QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Pallanuoto, l’An riparte dal match contro Quartu Sant’Elena dopo due sconfitte consecutive

venerdì, 7 febbraio 2014

Mompiano – Far tesoro degli errori commessi nelle ultime uscite e riprendere, al più presto, il proprio cammino di crescita: sono queste le linee guida con cui l’An Brescia si prepara ad affrontare la Promogest Quartu S. Elena, per il sedicesimo turno del campionato di A1. L’appuntamento è domani, sabato, alle 15, alla piscina di Mompiano.pallanuoto brescia

Dopo le due sconfitte consecutive – le prime della stagione -, subite dal Radnicki Kragujevac (nella fase preliminare di Champions) e dal Recco (il passo falso di Sori è costato il sorpasso in classifica da parte dei recchelini), l’An torna davanti ai propri tifosi con tanta voglia di fare bene, sia dal punto di vista del risultato, che per quel che riguarda la qualità del gioco. In questo senso, per ripartire col piede giusto, i ragazzi di Sandro Bovo sono chiamati a non sottovalutare l’avversario e a ricorrere alla massima concentrazione: con soli 9 punti, la Promogest è penultima in classifica e non gode dei favori del pronostico, ma, proprio per questo, arriverà a Mompiano senza particolari assilli e senza nulla da perdere. In ogni caso, la squadra cagliaritana è distante solo tre punti dalle concorrenti per la salvezza (Florentia e Bogliasco) e c’è da aspettarsi una prestazione tutt’altro che rinunciataria.

In casa Brescia, non ci sarà Michael Bodegas, impegnato con la nazionale francese nella sfida (d’andata) con Malta, per la qualificazione ai prossimi europei di Budapest (in programma a luglio): al posto del centroboa marsigliese, sarà schierato il giovane Stefano Guerrato (classe ’97).

«La sconfitta col Recco – afferma il capitano dell’An, Christian Presciutti – va archiviata: abbiamo giocato con la grinta giusta ma, forse, li abbiamo attaccati con troppa foga e questo atteggiamento ci è costato alcune gravi disattenzioni difensive. Per me, Recco è la squadra più forte in Europa e, se si vuole averne ragione, non si possono concedere regali. Comunque, noi siamo un team giovane e intendiamo ripartire dagli errori per proseguire a migliorare; con grande attenzione stiamo analizzando sbavature e sbagli, così da elevare le nostre qualità. Venendo a sabato, con la Promogest, la partita è facile solo sulla carta: loro si devono salvare e arriveranno pronti a lottare. Personalmente, mi auguro che riescano a rimanere in A1 perché la società sarda è una realtà seria e molto corretta; però, noi non abbiamo intenzione di lasciare punti, vogliamo vincere per continuare a crescere e ci stiamo allenando ancora più intensamente rispetto agli ultimi periodi. Sappiamo che possiamo toglierci delle grosse soddisfazioni e non lasceremo nulla al caso».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136