QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto: An Brescia batte Posillipo nella prima gara di Coppa Italia

sabato, 25 gennaio 2014

Brescia – Vittoria sofferta quella dell’An Brescia nel primo impegno della due giorni di Coppa Italia, ospitata nella piscina di Mompiano: contro un Posillipo molto combattivo (in alcuni frangenti, anche troppo) e ben disposto in acqua dal tecnico Bruno Cufino, i ragazzi di Sandro Bovo si impongono per 8 a 7, mettendo una seria ipoteca sul passaggio alla Final four del torneo tricolore.

Costretti ad inseguire per oltre due tempi, Presciutti e compagni solo verso la fine del terzo periodo (grazie ad un gol di rapina siglato da Nicholas Presciutti, pronto a sfruttare la respinta del palo) riescono ad andare in vantaggio sui napoletani: a tenere in partita i bresciani nella prima metà del match, la performance da attaccante di razza da parte di Michael Bodegas, migliopallanuoto bresciar realizzatore della serata con 5 reti, di cui 4 segnate consecutivamente. Dunque, ancora una volta, l’An si dimostra in grado di uscire alla distanza, avendo ragione di un avversario davvero ostico – a volte ai limiti della scorrettezza -, grazie a una grande determinazione e alla capacità di saper reagire alle difficoltà; dai risultati parziali (2 a 2, 1 a 2, 4 a 1, 1 a 2) si evince la rincorsa dei bresciani, con l’allungo decisivo piazzato nel terzo tempo. A proposito di scorrettezze, a metà dell’ultimo quarto Christian Presciutti è costretto a lasciare il campo di gioco in seguito a un colpo proibito sferrato da Radovic (per altro, non visto dall’arbitro Centineo); il capitano dei biancazzurri ha rimediato una ferita sullo zigomo destro che ha richiesto alcuni punti di sutura. Per fortuna, l’indagine radiologica ha escluso fratture, ma senz’altro il giocatore salterà gli incontri di domani.

«Il Posillipo – dichiara l’allenatore dell’An, Bovo – è una buona squadra, ci hanno fatto soffrire; ma sono partite come questa quelle che ci fanno crescere. Da parte nostra, siamo stati un po’ troppo disattenti in difesa, prendendo dei gol su entrata in parità numerica. Comunque, sono contento per la reazione positiva alla situazione difficile, per la voglia di fare risultato, anche giocando non secondo le possibilità».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136