QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Rally, a Majano Ravanelli chiude al terzo posto

mercoledì, 2 agosto 2017

Majano – Un Rally Città di Majano non facile, quello vissuto da Devis Ravanelli nel recente weekend, ma con un bilancio ampiamente positivo visto il terzo posto ottenuto, in una affollata e combattuta classe A7. Il portacolori della scuderia Pintarally Motorsport, presentatosi in terra friulana con l’intento di preparare al meglio il prossimo San Martino di Castrozza, si è reso protagonista di una prestazione convincente che, valutando tutte le carte sul tavolo, lascia intravvedere un futuro promettente in vista della gara di casa. (Ravanelli nella gara di Maiano, credit Fotosport).  dravanelli 10

Tante le incognite della vigilia, a partire dal cambio di casacca, con il pilota di Centrale di Bedollo (Trento) che saliva, per la prima volta, nell’abitacolo della Renault Clio Williams gruppo A del team Julli, a due anni di di distanza dall’ultima apparizione al volante dell’intramontabile trazione anteriore francese. Nuova vettura e nuova compagna di avventura con Elsa Dal Dosso che esordiva al fianco del trentino, in qualità di navigatrice.

“Siamo qui per cercare di rimetterci in moto – aveva anticipato alla vigilia Ravanelli – e per prendere feeling con la nuova Clio del team Julli, che non ho mai guidato prima. Auto nuova, molto bella, e navigatrice nuova ma con Elsa ci stiamo già capendo bene e quindi siamo fiduciosi”.

Il Rally di Majano 2017 è stato aperto all’insegna del maltempo: è infatti la pioggia ad ergersi a protagonista per la prima tornata, sulle due prove speciali in programma, con Ravanelli che decide di partire con gomme morbide e paga caro la scelta fatta, prendendosi parecchi rischi nel gestire la francesina sul bagnato. Giunti alla service area la scelta delle coperture, il driver trentino, grazie anche alle informazioni pervenute dal campo gara, monta gomme da asciutto e centra la soluzione migliore.

Il cronometro è questa volta dalla parte del pilota della Clio con un ottimo quarto e terzo tempo, rispettivamente, sulla terza e quarta prova speciale in programma; un risultato che gli permette di risalire sino alla quarta piazza, a meno di dieci secondi dal podio.

Con l’obiettivo di puntare al terzo posto Ravanelli esce dall’ultima service area con coperture forse troppo morbide, che non gli permettono di guidare al meglio, ma, nonostante questo, il doppio quarto parziale siglato gli consente, complice un fuori programma di Marchetti, di tagliare il traguardo sul gradino più basso del podio in classe A7.

“Siamo molto soddisfatti di questo terzo posto – sottolinea Ravanelli – perché, dopo le prime due prove disastrose, è stata quasi una sorpresa. La Clio di Julli è veramente un mezzo al top ed ha girato come un orologio svizzero. Grazie ad Elsa, bravissima, e a Pintarally Motorsport”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136