QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto: An Brescia mai domo batte anche Rari Nantes Bogliasco

sabato, 29 marzo 2014

Brescia – An Brescia vince con la Rari Nantes Bogliasco. Nonostante il carico di stress, fisico e mentale, accumulato negli ultimi giorni, l’An Brescia riesce a viaggiare a pieno regime: nell’incontro casalingo con la Rari Nantes Bogliasco, valido per la ventesima – e terz’ultima – giornata di campionato, il sette di Sandro Bovo (oggi sostituito in panchina dal vice, Enrico Oliva, per squalifica) si impone con un perentorio 29 a 5 (7-0, 6-2, 10-2, 6-1, i parziali). Una partita senza storia, nella quale Presciutti e compagni ci mettono neanche un minuto e mezzo a  far capire che la stanchezza per il turno infrasettimanale di Champions League, non ha lasciato alcun segno: in poco più di tre minuti, l’An va a segno quattro volte (tre controfughe e un’entrata per rompere la difesa a zona) e chiude i conti già a metà del primo tempo.

IL MATCH

Stordito da un inizio così veemente, al Bogliasco rimane ben poco da fare, anche perché, nel prosieguo del match, i padroni di casa continuano ad attaccare a testa bassa, tenendo sempre alto il ritmo del gioco, evidenziando una notevole lucidità nel colpire in velocità: alla fine, saranno ben quattordici le controfughe chiuse positivamente. E se, in attacco, il team di Bovo è stato oltremodo prolifico (3 su 4, il dato riguardante le superiorità numeriche, più 3 rigori, due realizzati da Valerio Rizzo e uno dal capitano, Christian Presciutti), la performance difensiva è stata decisamente efficace, con solo 4 reti subite in 16 situazioni di inferiorità. Dunque, da parte An una prestazione che non ha lasciato scampo alla malcapitata formazione ligure, e questo con un po’ di (molto piacevole) sorpresa del pubblico: infatti, nella semifinale di Coppa Italia, giocata appena dieci giorni fa, il Bogliasco era rimasto in partita per oltre due tempi, e solo in seguito all’espulsione per brutalità di Tommaso Vergano, le calottine bresciane erano riuscite a prendere il largo. Oggi, invece, grazie a una grande determinazione, la musica è stata molto diversa fin dalle primissime battute.

DOPO GARA

«Siamo entrati in acqua – spiega l’attaccante dell’An, Francesco Di Fulvio, autore di cinque gol – fermamente decisi a non fare come in Coppa Italia, e ad archiviare la pratica nel più breve tempo possibile: li abbiamo affrontati subito con grande grinta ed elevata intensità, sfruttando le nostri doti in ripartenza. Decisamente, è andata bene, anche oltre le nostre aspettative. Comunque, l’obiettivo è migliorare di volta in volta, ci stiamo allenando duramente per continuare a crescere in modo da arrivare con la giusta forma nella fase clou della stagione».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136