QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Serie D: Bortolotti e Ischia regalano la prima gioia. Il Dro batte il Mori Santo Stefano nel derby. TABELLINO

sabato, 4 ottobre 2014

Mori – Prima vittoria in campionato per il Dro, che nel derby del Basso Trentino batte il Mori Santo Stefano per due a uno. A lanciare i gialloverdi, un grande primo tempo, concluso con un doppio vantaggio probabilmente troppo stretto per quanto visto in campo. Tutt’altra musica nella ripresa, quando gli ospiti hanno reagito, trovando il gol su una disattenzione difensiva dei gardesani e poi mettendo in difficoltà i ragazzi di Stefano Manfioletti, capaci di difendere il risultato sino al triplice fischio. (Foto Daniele Mosna)dro bortolotti mori

La partita inizia con gli ospiti che reclamano per una respinta di Serrano su Tranquillini (per l’arbitro Colombo non c’è il tocco di mano del difensore gialloverde), poi il Dro comincia ad imporre il proprio gioco, tanto che al 18′ arriva il vantaggio: lancio di Serrano dalle retrovie, la difesa del Mori Santo Stefano si fa sorprendere, Davide Bortolotti è bravissimo nello scavalcare in pallonetto Poli e poi depositare la palla nel sacco. Due minuti dopo reagiscono i lagarini con Deimichei, il cui rasoterra da sinistra è troppo debole per impensierire Bonomi. Poco dopo Tranquillini prova la botta dalla distanza su punizione, ma la palla si perde a lato. Al 26′ occasionissima per i gialloverdi: Cremonini pesca in profondità Ruaben, che si presenta tutto solo davanti a Poli ma smarrisce la freddezza necessaria per raddoppiare, tanto che il tiro del giova ne gardesano è respinto dal portiere ospite. Al 35′ il Mori va vicinissimo al pari: l’arbitro Colombo giudica da rigore un reciproco «abbraccio» in area tra Serrano e Deimichei, ma dagli undici metri Tisi si fa ipnotizzare da Bonomi, che blocca la conclusione dell’ex gialloverde. Poco dopo Tranquillini ci riprova dalla distanza, ma senza precisione. Sempre il numero 9 tricolore impegna Bonomi con un tiro da fuori, ma al 45′ è ancora il Dro ad andare in gol: corner da sinistra di Maran, incornata di capitan Michele Ischia e palla in rete. Prima dell’intervallo è Bazzanella a sfiorare il terzo gol con un destro che non trova lo specchio della porta.

Nella ripresa il tecnico moriano Davide Zoller mischia le carte inserendo Pezzato, ma è ancora la squadra di casa a farsi vedere con Cicuttini, il cui tiro da fuori è parato da Poli. All’8′ lo stesso Cicuttini imbecca Cremonini, che prova la palombella ma il portiere ospite si salva. Rispondono gli ospiti con una bella azione sulla destra di Tisi, che scambia con Deimichei e poi mette al centro per Tranquillini, il cui colpo di tacco è troppo debole. Al quarto d’ora il Mori accorcia le distanze con Deimichei, che approfitta di un’incomprensione tra il portiere e la difesa gardesana su un lancio di Benedetti mettendo la sfera alle spalle di Bonomi. Un paio di minuti dopo è ancora il numero 7 ospite ad avere una palla buona, ma la sua conclusione in girata si perde a lato. I lagarini premono e Tranquillini colpisce il palo esterno da posizione defilata, così Manfio letti decide di inserire Adami (per il centrale gardesano è la 100esima presenza in Serie D) per rafforzare la difesa. Al 28′ è il neoentrato Proch a farsi spazio e concludere di sinistro, troppo centralmente però per impensierire Poli. Con l’andare dei minuti il furore del Mori sembra spegnersi, così bisogna aspettare il 40′ per vedere un altro tiro, con Tranquillini che conclude fuori. Gli ospiti alzano il baricentro e concedono il fianco al contropiede dei locali, come al 47′ quando Cicuttini in contropiede va vicinissimo al tris, ma l’errore della punta di casa è di fatto inutile visto che poco dopo Colombo mette fine al match.

TABELLINO
Dro – Mori Santo Stefano 2-1
RETI: 18′ pt Bortolotti (D), 45′ pt Ischia (D), 15′ st Deimichei (M)
DRO (4-3-3): Bonomi; Calcari (23′ pt Ciurletti), Serrano, Ischia, Maran; Bazzanella, Bertoldi, Ruaben; Cremonini (27′ st Proch), Cicuttini, Bortolotti (20′ st Adami). All. Manfioletti
MORI SANTO STEFANO (4-3-3): Poli; Concli, Crestani (31′ pt Benedetti), Manfrini (1′ st Pezzato), Dossi; Eisenstecken (30′ st Paracampo), Sceffer, Tisi; Pozza, Tranquillini, Deimichei. All. Zoller
ARBITRO: Colombo di Como (Esposito di Tolmezzo e Carotenuto di Monfalcone)
NOTE: spettatori 500. Ammoniti Bertoldi (D), Manfrini, Eisenstecken (M). Recupero tempo pt 2′ st 3′. Angoli 5-3


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136