QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, Serie A1: tutto facile per l’An Brescia contro la Lazio Nuoto

sabato, 24 ottobre 2015

Mompiano – Una vittoria in tutta sicurezza, per l’An Brescia, nella quarta di campionato: a Mompiano, contro una combattiva Lazio Nuoto, finisce 16 a 9 (4-2, 5-3, 5-2, 2-2, i parziali) per i ragazzi di Sandro Bovo.pallanuoto brescia

Prive di elementi di assoluto rilievo (l’An ha dovuto rinunciare a Marco Del Lungo a causa di una ferita all’occhio subita in allenamento, mentre i capitolini erano senza il capitano, Federico Colosimo, per un problema muscolare), le due squadre si sono affrontate a viso aperto, dando vita a un match che, magari, non è mai stato in discussione, ma che comunque ha regalato sprazzi di gioco davvero pregevole. Di fatto, gli ospiti sono stati in partita fino all’avvio della terza frazione (risultata, ancora una volta, decisiva), quando il diciottenne mancino, Marco Ferrante, ha portato i suoi sul meno 3 (9-6); a quel punto, le calottine bresciane – come per scrollarsi di dosso il peso – hanno pestato sull’acceleratore, andando a segno per quattro volte consecutive (grazie alle spettacolari entrate di capitan Presciutti e di Sava Ranđelovic, e ai gol in superiorità di Nemanja Ubovic e Luca Damonte), e, sul più 7, la sfida è andata in archivio. Da parte An, dunque, una prova convincente per addentrarsi in una stagione che si fa sempre più intensa e ricca di impegni di cartello.

Altra nota veramente positiva nel pomeriggio biancazzurro, l’esordio nella massima serie nazionale del giovanissimo portiere (classe 1999), Francesco Massenza Milani; nel quarto tempo, l’atleta ha sostituito l’odierno estremo difensore titolare, Brando Dian, distinguendosi con alcuni interventi decisivi (una rete negata a Federico Lapenna e una palla rubata sui due metri) e facendo la gioia dei tifosi di casa.

«Sono molto felice di aver conosciuto in prima persona il clima della A1 – commenta il debuttante, Massenza Milani -, e ringrazio Sandro Bovo per avermi concesso questa opportunità. All’inizio ero molto emozionato ma i compagni mi aiutato dandomi la sicurezza necessaria per concentrarmi sul mio dovere. È sempre un piacere avere la fiducia dei propri compagni, ma se accade a questi livelli, diventa il massimo; riguardo la prestazione, penso di aver fatto la mia parte nonostante i due gol presi. Insomma, è stato proprio bello».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136