QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Orienteering: il Trentino secondo al trofeo delle Regioni

lunedì, 26 agosto 2013

Trento – In attesa del grande evento di settembre nella località al confine tra Lombardia e Trentino, nel week end è stato assegnato il trofeo delle Regioni. Il Veneto (1435 punti) mantiene il pronostico e si aggiudica il Trofeo delle Regioni di Orienteering che si è concluso ai 1.315 metri del Piano di Novacco, nel Comune di Saracena. Al secondo posto (1186 punti) si è classificato il Trentino, campione uscente e trionfatore incontrastato dell’ultimo decennio. Sul terzo gradino del podio l’Emilia Romagna (396). Se nel conteggio generale i leoni veneti hanno riportato un punteggio superiore, il parziale giovanile parla a favore dei trentini (532 a 514).

PROVA A STAFFETTA

La rassegna si è conclusa con la prova a Staffetta dopo le gare in centro storico, a Saracena venerdì, la Long Distance di ieri nel piano di Masistro. Un successo di partecipazione, quasi 300 iscritti, in rappresentanza di 14 regioni. La prova a squadre odierna ha visto vincere, nella massima categoria maschile, il Trentino (Gabriele Canella – Daniele Meneghel 1h:21’:34”) e l’Emilia Romagna, tra le donne (Lucia Curzio – Stella Varotti 1h:31’:54”).  Il commento del team trionfatore del Trofeo delle Regioni 2013, il Veneto, capitanato da Roland Pin: “Eravamo venuti in Calabria per vincere e ci siamo riusciti, riportando a casa una coppa che inseguivamo da tanti anni. Il nostro è un successo di squadra anche se ci manca ancora qualche piccolo passo per essere al top a livello Junior. Credo che sia comunque una questione di tempo, stiamo crescendo anche il quel settore”.

FISO TRENTO 

Tocca ad Aaron Gaio, vicepresidente della Fiso Trento, replicare. “Abbiamo ottenuto quello che volevamo, vincere a livello giovanile, che per noi è la fascia del movimento più importante. A livello Master invece non avevamo tutti gli effettivi presenti quindi era facile prevedere una nostra sconfitta anche se ieri eravamo riusciti a limitare bene lo svantaggio”.
Il terreno di gara è stato ritenuto tecnico nella prima parte, mentre nella seconda era prevalente la componente fisica. Tracciatore di giornata Vincenzo Cinieri, Direttore di gara, Tiziano Zanetello. La categoria con il tracciato più breve è stata quella degli Esordienti (3,5 km con un dislivello di 120 metri), quella con il tratto più lungo la M 21 (6,5 km con 190 m di dislivello). Tra le curiosità di giornata emerge il 4° posto della Puglia che si conferma movimento emergente dell’Orienteering. Per la prima volta al via del TDR anche la rappresentativa siciliana e della Basilicata.
Al termine della giornata sono intervenuti il Presidente della Fiso, Mauro Gazzerro, ed il sindaco di Saracena, Mario Albino Gagliardi. L’anno prossimo il Trofeo delle Regioni si svolgerà in Emilia Romagna, nella provincia di Modena.

CLASSIFICHE: (JUNIOR, SENIOR, MASTER)

1° VENETO 1435 (514 J, 451 S, 470 M)

2° TRENTINO 1186 (532 J, 306 S, 348 M)

3° EMILIA ROMAGNA 396 (170 J, 88 S, 138 M)

4° PUGLIA 364 (154 J, 40 S, 170 M)

5° LAZIO 345 (22 J, 187 S, 136 M)


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136