Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Serie D, Girone B: vincono Darfo e Trento, il Rezzato scappa in vetta. Tabellino, risultati e classifica

mercoledì, 21 febbraio 2018

Darfo – Cuore, grinta e la voglia di tornare a festeggiare anche in trasferta: il Trento piega per 4 a 2 il Levico Terme nel primo derby del 2018 grazie ad un rush finale di assoluto spessore. darfo boario calcio 1Dopo l’iniziale svantaggio a firma di Bertoldi, Bardelloni ristabilisce la parità con una “magia”, ma nella ripresa i locali tornano avanti grazie al secondo gol di giornata del bomber valsuganotto. Nel finale, però, il neoentrato Zecchinato, Paoli – alla prima rete stagionale – e Dadson piazzano aggancio e rimonta con il Trento che sale a quota 30 punti, scavalca Crema e Scanzorosciate, esce dalla zona playout e si prepara nel migliore dei modi ad affrontare un’altra sfida salvezza importantissima: domenica, infatti, al “Briamasco” arriverà il Ciliverghe Mazzano.

Grazie alla rete di Panatti nella ripresa il Darfo Boario torna alla vittoria nella 28a giornata di Serie D. Nel turno infrasettimanale del Girone B, i neroverdi superano 1-0 la Bustese. Colpo esterno della Pontisola, la Pro Patria rallenta ancora in casa contro la Virtus Bergamo e ne approfitta il Rezzato che batte 3-2 il Ciserano. Vince anche il Trento sul campo del Levico Terme. Di seguito risultati, classifica e tabellino.

Risultati 28a giornata Serie D Girone B

Ciliverghe Mazzano-Pergolettese 2-0
Crema-Pontisola 0-1
Darfo Boario-Bustese 1-0
Grumellese-Caravaggio 2-1
Lecco-Scanzorosciate 3-0
Pro Patria-Virtus Bergamo 1-1
Romanese-Lumezzane 0-0
Levico Terme-Trento 2-4
Rezzato-Ciserano 3-2

Classifica Serie D Girone B

Posizione/Squadra/Giocate/Vinte/Pareggiate/Perse/GF/GS/Punti

1. Rezzato 27 19 4 4 62:26 61
2. Pontisola 27 17 5 5 53:33 56
3. Pro Patria 26 16 7 3 38:17 55
4. Darfo Boario 27 15 6 6 41:19 51
5. Pergolettese 26 14 7 5 43:28 49
6. Virtus Bergamo 27 14 4 9 38:29 46
7. Lecco 27 11 7 9 33:28 40
8. Caravaggio 27 11 5 11 34:37 38
9. Ciliverghe Mazzano 27 10 6 11 35:32 36
10. Milano City 26 9 8 9 35:31 35
11. Lumezzane 27 10 5 12 27:38 35
12. Levico Terme 27 9 7 11 33:38 34
13. Trento 26 9 3 14 30:49 30
14. Crema 26 8 5 13 29:34 29
15. Scanzorosciate 26 8 5 13 29:38 29
16. Ciserano 27 4 11 12 30:44 23
17. Grumellese 26 6 4 16 23:42 22
18. Dro 26 4 9 13 23:45 21
19. Calcio Romanese 26 2 4 20 22:50 10

Live match.

Mister Filippini si affida al “3-5-2″ e apporta alcune variazioni all’undici iniziali: capitan Furlan è costretto a restare ai box per un problema fisico e il suo posto è preso da Appiah, mentre Aperi si posiziona sull’out di sinistra e in avanti tocca al classe ’99 Ferraglia fare coppia con Bardelloni.

Il Trento parte deciso: al 1′ Dadson calcia dal limite, ma Bastianello para con facilità e, subito dopo, anche Bortoli cerca la sorte da fuori area con la sfera che sorvola la traversa. Il Levico mette fuori la testa al 9′ e passa condurre: Fanelli apre per Rinaldo che entra in area da destra e viene contrastato fallosamente da Appiah. L’arbitro assegna la massima punizione e Bertoldi non sbaglia dal dischetto. Gli aquilotti reagiscono e trovano il pari al minuto 19 grazie ad una prodezza balistica di Bardelloni, che rientra dalla destra e poi piazza un gran sinistro che s’insacca proprio all’incrocio dei pali.

Si battaglia soprattutto in mediana, ma nel finale di frazione i padroni di casa “bussano” un paio di volte in alcune circostanze: Bertoldi s’incunea dalla destra e batte di potenza ma Festa è attento e respinge, poi lo stesso centravanti di casa e Alberti non trovano la porta da fuori.

Ripresa che si apre con il nuovo vantaggio del Levico Terme che, al 49′, passa nuovamente a condurre grazie a Bertoldi che vince il corpo a corpo con Kostadinovic (forse con un fallo) e poi batte di giustezza Festa.

Filippini comincia a ridisegnare la squadra con i cambi, in rapida sequenza, di Pangrazzi, Boldini e Zecchinato: il Trento guadagna campo e schiaccia il Levico nella propria metà campo. Il bomber, appena entrato, mette i brividi a Bastianello in acrobazio, ma la sfera esce sul fondo, ma al 73′ il centravanti aquilotto non sbaglia: Bardelloni mette il turbo sulla sinistra e appoggia al centro per il compagno che si fa trovare al posto giusto nel momento giusto e insacca la rete del due a due.

I gialloblù non si accontentano e assediano l’area termale: Pangrazzi calcia alto su assist di Zecchinato, poi Bacher ci prova dal limite e solamente una deviazione in extremis nega il gol al centrocampista e, successivamente, Severgnini è provvidenziale nell’anticipare Zecchinato al momento di battere a rete.

Il gol che “spacca” il match arriva all’85′: altra volata di Bardelloni a sinistra, corta respinta della difesa e gran botta di Paoli che, aiutato da una deviazione, infila Bastianello. Non pago il Trento continua a spingere e allo scadere mette in ghiaccio il risultato grazie al tiro piazzato di Dadson che, dopo l’ennesimo sfondamento di Bardelloni, batte dal limite direttamente nell’angolino basso.

Finisce 4 a 2 per il Trento, che supera in classifica Scanzorosciate e Crema, esce dalla zona playout e va a meno quattro proprio dal Levico Terme che deve, però, ancora osservare il proprio turno di riposo. Prossimo impegno domenica allo stadio “Briamasco” contro il Ciliverghe Mazzano, che in classifica precede i gialloblù di sei lunghezze.

TABELLINO
LEVICO TERME – TRENTO 2-4

LEVICO TERME (4-3-3): Bastianello; Rippa (35′st Xamin), Brugger, Severgnini, Micheli; Pancheri, Cosentini, Rinaldo; Alberti, Bertoldi, Fanelli (18′pt Brusco).

A disposizione: Stefani, Veronese, Nardelli, Andreatta, Dallaserra, Battista, Curzel.

Allenatore: Stefano Manfioletti.

TRENTO (3-5-2): Festa; Carella, Kostadinovic, Sorbo; Paoli, Dadson, Bortoli (14′st Bacher), Appiah (19′st Boldini), Aperi (25′st Zecchinato); Bardelloni, Ferraglia (9′st Pangrazzi).

A disposizione: Matin, Toscano, Casagrande, Badjan, Bertaso.

Allenatore: Antonio Filippini.

ARBITRO: Braghini di Bolzano (Betta di Bolzano e Marrone di L’Aquila).

RETI: 9′pt rigore Bertoldi (L), 19′pt Bardelloni (T), 4′st Bertoldi (L), 28′st Zecchinato (T), 40′st Paoli (T), 45′st Dadson (T).

NOTE: spettatori oltre 600. Campo in buone condizioni. Ammoniti Cosentini (L), Bertoldi (L), Alberti (L), Paoli (T) e Kostadinovic (T). Recupero 1′ + 4′.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136