QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, An Brescia: bilancio e risultati delle giovanili impegnate nel weekend

lunedì, 22 dicembre 2014

Brescia – Complessivamente, è positivo il bilancio del fine settimana delle giovanili dell’An Brescia: in ordine d’età crescente, ieri, l’Under 13 (guidata da Enrico Oliva) ha conquistato il Torneo di Natale disputato a Parma; sabato, la squadra 1 Under 15 (seguita da Oliva) ha pareggiato 12 a 12 con il Bergamo mentre l’Under 15 2 (seguita da Dario Bertazzoli) ha superato il Piacenza 14 a 8 (entrambe le partite si sono svolte alla piscina Lamarmora); infine, ieri pomeriggio, l’Under 20 (alla guida di Matteo Guerrato) è stata sconfitta 8 a 6 dal Bergamo.

«Sono soddisfatto – commenta il tecnico Oliva -, nel pareggio contro Bergamo ho visto chiari segnali di miglioramento e, comunque, la squadra può fare di più, non solo come risultati ma anche riguardo la qualità della prestazione. A proposito dell’Under 13, la manifestazione di Parma ha offerto un’ottima occasione per stare insieme e fare gruppo anche al di fuori dell’acqua. Ringrazio gli organizzatori per l’invito e l’ospitalità. Al mattino abbiamo battuto il Carpi 7 a 2, e la Mestrina 9 a 2; nella finale con Modena, dopo un inizio un po’ titubante, abbiamo preso il controllo del gioco e vinto per 6 a 1. Il nostro Matteo Rivetti è stato premiato come capocannoniere».

Dal tecnico Bertazzoli, alcune considerazioni sulla squadra 2 Under 15: «I ragazzi si sono espressi bene, stando attenti a seguire le indicazioni; buono l’esordio del piccolo Casanova che ha dimostrato tanta voglia di imparare. Ora, archiviamo la vittoria sul Piacenza e pensiamo ad impegnarci: dobbiamo lavorare, e migliorare, ancora parecchio».

Coach Guerrato sintetizza il match dell’Under 20: «A Bergamo, oltre all’assenza di Curzi per influenza e di Scropetta per squalifica – ne avrà per altri quattro turni -, siamo stati penalizzati da un arbitraggio, a mio parere, troppo fiscale: in totale, abbiamo subito sedici inferiorità numeriche più tre rigori. Sono arrivato in fondo al match con quattro giocatori fuori per tre falli, non potendo fare cambi nel finale. Nonostante questo, fino a quattro minuti dalla conclusione, eravamo saldamente in partita: questo ci conforta perché Bergamo è un avversario di livello».

In chiusura, la parola al vice presidente, nonché responsabile del settore giovanile, dell’An, Alessandro Morandini: «Ritengo che stiamo seguendo il percorso di crescita giusto: il lavoro e la dedizione quotidiana cominciano a dare risultati stimolanti per tutti. Ci aspetta un avvio 2015 con tanti impegni e, sicuramente, tante soddisfazioni. Complimenti a tutti e ricordiamoci che questo è solo l’inizio».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136