QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto: nella quattordicesima giornata An Brescia soffre a Savona, ma alla fine vince

sabato, 31 gennaio 2015

Savona – Altro successo, pur sofferto. An Brescia soffre ma, alla fine, porta a casa il risultato: nella quattordicesima di campionato, ospite della Rari Nantes Savona. L’An Brescia vince 8 a 12 (2-2, 3-2, 1-4, 2-4, i parziali) e si conferma leader solitaria del torneo. Come previsto alla vigilia, il match di oggi si è rivelato insidioso, con la formazione ligure in vantaggio al cambio di panchina e seriamente intenzionata a far cadere, per la prima volta sulla scena nazionale, la capolista. Però, a dispetto delle fatiche accumulate nella vittoriosa sfida di coppa col Radnicki, e a dispetto della PALLANUOTO 2combattività e della qualità – soprattutto nel gioco dinamico – dei savonesi, ancora una volta, Presciutti e compagni hanno reagito alle difficoltà facendo leva sul proprio potenziale e sulla capacità di trovare la giusta concentrazione, ed effettuando un cambio di marcia che non ha lasciato scampo all’avversario.

Il primo fondamentale break del terzo tempo con quattro reti consecutive (nell’ordine, Molina, Bodegas, Napolitano e Pagani), e poi gli altrettanti gol nell’ultima frazione, hanno concretizzato un crescendo di rendimento che testimonia la grande volontà dell’An di continuare a migliorare incontro dopo incontro.

«Sapevamo che sarebbe stato difficile – commenta l’attaccante dell’An, Valerio Rizzo, savonese doc e sempre nel cuore della tifoseria biancorossa – e di fatica, senza dubbio, ne abbiamo fatta. Soprattutto grazie alla loro velocità, alle loro doti atletiche, ci sono stati attaccati per tre tempi. Noi eravamo un po’ stanchi e siamo incappati in qualche disattenzione, e loro son stati bravi ad approfittarne. Poi, però, abbiamo riordinato le idee, abbiamo tirato fuori la calma e la tranquillità necessarie per giocare come sappiamo, imponendo i nostri ritmi, e le cose sono girate nettamente dalla nostra parte. Nella seconda metà del match abbiamo realizzato il doppio delle reti segnate nei primi due tempi: evidentemente, all’inizio, le tossine accumulate mercoledì sera erano ancora da smaltire».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136