QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, Champions League: l’An Brescia cede all’ultimo alla Pro Recco

giovedì, 5 marzo 2015

Mompiano – Grandi emozioni alla piscina di Mompiano dove, solo per un soffio, l’An Brescia non riesce a frenare il cammino della Pro Recco in Champions League: nel sesto turno della fase preliminare, i ragazzi di Sandro Bovo cedono di un solo gol – 5 a 6 (1-2, 0-1, 3-0, 1-3, i parziali) – davanti a una squadra imbottita di campioni e ormai pressoché imprendibile in testa alla classifica del gruppo A.pallanuoto brescia

Per quattro tempi, Presciutti e compagni esaltano il folto pubblico accorso stasera, grazie a una prova contraddistinta dalla grande voglia di imporre il proprio gioco senza alcuna soggezione davanti all’avversario di sempre che, con gli stranieri Ivovic, Filipovic e Jokovic, è decisamente rinforzato nella sua veste europea. Nonostante, a metà partita, l’An si ritrovi sotto di due reti, la convinzione nei propri mezzi non viene mai meno e, nella terza frazione, Recco subisce l’arrembante ritorno dei bresciani che, grazie alle reti di Valerio Rizzo e dei fratelli Presciutti (la staffilata di Nicholas fa sobbalzare l’intera tribuna), passano a condurre la trepidante sfida. Un’arcigna difesa (alla fine, saranno 2 i gol subiti in 9 situazioni di inferiorità numerica) e una grande determinazione in fase offensiva, consentono il meritato sorpasso. Nel quarto tempo, il carattere e la generosità non vengono meno ma, molto probabilmente, soprattutto considerando la recente due giorni di Coppa Italia, è la stanchezza a condizionare l’efficacia del gioco dei biancazzurri, che, comunque, una volta terminate le ostilità, raccolgono il caloroso applauso dei propri tifosi. Con quattro giornate ancora da disputare, la corsa per l’ultimo posto valido per l’accesso alla Final Six, rimane aperta e l’An darà il massimo per centrare l’obiettivo.

«Peccato per l’ultimo gol preso in inferiorità – dichiara il tecnico, Sandro Bovo -, il pareggio poteva starci ampiamente. In ogni caso, abbiamo disputato una prova di grande cuore e di grande intensità, dobbiamo continuare con questo atteggiamento. Abbiamo ancora notevoli margini di miglioramento e, per crescere, lavoreremo con una decisione che aumenterà allenamento dopo allenamento».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136