QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Rubgy, l’Oltrefersina Sirena soffre ma passa anche a Sona

mercoledì, 20 novembre 2013

Sona – L’Oltrefersina Sirena Rugby dopo la prestazione vittoriosa contro la Benacense, riprende il proprio cammino nel campionato di serie C affrontando, nella quarta giornata, il West Verona sul campo di Sona. I ragazzi perginesi scendono in campo forse troppo convinti di poter imporre facilmente il proprio gioco su un avversario che occupa l’ultima casella della classifica. Invece, sin dai primi minuti della gara, si comprende che non sarà per niente una passeggiata anzi, ci sarà da lottare fino all’ultimo.  Il gioco dell’Oltrefersina non trova sbocchi e non si sviluppa, si soffre in mischia chiusa e in rimessa laterale dove il West è bravo ad anticipare il saltatore avversario. Appare del tutto evidente che i rossoverdi hanno dimenticato negli spogliatoi lucidità tattica, volontà e spirito di sacrificio senza dei quali, nel Rugby, non si va da nessuna parte.rugby oltrefersina

Mancando le piattaforme di partenza del gioco i “sirenotti” si affannano dietro ogni pallone e il gioco si sfilaccia in una serie di punti di incontro senza seguito. Nella confusione fioccano gli errori da entrambe le parti: avanti, fuorigioco, calci di spostamento approssimativi. Proprio da un calcio di punizione al 20° min, arrivano i primi tre punti del West Verona. I trentini provano ad attaccare ma non riescono a scardinare la difesa veronese, magari disordinata ma assolutamente volenterosa ed efficace. Al trentesimo, dopo un ulteriore fase di scontri sterili e confusi, il West gioca alla mano una punizione ed approfittando di un lento e disorganizzato rischiaramento della difesa trentina, marca la propria meta portando il punteggio sul 8 a 0. Al riposo coach De Marco striglia la sua squadra: troppi gli errori in mischia e touche, troppa confusione, errori individuali ma soprattutto scarsa combattività in tutti gli elementi.

Il secondo tempo però non cambia la situazione, ancora errori, ancora indecisioni. L’Oltrefersina dinamico e volitivo visto contro il Sudtirolo e soprattutto a Valeggio sul Mincio è un pallido ricordo, la squadra è irriconoscibile, nessuna palla viene giocata in maniera lucida, solo episodiche giocate individuali che vengono inesorabilmente stoppate da una difesa veneta che non lascia spazi, agevolata dall’estrema lentezza e prevedibilità del gioco trentino.

Dalla prima azione corale di tutta la partita nasce al 20° min la meta dell’Oltrefersina che con un’azione finalmente ben orchestrata dalle terze linee in supporto dei tre/quarti, offre la possibilità a Giovannini di schiacciare la palla oltre la linea. Taffelli non trasforma ed il risultato si porta sul 8 a 5 per i veronesi. Mancano 20 minuti alla fine della gara e l’Oltrefersina inizia a pressare agevolata da un riequilibrio delle fasi statiche di mischia e rimessa laterale. Ormai si gioca in pianta stabile nella metà campo del West che lotta e difende su ogni pallone pur trovandosi in evidente debito d’energie. La partita sembra ormai segnata quando a due minuti dal termine, un guizzo del mediano di mischia perginese Ceccato scompagina la difesa veneta con uno slalom ubriacante riuscendo ad aprire la palla sui centri che la trasmettono velocemente sul lato opposto del campo dove capitan Rizzi si fa trovare pronto a marcare la meta della vittoria. C’è solo il tempo per la trasformazione di Taffelli che aggiunge due punti e l’ottimo arbitro Stefani fischia la fine con il punteggio di 8 a 12 per l’Oltrefersina.

I rossoverdi perginesi dovranno ripartire, per il proprio bene, con lo spirito umile della matricola che si affaccia in punta di piedi un campionato difficile come può essere la Serie C. L’unica nota positiva della giornata sono i quattro punti guadagnati allo scadere del tempo… la Fortuna, questa volta, si è tolta la benda e ha sbirciato verso Pergine, ma è risaputo che la “Dea” è spesso volubile e capricciosa.
West Verona 8 Oltrefersina Pergine V. 12 (mete 1 – 2)

Marcature: PRIMO TEMPO: 20 min. c.p. West, 30 min. meta West (N.T.) SECONDO TEMPO: 20 min. meta OLT. Giovannini (N.T.), 38 min meta OLT. Rizzi (T. Taffelli).

Formazione Oltrefersina Sirena Rugby: 15 Forin, 14 Fontana Mario, 13 Da Ronch, 12 Taffelli, 11 Lorenzi (5m. st 17 Ceccato), 10 Campregher, 9 Gazzina, 8 Rizzi, 7 Giovannini, 6 Ferrari, 5 Defrancesco (15 m pt 18 Fontana Mauro) , 4 Dossi, 3 Cagol (15 m. pt 16 Mattivi), 2 Dalle Fratte, 1 Mancosu (10 m. st 19 Stefani). A disposizione 20 Zancanella, 21 Montibeller, 22 Ferrante. All. De Marco V. All. Calculli.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136