QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Pallanuoto, An Brescia: a Mompiano l’esordio del 96esimo campionato di Serie A1 con la Lazio Nuoto

venerdì, 3 ottobre 2014

Brescia – Tanta voglia di migliorare quanto di buono, fin qui, è stato fatto: è con questo stato d’animo che l’An Brescia si appresta a debuttare nella stagione 2014-2015. L’avvio nel 96° campionato di A1 sarà, domani, alle 18, alla piscina di Mompiano, contro la Lazio Nuoto, che arriverà a Brescia forte della recente qualificazione al secondo turno di Coppa Italia, in programma il 21 e 22 novembre (l’An è già ammessa in quanto, nella scorsa edizione, è arrivata nelle prime quattro, dietro a Recco e davanti a Posillipo e Savona).PALLANUOTO 2

Dunque, per i ragazzi di Sandro Bovo un avversario che è già entrato nel clima dei match ufficiali e che, pur partendo sfavorito dai pronostici, farà di tutto per mettere in difficoltà i padroni di casa. Con tre nuovi innesti di qualità – in ordine alfabetico, Lorenzo Bruni, Deni Fiorentini, Federico Pagani -, l’An si presenta al via con tutte le intenzioni di proseguire il cammino di crescita iniziato tre anni or sono, e partire con il piede giusto è già di primissima importanza.

Senz’altro non sarà facile, anche considerando che il percorso di preparazione, soprattutto a livello di gruppo, è ancora di là dall’essere completato. Al di là del campionato, il sette bresciano è atteso da impegni ad alto coefficiente di difficoltà: il secondo turno di Coppa Italia, dove, appunto il 21 e 22 novembre, se la vedrà col trittico napoletano (Acquachiara, Canottieri, Posillipo), e, dal 29 novembre, il girone di ferro di Champions League, dove il confronto sarà con i campioni ungheresi dell’Eger, i campioni di Grecia dell’Olympiacos, i campioni europei (e spagnoli) del Barceloneta, più altre due tra Recco, Primorje, Szolnok, Osc Budapest, Stella Rossa, Kragujevac, ovvero i fortissimi team che devono passare per la scrematura del secondo turno di qualificazione.

Insomma, per l’An una serie di sfide tanto ardue quanto stimolanti e ricche di fascino e, in tutto l’ambiente biancazzurro, la volontà è quella di far bene su tutti i fronti.

Per quel che riguarda la formazione di domani, al posto dello squalificato Daniele Giorgi, ci sarà il giovane Stefano Guerrato (classe 1997), mentre a sostituire l’ancora acciaccato Brando Dian (in fase di recupero da mononucleosi), verrà schierato Stefano Bucci (anche lui del ’97).

«Com’è normale che sia – dichiara il presidente, Andrea Malchiodi -, c’è grande voglia e curiosità di vedere all’opera la squadra: il turno non si presenta dei più difficili ma partire bene non è mai semplice e, quindi, l’attenzione dev’essere massima. Sappiamo che il nostro pubblico ha notevoli aspettative e anche questo deve essere un forte stimolo per proseguire nella nostra crescita; comunque, sia a livello individuale, che di gruppo, non mancano entusiasmo e voglia di fare bene».

«Rispetto agli anni passati – dice il tecnico, Bovo -, siamo indietro con la preparazione, stiamo ancora lavorando tanto dal punto di vista atletico e gli automatismi di gioco e l’intesa a livello di gruppo, devono ancora essere affinati. Insomma, la condizione non è ottimale, ma va bene così, ci aspetta ancora tanto lavoro per crescere sul piano dei singoli e come squadra, al punto che ho programmato allenamenti anche al sabato mattina. Siamo consapevoli di dover compiere passi avanti rispetto a quanto fatto fino all’anno scorso e, quindi, sappiamo di doverci impegnare a fondo. Sono convinto che i nuovi arrivi possano dare un importante contributo al miglioramento del gruppo e, nello spogliatoio, si sente la voglia di crescita; partiamo con il giusto nervosismo che serve per arrivare più in alto. Si comincia con la Lazio, una squadra in condizione, che fa leva su due giocatori di qualità ed esperienza come Vittorioso e Sandro Calcaterra: nella passata stagione, in due, hanno realizzato più di ottanta reti, evidentemente non hanno perso in competitività».

«Finalmente si inizia – commenta il capitano, Christian Presciutti -, e, fin da subito, scenderemo in acqua con l’intenzione di migliorare i traguardi raggiunti la stagione scorsa. Il fatto di partire favoriti con la Lazio, non ci deve interessare, dobbiamo essere concentrati al massimo, anche perché, da qui in avanti, ogni partita, per noi, deve essere una finale; solo così possiamo crescere. Visto che stiamo ancora affrontando pesanti carichi di lavoro, molto probabilmente non saremo brillanti nel gioco, ma non fa nulla, la grande determinazione dovrà rimediare ad eventuali sbavature tecniche».

Oltre al dato agonistico, la partita di domani segnerà l’avvio di una rilevante iniziativa che vede la prima squadra dell’An impegnarsi in maniera diretta per sostenere le attività di Autismando, l’associazione genitori di bambini con autismo di Brescia e provincia. Presciutti e compagni si sono prestati per un servizio fotografico effettuato insieme ai bambini e ragazzi seguiti da Autismando; le immagini verranno utilizzate per un calendario che sarà venduto durante le partite del team bresciano e gli introiti andranno a favore del sodalizio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136