QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, Serie A1: dopo la qualificazione storica di Istanbul l’An Brescia riceve la Rari Nantes Bogliasco

venerdì, 28 marzo 2014

Brescia – A due giorni dal rientro da Istanbul, dove, con la vittoria sul Galatasaray, è arrivata la storica qualificazione alla fase finale di Champions League, l’An Brescia si rituffa in campionato: domani, alle 15, alla piscina di Mompiano, per la ventesima giornata, la squadra di Sandro Bovo riceverà la Rari Nantes Bogliasco, ovvero la stessa avversaria affrontata, e battuta, la settimana scorsa, nella semifinale di Coppa Italia.PALLANUOTO 2

Pur dovendo fare ancora a meno di pedine importanti come il centroboa Lorenzo Barillari, l’attaccante Steven Camilleri e il centrovasca, ex di giornata, Gianmarco Guidaldi (tutti e tre fuori per infortunio), la formazione ligure arriverà a Brescia piuttosto galvanizzata dal pareggio ottenuto, sabato scorso, con il Posillipo; il risultato con la terza forza del campionato, non solo ha fatto fare al Bogliasco un sostanziale passo verso la salvezza, ma lo ha anche rilanciato nella corsa per i play-off. Infatti, la compagine guidata da Daniele Bettini è, ora, all’ottavo posto (l’ultimo disponibile per partecipare agli scontri validi per il titolo) insieme alla Florentia, e, considerato che il turno di chiusura della stagione regolare, prevede proprio la sfida in casa dei fiorentini, il passaggio tra le migliori otto della pallanuoto tricolore, non è un miraggio. Quindi, nonostante il netto divario in graduatoria (52 punti l’An, 19 il Bogliasco), Presciutti e compagni dovranno vedersela con un avversario fortemente motivato a fare bene e che, comunque, davanti alla seconda in classifica, ha poco o nulla da perdere.

Da parte An, l’entusiasmo per il prestigioso traguardo raggiunto sulla scena internazionale, dovrà servire a superare in fretta la stanchezza accumulata nella trasferta in Turchia, e a richiamare il massimo della determinazione e tutta la voglia di esprimere sempre il potenziale di un gruppo che desidera arrivare lontano. In seguito alla sanzione (una giornata di squalifica) ricevuta alla fine della partita di sabato scorso con la Lazio, il tecnico Bovo non potrà essere sulla panchina del sette bresciano: al suo posto, il vice, Enrico Oliva.

«Il fatto di non essere a bordo vasca – dichiara Sandro Bovo -, poco importa, lascio la squadra in buone mani: quello che importa è che ci addentriamo sempre più nella fase calda della stagione. La partita di domani arriva in un momento di grande lavoro per preparare al meglio i tanti impegni che ci aspettano; ieri, tra trasferimenti in pullman e volo da Istanbul, siamo stati in ballo sette ore. Alla sera, c’è stato l’allenamento in acqua, poi, oggi, palestra e doppia seduta in piscina, domani, palestra prima del match. Insomma, l’attività è veramente intensa e, da qui in avanti, dovremo essere bravi a trovare la giusta concentrazione per far valere le nostre qualità davanti a ogni avversario, a partire dal Bogliasco».

«Senz’altro – commenta il vice, Oliva -, spiace per la squalifica di Sandro; per il resto, mi sento tranquillo, i ragazzi sono preparati, potrebbero fare bene da soli, ma, in ogni caso, ci metterò del mio per puntare alla vittoria e per proseguire nel cammino di crescita. Tra l’altro, c’è una sorta di ricorso storico: nella passata stagione, sempre per una squalifica comminata a Sandro, ho esordito sulla panchina della serie A1, proprio con il Bogliasco, però fuori casa. Andò bene, vincemmo con una squadra che era più competitiva rispetto a quella attuale, e chiaramente farò di tutto perché si ripeta l’esito».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136