Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Mtb, Internazionali d’Italia a Nalles: i risultati del team Ktm Protek Dama

martedì, 17 aprile 2018

Nalles – Prima prova degli Internazionali d’Italia a Nalles (Bolzano) con il Ktm Protek Dama che schiera al via bel 17 bikers, spaziando dagli Esordienti agli Elite. La gara è prestigiosa, quest’anno lo è stato ancor di più per il parterre di partecipanti.

Serena Calvetti

ELITE - Tra gli Elite buona la prova in campo femminile della Campionessa Italiana Serena Calvetti (nella foto), giunta 18^, tra gli uomini, Jhonnatan Botero Villegas, completa i primi 4 giri nella top ten, un problema fisico lo rallenta nella parte finale, terminerà 20°, Denis Fumarola, 25°, Lorenzo Samparisi, 44°, seguito a ruota dal giovane Under 23, Edoardo Xillo, 45°, terzo tra i pari età italiani, Beltain Schimd, 60°, Fabrizio Panzeri, 81°.

JUNIOR - Tra gli Junior molto bene Emanuele Huez, al primo anno in questa categoria, che chiude la sua prova in rimonta e si aggiudica l’ottava piazza, terzo tra gli italiani. Sempre terza tra le italiane anche la compagna di categoria, Letizia Motalli, che nonostante non riesca ancora ad allenarsi come vorrebbe, si piazza 17°, mettendo dietro di se numerose avversarie.

ALLIEVI - Marta Zanga, Allieva 2° anno, mai doma, lotta fino alla fine e conquista un buon 10° posto, quinta tra le italiane.  Subito dopo scendono in pista i boys, buona la prova di Mattia Beretta che si porta a casa la sesta posizione, secondo bikers italiano tra gli Allievi 2° anno sfortunata la gare dei compagni di squadra Samuele Motta che viene toccato da un avversario e cade, per fortuna senza conseguenza, e Tommaso Pandini, in testa tra gli Allievi 1° anno, picchia con la ruota contro un ramo caduto sul percorso e termina la sua gara anzitempo. Bene anche Matteo Bianchini, tra gli Esordienti 2° anno, non molla mai, ed arriva al traguardo in 65° posizione.

“Possiamo dire che la trasferta in Alto Adige è stata positiva, sapevamo che le gare sarebbero state dure, sia per il valore dei partecipanti che per il numero, che su un percorso come questo, in cui è difficile superare, diventa un fattore importante. I nostri si sono ben comportati, potevamo sperare qualcosa in più dalle categorie maggiori, non tutti sono al meglio della condizione e la stagione è solo all’inizio. Bravi a tutti e complimenti allo staff per il grosso lavoro che svolgono ad ogni gara”, commenta patron Fabrizio Pirovano al termine della giornata di gare.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136