QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, Serie A1: l’An Brescia supera la Rari Nantes Florentia 10 a 4

mercoledì, 22 novembre 2017

Brescia - Un inizio di gara a spron battuto e la quinta giornata di campionato va in archivio senza problemi: a Mompiano, l’An Brescia supera la Rari Nantes Florentia per 10 a 4 (3-0, 1-0, 4-2, 2-2, i parziali), al termine di un confronto segnato dalla grande determinazione espressa dai biancazzurri nei primi due tempi. Il ritmo elevato imposto da Presciutti e compagni, unito a un pressochè perfetto rendimento nei fondamentali dell’uomo in più e in inferiorità, fanno sì che, alla compagine di Tofani, rimane ben poco da fare: le percentuali sono abbastanza eloquenti, con un 0 su 6 in situazione di uomo in meno e 3 su 4 in superiorità. In realtà, il dato (parziale, quello finale sarà 6 su 12, mentre le inferiorità saranno 1 su 10) dell’uomo in più sarebbe 4 su 4, ma il gol di capitan Presciutti nella superiorità nel finale del secondo periodo è stato annullato per posizione irregolare (due metri). Tutto questo fino al cambio di panchine; a quel punto, l’An allenta un po’ la presa e gli ospiti riescono a violare la porta di Del Lungo (in ogni caso, dopo la rete del 5 a 0 siglata da Manzi in superiorità). Anche se l’intensità della performance bresciana cala leggermente nella seconda parte della sfida, le redini del gioco rimangono sempre nelle mani dell’An: l’ultima frazione inizia sul più 6 (8-2), con il secondo gol gigliato incassato su rigore.

“Pur arrivando da un periodo di allenamenti duri – dichiara Marco Del Lungo, oggi in campo per tutti e quattro i tempi -, siamo riusciti a partire con grande concentrazione, costruendo un notevole volume di gioco e muovendoci molto bene in inferiorità e con l’uomo in più. Volevamo chiudere i conti il più in fretta possibile, e ce l’abbiamo fatta, tutto è andato secondo i piani. Verso la metà del terzo tempo, la tensione è un po’ calata ed è venuta fuori qualche svista, ma nulla di grave. Abbiamo trovato poco chiare alcune decisioni arbitrali, ma siamo andati oltre anche a questo. È stato un test utile per mettere fieno in cascina in vista dell’incontro con l’Olympiacos e sabato, a Trieste, avremo un’altra importante prova da sfruttare al meglio”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136