QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Rally, al Prealpi Orobiche la coppia Saresera-Taufer della Leonessa Corse si piazza al secondo posto

martedì, 25 aprile 2017

Brescia – Leonessa Corse, Saresera regala un bel podio al Prealpi Orobiche. Debutto stagionale per il giovane bresciano che con Taufer ha testato la Peugeot 208 della Vieffecorse prima dell’impegno stagionale del CIWrc. Secondo di classe su 22 partenti.

La Leonessa Corse torna dal 32° Rally delle Prealpi Orobiche con una bel sorriso; Gianluca Saresera e Daniel Taufer hanno ottenuto un ottimo secondo posto di classe R2B. La partecipazione alla corsa bergamasca è nata per poter ritrovare i giusti meccanismi in vista del Rally dell’Elba, primo impegno del CIWrc che si correrà tra due settimane.

FotoAlquati_RallyPrealpiOrobiche_Saresera0

Sulla Peugeot 28 R2B della Vieffecorse, Saresera ha provato varie soluzioni di assetto partendo con una configurazione morbida ed arrivando ad una più rigida. Al termine delle sei prove speciali, il driver classe 1991 ha ottenuto una bellissima seconda piazza di classe che, se rapportata alla qualità dei rivali, corrisponde davvero ad un ottimo piazzamento: il portacolori della Leonessa infatti, ha anche vissuto due momenti “topici” durante la corsa che hanno rischiato di compromettere la gara: una foratura ed un momento di …equilibrismo.

“Prima dello start della Ps1- racconta Saresera- abbiamo notato che c’era una gomma bucata; avevamo i tempi davvero ristretti ma in vista del CIWrc io e Daniel ci siamo allenati anche per la sostituzione degli pneumatici; abbiamo fatto un cambio gomma in meno di due minuti arrivando a timbrare in tempo per soli 5″: l’unico problema era che la pressione della ruota di scorta non era uguale alle altre ma almeno abbiamo “salvato” la gara”.

Nel secondo giro di prove poi, Saresera ha rischiato di capottare la 208 in un tornante. La vettura si è messa su due ruote per qualche istante e poi è ricaduta come se nulla fosse: “Anche in quell’occasione abbiamo perso almeno 7” ma se penso che abbiamo corso il rischio di trovarci gambe all’aria credo che alla fine sia andata bene così. E’ stato un bel rally con prove speciali impegnative e tanti avversari: un ottimo riferimento in vista del Rally dell’Elba”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136