Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Serie D, Girone B: il Darfo passeggia e va in vetta, 3-0 del Caravaggio sul Trento. Tabellino, risultati e classifica

domenica, 14 gennaio 2018

Dro – Il Darfo Boario passeggia (6-0) a Dro e complice il ko casalingo della Pro Patria contro il Rezzato va in vetta alla classifica del Girone B di Serie D grazie alle marcature di Spampatti, Zanardini, Lebran e Galelli. Cade il Trento a Caravaggio (3-0), perde anche il Levico Terme sul campo della Virtus Bergamo. Di seguito risultati, classifica e la cronaca col tabellino del match.

trento calcioRisultati 20a giornata Serie D Girone B

Caravaggio-Trento 3-0
Ciserano-Bustese 1-1
Crema-Lecco 2-0
Grumellese-Romanese 2-0
Dro-Darfo 0-6
Pro Patria-Rezzato 0-1
Pontisola-Ciliverghe 1-2
Lumezzane-Pergolettese 1-1
Virtus Bergamo-Levico Terme 2-0

Classifica Serie D Girone B

Darfo Boario 44 punti; Pro Patria 42; Rezzato 40; Pontisola 38; Pergolettese 36; Lecco 33; Virtus Bergamo 30; Ciliverghe Mazzano 29; Bustese Milano City 28; Levico Terme 27; Crema 1908, Caravaggio 26; Lumezzane 24; Scanzorosciate 21; Trento 20; Ciserano 17; Grumellese 15; Dro Alto Garda 14; Calcio Romanese 10.

IL TRENTO SI FERMA A CARAVAGGIO

Trasferta in terra lombarda da dimenticare per il Trento, sconfitto per 3 a 0 dal Caravaggio. Dopo tre successi di fila i gialloblù escono dal campo a mani vuote, condannati dalle marcature di Lella (32′), Crotti (53′) e Redaelli (92′). Gli aquilotti chiudono in dieci a causa dell’espulsione di Bardelloni e restano fermi a quota 20 in classifica a meno quattro dalla zona salvezza. L’occasione per rifarsi arriverà già mercoledì, quando la squadra tornerà in campo nel turno infrasettimanale valevole per la terza giornata: al “Briamasco” arriverà proprio il Lumezzane (kick off alle 14.30), che in classifica precede gli aquilotti di quattro lunghezze.

Live match

Il tecnico Antonio Filippini si affida ancora al “3-5-2″ e propone tre novità rispetto all’undici che ha sconfitto prima la Virtus Bergamo e poi il Pontisola. In difesa spazio a Carella a fianco di Kostadinovic e Sorbo, in mediana Boldini prende il posto di capitan Furlan, mentre in avanti il neoacquisto Aperi fa il proprio esordio in maglia gialloblù a fianco di Bardelloni.

Il Trento parte spedito: al 3′ Bortoli serve in verticale Bardelloni, anticipato in uscita da Tognazzi e, subito dopo, è Ghidini a chiudere sul numero novantanove trentino dopo verticalizzazione di Aperi. Lo stesso attaccante siciliano al 12′ si libera sulla destra e poi crossa teso in area piccola, ma nessun compagno si fa trovare pronto all’appuntamento con la sfera. Bortoli cerca i pali direttamente su calcio piazzato e sfiora il palo (14′), poi comincia a farsi vedere il Caravaggio e, al primo vero affondo, i locali sfiorano il vantaggio: traversone dalla sinistra di Crotti e mischia in area trentina con Carella che respinge il tiro a botta sicura di Caroccia. Passano tre minuti e Matin contrasta prima in uscita Lella e poi “mura” con il corpo il tentativo di rebound di Crotti dal limite dell’area. Il momento è favorevole alla compagine bergamasca, che al 32′ passa a condurre: lancio a scavalcare la difesa e precisa conclusione in diagonale di Lella che non dà scampo a Matin. Sei minuti più tardi Lella insacca di testa in tuffo su invito di Mangili, ma il direttore di gara annulla per l’evidente posizione di fuorigioco dell’ex di turno. Il Trento torna a farsi vedere sul finire di frazione con Ghidini che, in due circostanze, stoppa Bardelloni.

La ripresa si apre con i medesimi schieramenti e il Trento prova a pungere con Aperi, che elude l’intervento di un avversario con uno stop a seguire ma viene fermato in uscita da Tognazzi. Al 53′ il Caravaggio raddoppia: palla sventagliata in area e, dopo un batti e ribatti, conclusione vincente di Crotti dalla media distanza. Passano due minuti e l’arbitro estrae il “rosso” diretto all’indirizzo di Bardelloni su indicazione del guardalinee reo, secondo il collaboratore, di aver sferrato un colpo a palla lontana a Ghidini (che prontamente si rialza, senza bisogno dell’assistenza dei sanitari).

Filippini prova a rimescolare le carte operando un triplo cambio e passando al “3-4-2″ con Ferraglia a fianco di Aperi e Boldini dirottato sulla corsia di sinistra. Il Trento prova a riaprire il match, ma il Caravaggio rintuzza ogni tentativo e, in pieno recupero, trova la terza marcatura grazie allo splendido colpo di testa di Redaelli, che gira imparabilmente un calcio d’angolo proveniente da destra. Mercoledì è già tempo di tornare in campo allo stadio “Briamasco” per la terza giornata del girone di ritorno: quella contro il Lumezzane, diretta rivale nella corsa salvezza, sarà la quarta sfida in dieci giorni per i gialloblù.

 TABELLINO

CARAVAGGIO – TRENTO 3-0

CARAVAGGIO (4-3-3): Tognazzi; Careccia (40′st Tremolada), Alushaj, Ghidini, Ferri; Zanola, Lamesta (26′st Redaelli), Mangili; Crotti (43′st Baldrighi), Lella (35′st Joelson), Granillo (20′st Comelli).

A disposizione: Dominici, Pagliari, Moreo, Tomas.

Allenatore: Marco Bolis.

TRENTO (3-5-2): Matin; Carella, Kostadinovic, Sorbo; Paoli (15′st Ferraglia), Dadson (15′st Appiah), Bortoli (15′st Bacher), Boldini (35′st Toscano), Badjan (20′st Bertaso); Aperi, Bardelloni.

A disposizione: Scali, Giacomoni, Furlan, Cavagna.

Allenatore: Antonio Filippini.

ARBITRO: Rispoli di Locri (Barale di Torino e Laghezza di Mestre).

RETI: 32′pt Lella (C), 8′st Crotti (C), 47′st Redaelli (C).

NOTE: spettatori 250 circa. Campo in buone condizioni. Espulso Bardelloni (T) al 10′st per gioco falloso. Ammoniti Ghidini (C), Boldini (T) e Bacher (T) per gioco falloso. Calci d’angolo 8 a 3 per il Caravaggio. Recupero 2′ + 4′.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136