QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, Serie A1: l’An Brescia batte Bogliasco 16-12

sabato, 2 dicembre 2017

Brescia - In virtù di due veementi accelerazioni l’An Brescia centra la settima vittoria in altrettante giornate di campionato: a Mompiano, i  ragazzi di Sandro Bovo superano il Bogliasco per 16 a 12 (5-1, 3-5, 4-2, 4-4, i parziali).

Davvero coriacea la formazione di Bettini che ha dimostrato di non meritare il penultimo posto in classifica. Al di là della significativa prova degli ospiti, in casa An, hanno senz’altro pesato le fatiche accumulate nel tiratissimo – e molto amaro – match di Champions, in ogni caso, la sfida odierna non è mai scappata di mano e, nel dettaglio, è stata risolta grazie agli allunghi piazzati nella prima frazione (con i cinque gol consecutivi di Guerrato, Janovic, la doppietta di Rizzo e ancora Janovic), che è valso il 5 a 1 al primo intervallo, e poi nel terzo tempo, con le reti in sequenza di Vukcevic, Rizzo e Muslim, per l’11 a 6 che, di fatto, ha chiuso i conti. Al sette bresciano, il turno odierno è servito, ovviamente, per confermare la prima posizione in graduatoria, ma anche per recuperare le energie necessarie per inoltrarsi in un periodo con tanti impegni ravvicinati nel tempo: davanti all’intraprendenza dei bogliaschini, qualche calo di concentrazione c’è stato, ma nulla di preoccupante. A proposito di recupero di forze, coach Bovo ha lasciato a riposo capitan Presciutti e Del Lungo, riservando un ampio minutaggio ai giovani Morretti, Guidi (per la prima volta in acqua come avversario del Bogliasco), Guerrato e Manzi.pallanuoto brescia

“In vita mia, non mi era mai capitato – commenta Mario Guidi – di giocare contro Bogliasco e, fino al fischio d’inizio, la cosa mi ha fatto pensare parecchio. Però, già dalla prima azione, tutto è svanito e tutta l’attenzione è andata su quello che dovevo fare. Comunque, è stato bello ritrovare gli amici ex-compagni, li ho visti molto volentieri e non poteva essere altrimenti: a Bogliasco, son nato e cresciuto come pallanuotista e devo ringraziare la società ligure se oggi mi ritrovo in una squadra come l’An. Riguardo alla partita, abbiamo preso un po’ troppi gol, ma l’importante era vincere e, anche se tutto non è filato liscio, va bene così”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136