QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, Champions League: l’An Brescia passa in casa dello Spandau Berlino

mercoledì, 5 aprile 2017

Berlino – Una solida An Brescia conquista i tre punti nella nona giornata della fase preliminare di Champions League, conservando il terzo nel girone A e, dunque, rimanendo pienamente in corsa per l’accesso alla Final Six: in casa dello Spandau Berlino, i ragazzi di Sandro Bovo s’impongono per 14 a 10 (5-3, 2-3, 7-4, 0-0, i parziali), al termine di un match in cui, anche nei passaggi più critici, la fiducia nei propri mezzi non è mai stata scalfita. Vittoria doveva essere, e vittoria è stata: per conservare i due punti di vantaggio sui diretti avversari dell’Orvosi, occorreva fare bottino pieno alla piscina Schöneberg e, con una prova di grande concretezza, l’An è riuscita a far valere le proprie qualità e la voglia di un gruppo fermamente intenzionato a essere protagonista fino alla fine del massimo torneo continentale.pallanuoto brescia

Stasera, come messo in conto, il compito del sette bresciano non è stato agevole: lo Spandau era all’ultima apparizione di Champions, davanti al proprio pubblico e, in tutti i modi, la compagine di Kovacevic ha provato a tenere aperti i giochi ma la ferrea determinazione e le qualità di Presciutti e compagni, hanno fatto la differenza: anche quando, a 2’ e 21 secondi dal termine della terza frazione, i padroni di casa hanno riaperto il match arrivando al 10 pari, i biancazzurri non si sono scomposti, non hanno perso neppure un filo di concentrazione, e, con il successivo e micidiale allungo (4 gol nei due minuti finali sempre del terzo periodo), hanno chiuso i conti. In teoria, lo Spandau avrebbe avuto anche l’intero ultimo tempo per rifarsi sotto nel punteggio, ma solo in teoria: nella pratica, in attacco, anche se non è mai andata in rete, l’An si è espressa con ordine, cercando sempre di sfruttare tutti i 30 secondi di possesso palla, e, in difesa, tutti i varchi sono stati sigillati.

Ora rimane l’ultimo appuntamento della fase a gironi, ovvero mercoledì 26, a Mompiano, contro l’Olympiacos (oggi sconfitto, ad Atene, dal Szolnok, e quindi non più in testa alla classifica): un’altra battaglia da affrontare.

“Sono contento tanto del risultato quanto della prestazione – commenta coach Bovo -, abbiamo giocato bene, con la giusta consapevolezza e grinta di livello. Per noi, l’esito della gara contava di più, loro avevano meno peso addosso: siamo stati bravi. Nell’ultimo tempo, quando ancora tutto poteva essere messo in discussione, abbiamo difeso in modo efficace e Marco ha chiuso la porta: insomma, nei momenti clou, ci siamo fatti valere. Un sostanzioso passo avanti verso la sfida con l’Olympiacos”.

“Devo fare i complimenti ai ragazzi – dichiara il presidente, Andrea Malchiodi, al seguito della squadra a bordo vasca -, hanno dato prova di grande concretezza e maturità. La partita è sempre stata sotto il nostro controllo, anche quando hanno raggiunto il pari, la tranquillità, la convinzione di potercela fare, non sono venute meno; un successo che dà grande soddisfazione, anche perché loro ci tenevano a fare bene e per tutto il quarto tempo hanno provato a rientrare nel match”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136