QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad

Pallanuoto, Serie A1: l’An Brescia regola la Roma Vis Nova

sabato, 12 marzo 2016

Mompiano – Pochi fronzoli e tanta sostanza: può essere sintetizzata così la prestazione odierna dell’An Brescia che, a Mompiano, nella ventesima giornata di campionato, regola la Roma Vis Nova con un eloquente 18 a 6 (5-1, 6-1, 0-3, 7-1, i parziali). Contro una Vis Nova giunta a Brescia senza i riferimenti dell’attacco (i centroboa Calcaterra e Mandolini), l’An non si lascia distrarre da nulla e già ben prima di metà gara i conti si possono considerare chiusi: con gol arrivati in quasi tutte le situazioni offensive (da boa, in controfuga, dall’attacco posizionale, in superiorità numerica, su entrata), a 3’ e 36 secondi dalla fine della seconda frazione, il vantaggio sui capitolini è di più 7 (9 a 2).

Poi, al cambio di panchine, il reparto offensivo bresciano s’inceppa ma il passaggio a vuoto non influisce sull’andamento del match; in ogni caso, Presciutti e compagni si riprendono con gli interessi nell’ultimo tempo, siglando sei gol di fila che affossano definitivamente la formazione ospite. In vista della semifinale di Coppa Italia (venerdì sera contro lo Sport Management), occorreva una prova che combinasse un giusto mix di determinazione e lucidità, con un occhio di riguardo alle fasi di copertura: il compito è stato eseguito e, ora, a testa bassa verso uno degli appuntamenti principali della stagione.

«La partita è stata un buon test per preparare la semifinale di venerdì – commenta il difensore biancazzurro, Sava Ranđelovic, oggi a segno due volte -: siamo riusciti a provare vari schemi che potranno venire utili e ora abbiamo ancora quattro giorni per ottimizzare i meccanismi. Anche se è vero che buona parte dei nostri pensieri era già rivolta alla Coppa Italia, il livello di concentrazione è comunque rimasto buono, senz’altro meglio di quanto è successo sabato scorso, a Bogliasco. Il passaggio a vuoto del terzo tempo l’abbiamo compensato abbondantemente con l’allungo dell’ultima frazione, un segno che eravamo ben presenti; adesso la testa va tutta a venerdì, daremo il 110 per 100».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136