QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, l’An Brescia ospita il Marsiglia per gli allenamenti

lunedì, 3 marzo 2014

Brescia – Cercare di correggere, al più presto, gli errori commessi nelle ultime uscite di cartello (con il Recco, in campionato, e a Kragujevac, in Champions), lavorando intensamente per quattro giorni durante i quali saranno ben sei le partite di allenamento: da domani a venerdì, l’An Brescia ospiterà il Cn (Cercle de nageurs) Marsiglia per una sorta di raduno che darà modo di migliorare le rispettive condizioni di forma. Dunque, dopo l’Olympic Nizza (ospitato durante le festività natalizie), a Brescia arriva la squadra più blasonata di Francia (33 i titoli nazionali conquistati), già incrociata (e sconfitta) dalle calottine bresciane, l’anno scorso, in coppa campioni; attualmente, nel campionato Pro A (la massima serie transalpina) il Marsiglia è terzo in classifica, dietro a Montpellier e Nizza, e, esattamente come l’An, è qualificato per le finali di Coppa di lega (l’equivalente della Coppa Italia) che si terranno il 15 e il 16 marzo, a Parigi.pallanuoto

Orfana di due pedine importanti come gli stranieri del Brescia, Michael Bodegas e Ugo Crousillat (quest’ultimo lontano da Marsiglia già per il secondo anno), la formazione guidata da Olivier Chandieu, probabilmente, in patria, non è più la squadra da battere per antonomasia, però rimane una compagine di ottimo livello, con giocatori di qualità come il centroboa Alexandre Camarasa, capocannoniere della rassegna nazionale (con 57 gol). In ogni caso, la pallanuoto francese si sta sempre più affermando a livello internazionale, e le 40 reti (20-8 l’andata a Montpellier, 6-20 il ritorno a La Valletta) segnate a Malta, nei due match valevoli per la qualificazione ai prossimi europei di Budapest, lo dimostrano chiaramente; d’accordo, la rappresentativa maltese non è, di certo, tra le più competitive, però 40 gol son davvero un bel gruzzolo. E, sempre a proposito di qualificazioni agli europei, anche la Spagna di Willy Molina (per altro, tenuto a riposo insieme agli altri tre “senatori”, Xavi Garcia, Espanol e Minguell) ha avuto vita (molto) facile con l’Ucraina: dopo aver vinto abbondantemente a Dnipro, nel ritorno giocato a Matarò, gli iberici si sono imposti 25 a 6.

In casa Brescia, fino a mercoledì mattina, Sandro Bovo avrà i ranghi ridotti per la concomitanza con il collegiale del Settebello al quale partecipano Marco Del Lungo, Peppe Valentino, Alessandro Nora, Nicholas Presciutti e Francesco Di Fulvio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136