neoentrato Bazzanella serve Davide Cremonini, il cui destro è imprendi bile. Nel recupero Brotto sfiora il pari, ma il Dro si salva e porta a casa tre punti pesantissimi in chiave salvezza.
Foto © Daniele Mosna – Luca Bertoldi in azione

Union Ripa La Fenadora – Dro 2-3
RETI: 31′ pt Colpo (D), 45′ pt rig. Bertoldi (D), 11′ st rig. Andreolla (U), 26′ st De March (U), 38′ st Cremonini (D)
UNION RIPA LA FENADORA (4-4-2): De Carli; Gjoshi, De March, Slongo, Malacarne; Brotto, Tibolla, Venturin (33′ st Mastellotto), Dassie (4′ st Da Rif); Andreolla, Ponik (21′ st Solagna). All. Parteli
DRO (5-4-1): Bordignon; Chesani (35′ st Ajdarovski), Allegretti, Ischia, Adami, Ciurletti; Cremonini, Colpo, Bertoldi, Proch (43′ st Grossi); Cicuttini (20′ st Bazzanella). All. Manfioletti
ARBITRO: Colombo di Como (Berti e Gallorini di Prato)
NOTE: spettatori 500. Espulsi al 4′ st De Carli (U), al 37′ st Allegretti (D) e al 47′ st Gjoshi (U); ammoniti Dassie, Slongo (U), Bertoldi e Ischia (D). Recupero tempo pt 2′ st 4′. Angoli 5-5


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136