QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, riscatto dell’An Brescia contro la Promogest Quartu

sabato, 8 febbraio 2014

Mompiano – Grazie a una performance difensiva perfetta per oltre tre tempi, per l’An Brescia, la sfida casalinga con la Promogest Quartu S. Elena si rivela più agevole del previsto: a Mompiano, i ragazzi di Sandro Bovo s’impongono 16 a 3 sugli isolani, in un match condotto, fino a quasi la metà dell’ultimo periodo, senza subire reti (i risultati parziali sono stati 2-0, 4-0, 5-0, 5-3). Una evidente prova di forza che ben testimonia la voglia dei bresciani di riscattare, fin da subito, la battuta d’arresto di una settimana fa con il Recco, facendo leva sull’efficacia della difesa, reparto che, a Sori, è incappato in alcuni passaggi a vuoto.pallanuoto brescia

Alla malcapitata formazione cagliaritana non è rimasto che raccogliere le briciole (il primo gol, siglato da Davide Steardo, è arrivato sul 13 a 0); la Promogest ha avuto anche 9 superiorità numeriche, ma Presciutti e compagni le hanno neutralizzate tutte (per l’An, i gol con l’uomo in più sono stati 5 su 13). Con 3 reti, i migliori realizzatori della giornata sono stati i biancazzurri Willy Molina, Valerio Rizzo (2 rigori) e Christian Napolitano; a proposito di quest’ultimo, oggi il centroboa siracusano ha dovuto fare gli straordinari a causa dell’assenza di Michael Bodegas (impegnato con la nazionale francese).

«L’obiettivo di partenza – racconta il numero 9 dell’An, Nicholas Presciutti – era prendere meno gol possibili: visto quello che è successo con il Recco, a cui abbiamo concesso troppo da centroboa e sulle entrate, in settimana abbiamo lavorato molto per essere concentrati al massimo nelle fasi difensive. Direi che è andata bene, siamo riusciti a non prendere reti per più di tre tempi e in inferiorità li abbiamo mandati in bianco. Comunque, non è stato semplice: arriviamo da sedute di allenamento molto pesanti e riuscire ad avere il massimo dell’attenzione non è una cosa tanto immediata. Per cui, bene così, il percorso di crescita prosegue».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136