QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, Coppa Italia: An Brescia primo nel Girone C, battuta la Bpm Sport Management

sabato, 8 ottobre 2016

Mompiano – Tanta fatica ma anche tanta tenacia, senza mai perdere la convinzione di potercela fare: è così che l’An batte un agguerritissimo Sport Management centrando l’obiettivo di chiudere al primo posto il girone C della seconda fase della Coppa Italia 2016-2017.pallanuoto-an-brescia-2016 In un’affollata piscina di Mompiano, i ragazzi di Sandro Bovo superano la Bpm per 6 a 5 (1-0, 1-1, 1-0, 3-4, i parziali), al termine di una vera e propria battaglia rimasta in equilibrio fino agli ultimi istanti di gioco. Nel dettaglio, a risolvere la contesa, è stato il gol in superiorità siglato da Vjekoslav Paskovic a tre secondi dal suono della sirena; più in generale, a far pendere la bilancia dalla parte dell’An, la maggiore determinazione – unita a una già notevole qualità di gioco – espressi nell’arco, non solo dell’ultima sfida, ma anche di tutti e due i giorni della competizione. Dover affrontare una formazione molto ben attrezzata come quella di Baldineti, al termine di una intensa serie di importanti match, non era un compito facile, ma Presciutti e compagni non si sono fatti condizionare da una preparazione tutt’altro che ultimata, regalando grandi emozioni ai propri tifosi. Dal punto di vista prettamente tecnico, di rilievo la prestazione di entrambi i portieri, senza dubbio i migliori in acqua, anche al di là dei rigori parati (uno per parte).

«Sono state tre partite interessanti – commenta il tecnico dell’An, Bovo – e siamo contenti di aver raggiunto il traguardo di passare per primi il turno. Riguardo a stasera, la stanchezza ha un po’ prevalso sui vari aspetti tecnici: a farne le spese, soprattutto, è stata la qualità delle conclusioni a rete, e, per contro, è venuta fuori la performance dei portieri che sono stati i protagonisti del match, sia per la loro bravura, che per i tiri non troppo precisi. Nel complesso, nei giorni, a tratti, ci siamo espressi molto bene, riuscendo a dare concretezza a numerose opportunità di gioco con schemi efficaci; in alcune situazioni, è emersa anche un po’ di confusione ma trovo che faccia parte del cammino cominciato da poco. Ora ci aspetta la Champions, sarà più difficile ma abbiamo tutte le intenzioni di fare bene».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136