QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pallanuoto, 17esima giornata di Serie A1: An Brescia sconfitta sul campo dell’Acquachiara

sabato, 7 marzo 2015

Napoli – Un eccesso di stanchezza fisica unito a qualche vuoto di concentrazione, costano un mezzo passo falso all’An Brescia: a Napoli, di fronte all’Acquachiara per il diciassettesimo turno di campionato, la squadra di Sandro Bovo (oggi sostituito da Enrico Oliva, a causa della squalifica rimediata a Mompiano contro il Posillipo) non va oltre il pareggio, impattando sul 7 a 7 (3-2, 1-2, 1-1, 2-2, i parziali) grazie alla rete siglata, in superiorità, da Willy Molina, a pochi secondi dal termine.pallanuoto brescia

Da parte An, una partita giocata in maniera troppo lontana dai propri standard, con sei gol subiti in parità , tre dei quali dal centroboa e due in contropiede, e con un reparto offensivo poco determinato. Praticamente per tutto l’incontro, Presciutti e compagni sono costretti ad inseguire un’Acquachiara ben più grintosa, brava a far valere il fattore campo punendo le indecisioni degli ospiti che, se, da un lato, riescono abbastanza bene con l’uomo in meno (1 su 6, il dato numerico), dall’altro, come anticipato, peccano nella copertura a uomini pari. Una prova opaca, dunque, facilmente spiegabile con la tensione accumulata negli ultimissimi, e molto intensi, impegni, ovvero la due giorni della Final Four di Coppa Italia e la sfida di Champions League disputata mercoledì col Recco; nessun mistero e nessun dramma, anche perché l’Acquachiara è una compagine di qualità e non è un caso che si trovi terza in classifica.

«È stata la più brutta prestazione dell’anno – queste le parole del tecnico Bovo, dopo aver seguito il match dalla tribuna -, siamo stati poco efficaci in difesa e poco lucidi e scarsamente aggressivi in attacco. Il risultato è giusto, non meritavamo nulla di più e, personalmente, una buona fetta di responsabilità è mia: non essendo presente in panchina, non ho potuto dare il mio concreto contributo. In ogni caso, dopo tante partite giocate a ridosso una dall’altra, ci poteva stare un calo emotivo; adesso è importante riprendere subito il nostro passo e riprendere il cammino già da mercoledì. Questo pareggio cambia poco, l’obiettivo primario è arrivare nelle condizioni ideali per i playoff».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136