QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, Serie A1: l’An Brescia nel sesto turno batte 7-4 l’Acquachiara

sabato, 15 novembre 2014

Mompiano – Grazie a una prova difensiva molto efficace, unita alla capacità di andare a segno nei momenti clou del match, l’An Brescia riesce ad avere la meglio su una Carpisa Yamamay Acquachiara che si è confermata un avversario davvero ostico: a Mompiano, nel sesto turno d’andata, la squadra di Sandro Bovo s’impone per 7 a 4 (2-1, 2-1, 2-2, 1-0, i parziali).pallanuoto brescia

Dopo la presentazione, durante la quale il pubblico bresciano ha salutato con caloroso applauso l’ex Peppe Valentino, si è subito evidenziato il notevole spirito battagliero del team napoletano, con i croati Antonio Petkovic (sua la rete cha ha aperto la sfida) e Fran Paskvalin, bravi a creare qualche grattacapo al reparto arretrato biancazzurro. Però, Presciutti e compagni non c’hanno messo tanto a prendere le giuste misure, sia nei confronti dei volitivi avversari, che per quel che riguarda l’arbitraggio, e, cammin facendo, la costante lucidità in difesa ha finito per fare la differenza: solo un gol subito in dodici situazioni di inferiorità numerica, cinque delle quali verificatesi nell’ultimo tempo.

Un dato statistico ben chiaro, che testimonia la determinazione dell’An nel voler portare a casa il risultato contro un’Acquachiara di qualità, e in ottima forma, e anche a fronte di una condotta arbitrale piuttosto severa nei propri confronti (sette le superiorità a favore, più un rigore).

In ogni caso, il grande lavoro dell’An non si è limitato alle fasi di copertura: in attacco, le calottine bresciane hanno creato una più che discreta mole di gioco, con un buon numero di palloni serviti ai centroboa e anche con controfughe molto pericolose. Solo alcuni piccoli difetti di precisione, e pure alcuni decisivi interventi del portiere ospite – a partire dal rigore parato a Federico Pagani -, hanno impedito che la vittoria fosse più netta. Comunque, un altro difficile ostacolo è stato superato e ora l’attenzione si sposta sugli impegni di Coppa Italia.

«Come ci aspettavamo – dichiara il numero 4 dell’An, Chicco Pagani, con tre reti, il miglior realizzatore di oggi -, è stata dura, l’Acquachiara è un’ottima squadra, e sono in forma: ce li troveremo tra sette giorni in Coppa Italia e dovremo scendere in acqua concentrati al massimo. Riguardo a noi, miglioriamo di volta in volta e stasera ci siamo espressi bene: la partita l’abbiamo vinta grazie alla performance con l’uomo in meno, bene così perché si tratta di una fase di gioco fondamentale. Dal canto mio, sono contento, sto bene, son soddisfatto dei tre gol, peccato per il rigore, però il mio ex compagno Caprani è stato bravo a intuire il tiro».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136