QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, An Brescia: i sorteggi di Champions League riservano il Girone A con Eger, Olympiacos e Barceloneta

giovedì, 4 settembre 2014

Brescia - In attesa di conoscere il calendario del campionato di A1 (per ora l’unica cosa certa è la data d’avvio, il 4 ottobre), l’An Brescia fa i conti con un sorteggio di Champions League non molto favorevole: avvenuto questa mattina al centro federale di Ostia, lo spoglio delle urne ha decretato che, nella fase preliminare del massimo torneo continentale (ovvero, quella a gruppi di sei squadre, che comincerà a fine novembre), l’An – qualificata grazie ad una wild card – è stata inserita nel girone A e se la vedrà con i campioni ungheresi dell’Eger, con i campioni di Grecia dell’Olympiacos Pireo e con i detentori del titolo europeo (oltre a quello spagnolo) del Barceloneta.pallanuoto brescia

A queste avversarie, si aggiungeranno altri due team provenienti dalle fasi eliminatorie e, come già avvenuto l’anno scorso, il livello dei club che dovranno qualificarsi alla fase a gironi, è davvero altissimo – dalla Pro Recco al Primorje Rijeka, dagli ungheresi del rinforzato Szolnok ai campioni serbi della Stella Rossa -, per cui l’impegno si prospetta dei più difficili. Del girone B fanno parte lo Jug Dubrovnik, il Partizan Belgrado, lo Spandau Berlino e il Galatasaray di Istanbul.

Per l’An, a complicare le cose è senz’altro il fatto di trovarsi insieme al Barceloneta, squadra che, in quanto società ospitante, è già ammessa alla Final six di fine maggio e, quindi, i posti a disposizione per tornare a essere protagonisti tra i migliori club europei, sono due invece di tre. Comunque, non è il caso di prendersela con la sorte avversa, anche perché, nella passata stagione, l’ostacolo Barceloneta è comparso solo alle finali.

Venendo al programma, le calottine bresciane debutteranno sabato 29 novembre, a Mompiano, con l’Olympiacos. «Senza dubbio – commenta a caldo il presidente dell’An, Andrea Malchiodi – siamo stati meno fortunati rispetto all’anno scorso, con i catalani di mezzo, i posti per le finali si riducono a due. In ogni caso, non ci lamentiamo, sarà durissima, ma che sfida affascinante! Faremo contento il nostro pubblico con partite del massimo livello, ricche di tensione e spettacolo».

«Avere nel girone il Barceloneta – dice il tecnico biancazzurro, Sandro Bovo – è penalizzante, ma c’è poco da eccepire, un anno fa era andata bene a noi. Comunque, non è il caso di guardare solo la squadra catalana: le altre formazioni sono molto forti, l’Eger ha fatto acquisti importanti come il centro Norbert Hosnyansky e Marton Szivos, più i nazionali serbi Milos Cuk e Branislav Mitrovic e il nazionale montenegrino Uros Cuckovic. L’Olympiacos fornisce sette/otto elementi alla nazionale greca. E poi bisogna aspettare l’esito delle qualificazioni, fase dove sono impegnate almeno tre delle candidate alla vittoria finale. Insomma, sarà difficile ma quanti stimoli per fare bene… a Mompiano ci saranno tanti appuntamenti da non perdere».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136