QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto A1: nella gara di Sori An Brescia vicina al colpaccio con la Pro Recco

sabato, 14 marzo 2015

Sori – Grande prova dei biancazzurri. Per pochissimo l’An Brescia non centra l’obiettivo di fare punti in casa della Pro Recco: a Sori, nel diciannovesimo turno di campionato, la squadra ligure vince 9 a 8 (2-3, 2-0, 3-3, 2-2, i parziali) contro le indomite calottine biancazzurre. In un match contraddistinto da un grande equilibrio, solo una lieve flessione – avvenuta nella prima metà della seconda frazione – nel rendimento del sette bresciano, ha consentito al Recco di fare risultato pieno e, dunque, di guadagnare la testa della classifica. Da parte An, una prova di personalità, con tanta grinta ma anche lucidità e spirito di sacrificio, che mette in chiaro la crescita di un gruppo che, oramai, non solo è in grado di creare serie difficoltà a un team imbottito di campioni, ma che si dimostra nelle condizioni di poter portare a casa qualcosa di concreto anche dalla “tanpallanuoto bresciaa del leone”. Sì, perché quando, nel sempre fatidico terzo tempo, tutto sembra girare a favore dei padroni di casa, dopo più di dieci minuti senza andare a rete e con gli uomini di Milanovic che allungano sul più tre, Presciutti e compagni non si perdono d’animo e, con determinazione, iniziano una rincorsa sostenuta da una quasi perfetta percentuale con l’uomo in più (5 su 6 il dato numerico che va integrato con il 0 su 2 della prima metà partita), e che solo un nonnulla impedisce il pareggio. Dettaglio importante, certo, ma che, in prospettiva, fa guardare avanti con fiducia.

“È stato un confronto – dichiara il presidente bresciano, Andrea Malchiodi – sul filo del rasoio, deciso solo un lieve nostro calo nel secondo tempo. Il risultato non ci dà nulla ma sono soddisfatto di quanto fatto dai ragazzi, hanno chiaramente dimostrato che si può vincere in casa del Recco e, guardando ai playoff, questa è una considerazione fondamentale. Le sfide con lo squadrone ligure si fanno sempre più equilibrate, oggi è girata male a noi: l’importante è che, ormai, si parte alla pari e noi, comunque, possiamo e dobbiamo ancora migliorare”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136