QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Pallanuoto, Serie A1: An Brescia vince anche a Busto Arsizio contro la Bpm Sport Management

venerdì, 22 aprile 2016

Busto Arsizio – Anche in terra varesina, l’An Brescia conferma la sua ottima condizione a livello mentale: nella ventitreesima di campionato, contro un’agguerrita Bpm Sport Management, finisce 7 a 2 (1-0, 0-1, 2-0, 4-1, i parziali) per i ragazzi di Sandro Bovo. Ancora tanta sostanza da parte dei biancazzurri che, stringendo i denti e facendo leva soprattutto su una notevole solidità psicologica, prevalgono su un avversario di valore e deciso a far valere il fattore campo.

PALLANUOTO 2

In avvio, davanti a una difesa molto aggressiva, con pressing portato anche a metà vasca, l’An reagisce con calma e determinazione, effettuando continui movimenti e proponendo, fin dalle prime azioni, il doppio centro (come con Trieste, a rotazione Bertoli, Nicholas Presciutti, Molina). Dietro sempre efficaci i biancazzurri che contrastano bene le iniziative degli uomini di Baldineti,

Nel secondo tempo, entrambe le formazioni continuano a chiudere bene in difesa; in più, la squadra trova alcuni interventi di Lazovic davvero incisivi, e così la Bpm riesce a pareggiare.

Al cambio di panchine, la costanza e la fermezza dei bresciani, azione dopo azione, segna le sorti dell’incontro; dopo la bella rete su tocco delicato di Ubovic, da boa, l’An, finalmente, concretizza la sua prima superiorità (a quel punto, il dato era 0 su 4) con Molina che sigla dai cinque metri. Da qui in avanti, piano piano, i padroni di casa finiscono fuori dal match: anche le controfughe pericolose vengono neutralizzate da Presciutti e compagni. L’ultima frazione si apre con la terza rete di Ubovic e dalla successiva parata di Del Lungo nella sesta superiorità numerica della Bpm: due passaggi che incanalano definitivamente la sfida dalla parte del sette bresciano. Sul 4 a 1, infatti, il team veronese non trova più spunti per rientrare in partita: ogni ripartenza viene chiusa molto bene dall’An e le segnature di Rizzo (su rigore), Christian Presciutti (controfuga micidiale) e Napolitano (lucido dai due metri), rendono vano il gol di Petkovic, arrivato con l’uomo in più dopo quasi due tempi di digiuno. Come con Trieste, stasera, in casa An, poche reti all’attivo, ma pochissime al passivo: questo era l’obiettivo e questo è stato ottenuto, avanti così.

GLI SPOGLIATOI - «La nostra – dichiara Nemanja Ubovic, con tre gol, miglior realizzatore della serata – è stata una partita di ottimo livello, in particolare in difesa. Qui a Busto Arsizio, in due incontri abbiamo incassato solo due reti, un dato davvero positivo. In attacco, all’inizio abbiamo peccato un po’ di nervosismo, poi, cammin facendo, abbiamo ingranato la marcia giusta. Anche questo è un segnale molto buono, vuol dire che siamo una squadra compatta che sa reagire bene alle difficoltà. Il match di Busto Arisizio è stata una tappa importante, abbiamo piegato un avversario difficile, e la performance va considerata come ottima preparazione per il prosieguo della stagione, a partire, ovviamente, da sabato 30 aprile: a Mompiano, con il Kazan, vogliamo vincere ancora per conquistare la coppa nel migliore dei modi, senza fare tanti calcoli».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136