Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Serie D, Girone B: Darfo battuta dalla Virtus Bergamo, pari Trento. Tabellino, risultati e classifica

domenica, 21 gennaio 2018

Secondo ko consecutivo per il Darfo Boario che vede allontanarsi la vetta della classifica del Girone B di Serie D. I neroverdi, battuti mercoledì nel turno infrasettimanale dal Pontisola, perdono anche sul campo della Virtus Bergamo (2-0) sotto i colpi di Monni e Germani. Il Rezzato perfeziona il sorpasso al secondo posto in classifica vincendo sul campo del Dro e rimanendo a due punti dalla capolista Pro Patria. Pari per Trento, Lumezzane e Levico Terme, di seguito risultati e classifica del Girone B di Serie D.

Risultati 23a giornata Serie D Girone B

Caravaggio-Ciliverghe Mazzano 1-0
Ciserano-Trento 1-1
Crema 1908-Calcio Romanese 3-1
Dro Alto Garda Calcio-Rezzato 0-1
Lumezzane-Levico Terme 0-0
Pontisola-Lecco 3-2
Pro Patria-Grumellese 1-0
Scanzorosciate-Pergolettese 1-3
Virtus Bergamo-Darfo Boario 2-0

Riposa: Bustese Milano City

Classifica Serie D Girone B
Pro Patria 48 punti; Rezzato 46; Pontisola, Darfo Boario 44; Pergolettese 40; Virtus Bergamo, Lecco 36; Levico Terme 31; Bustese Milano City, Ciliverghe Mazzano, Caravaggio, Crema 29; Lumezzane 25; Trento 24; Scanzorosciate 22; Ciserano 19; Grumellese 15; Dro Alto Garda 14; Calcio Romanese 10

IL TRENTO INTERROMPE IL DIGIUNO IN TRASFERTA: A CISERANO FINISCE 1-1

Il Trento torna a muovere la classifica anche in trasferta a distanza di quattro mesi dall’ultima volta: i gialloblù impattano uno a uno sul campo del Ciserano, diretta rivale nella corsa salvezza, grazie alla rete realizzata a sette minuti dal termine da Zecchinato, a segno per la sesta volta in stagione, che ha impattato la marcatura messa a segno dopo appena quaranta secondi da Cariello. In pieno recupero parata “da urlo” di Festa sul colpo di testa di Serafini. Con il punto conquistato in terra bergamasca il Trento sale a quota 24 in classifica e tornerà in campo domenica prossima allo stadio “Briamasco” per un’altra sfida salvezza di fondamentale importanza: l’avversario di turno sarà lo Scanzorosciate.

Live match

Il tecnico gialloblù si affida per dieci undicesimi alla formazione che mercoledì ha sconfitto il Lumezzane: l’unica variazione è l’inserimento di Toscano sulla corsia di destra con Furlan che torna a ricoprire il ruolo d’interno.

Il Ciserano batte il calcio d’avvio e dopo quaranta secondi passa a condurre: Serafini appoggia al limite dell’area per Cariello che lascia partire un velenoso sinistro che s’insacca a fil di palo. Il Trento reagisce subito: al 7′ Dadson entra in area dalla sinistra e cade dopo un contatto con Motta, ma l’arbitro lascia giocare, mentre al 10′ Aperi controlla e poi cerca la conclusione mancina con la sfera che termina alta sopra la traversa. I gialloblù spingono: al 17′ il piazzato di Bortoli si stampa sulla barriera, riprende Zecchinato che batte a rete e un difensore s’immola con la sfera che arriva dalle parti di Aperi che prova a concludere ma non trova la porta. Il Ciserano abbassa sensibilmente il proprio baricentro e agisce di rimessa: al minuto 21 palla in verticale per Goury che entra in area dalla destra e cerca di saltare Festa, abile a sbarrargli la strada in uscita. La squadra gialloblù continua a premere: al 26′ punizione di Bortoli con Tabokas che anticipa di pugno Zecchinato e, sul proseguo dell’azione, l’interessante traversone di Furlan non trova compagni in area piccola pronti all’appuntamento con il pallone. Si cambia fronte e il Ciserano è ancora pericoloso: piazzato dalla destra e deviazione da centroarea di Becchio con provvidenziale intercetto di Carella nei pressi della linea, seppur a gioco fermo per la posizione di offside di Cortinovis.

Il Trento torna a premere e al minuto 36 ha una colossale occasione per pareggiare: punizione da sinistra di Bortoli, sponda di Sorbo per Aperi che batte a rete da pochi passi ma spedisce tra le braccia di Tabokas. Al 41′ Zecchinato insacca in spaccata su assist di Aperi ma quando il gioco era già stato fermato per la posizione di fuorigioco del centravanti gialloblù.

Nella ripresa Filippini opta per un cambio di modulo: al 51′ dentro Ferraglia al posto di Toscano e il Trento passa al “4-3-3″ con Zecchinato al centro del tridente, supportato dal neoentrato e Aperi. Al 58′ proprio il numero undici crossa dalla sinistra, ma i due compagni di reparto non ci arrivano. Gli aquilotti spingono e rischiano in ripartenza al 74′, quando Giovanditti sfonda a destra e crossa con intervento decisivo a centroarea di Kostadinovic. Filippini si sgola dalla panchina e, a sette minuti dal termine, il Trento trova il pareggio: corta respinta della difesa di casa sugli sviluppi di un calcio piazzato, il neoentrato Boldini appoggia per Ferraglia che scodella sul secondo palo per Zecchinato, che incorna di precisione sotto la traversa.

Le due squadre, già lunghissime, provano entrambe a vincere: Boldini cerca i pali dal limite ma il suo rasoterra termina a lato e, al primo minuto di recupero, Zecchinato batte con il mancino ma Bolis, entrato nel corso della ripresa al posto, fa buona guardia e mette in corner a mani aperte. All’ultimo sussulto calcio d’angolo per il Ciserano: battuta di Maspero e gran colpo di testa di Serafini che indirizza la sfera sotto l’incrocio dei pali, ma Festa è superlativo nell’intervento. Finisce 1 a 1: il Trento sale a quota 24 conquista il sesto risultato utile (cinque vittorie e un pareggio) nelle ultime sette gare e attende adesso l’arrivo dello Scanzorosciate, di scena domenica prossima al “Briamasco”.

TABELLINO
CISERANO – TRENTO 1-1

CISERANO (4-2-3-1): Tabokas (10′st Bolis); Motta, Suardi, Cortinovis, Crociati; Biraghi (16′st Giovanditti), Scampini; Becchio (48′st Ronchi), Cariello (38′st Vago), Goury (1′st Maspero); Serafini.

A disposizione: Foglieni, Sobacchi, Marino, Maffioletti.

Allenatore: Alexandro Dossena.

TRENTO (3-5-2): Festa; Carella, Kostadinovic, Sorbo; Toscano (6′st Ferraglia), Furlan (28′st Boldini), Bortoli (21′st Bacher), Dadson (34′pt Appiah), Paoli; Aperi, Zecchinato.

A disposizione: Matin, Casagrande, Giacomoni, Cavagna, Bertaso.

Allenatore: Antonio Filippini.

ARBITRO: Faraon di Conegliano (Spagnolo di Reggio Emilia e De Lorenzi di Parma).

RETI: 1′pt Cariello (C), 38′st Zecchinato (T).

NOTE: spettatori 200 circa. Campo in buone condizioni. Ammoniti Cortinovis (C) e Dadson (T) per gioco falloso, Serafini (C) per comportamento non regolamentare. Calci d’angolo 5 a 2 per il Ciserano. Recupero 3′ + 5′



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136