QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto: An Brescia battuto dagli ungheresi dell’Eger nel terzo turno di Champions League

mercoledì, 14 gennaio 2015

Brescia – Nel terzo turno della fase preliminare di Champions League, l’An Brescia cede il passo a un Eger cinico e anche un po’ fortunato: a Mompiano, la formazione ungherese s’impone 3 a 7 (1-1, 1-2, 0-3, 1-1, i parziali), in virtù di una notevole lucidità nel sfruttare le più propizie occasioni da rete. Volendo sintetizzare, la squadra di Sandro Bovo ha creato un considerevole volume di gioco, arrivando tante volte al tiro, ma ha raccolto molto poco, mentre gli ospiti sono stati quasi implacabili nel concretizzare le fasi offensive. Emblematico l’andamento del terzo tempo: su quattro uomini in più, l’An non ne ha sfruttato nemmeno uno, l’Eger, invece, ha chiuso con un due su due (facendosi, però, parare un rigore). Completando il dato statistico, alla fine, le calottine bresciane hanno segnato una volta su dieci superiorità, e, per gli uomini di Dabrowski, il tabellino dice tre su tre. Soprattutto in avvio di gara, anche la sfortuna c’ha messo del suo nel condizionare la performance di Presciutti e compagni: dopo il gol d’apertura di Willy Molina (in superiorità), Michael Bodegas, da centroboa, è riuscito per due volte consecutive a eludere la morsa difensiva e a concludere, ma, in entrambe le occasioni, gli spigoli della porta hanno salvato Mitrovic. In ogni caso, la lotta per la qualificazione alla Final Six rimane aperta, e non resta che riprendere a lavorare con ancora più grinta e determinazione.

«Abbiamo cominciato bene – dichiara Willy Molina, stasera a segno due volte -, poi, però, è venuta a mancare un po’ di freddezza nei momenti decisivi. Abbiamo creato tanto, ma siamo stati imprecisi al tiro; potevamo, e dovevamo, giocare con maggiore intensità, farli nuotare di più, ma siamo stati anche sfortunati, soprattutto in occasione delle due girate di Mike. Considerata l’importanza dell’appuntamento di stasera, l’amarezza è tanta, comunque, non vogliamo, e non dobbiamo, fare tragedie: in palio ci sono ancora 21 punti e faremo di tutto per rimanere in corsa fino alla fine».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136