QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Mondiali di biathlon, a Kontiolahti le altoatesine decisive e l’Italia conquista il bronzo

sabato, 14 marzo 2015

Kontiolahti - L’Italia delle donne replica a Kontiolahti. Due anni dopo il bronzo storico conquistato a Nove Mesto, Lisa Vittozzi, Karin Oberhofer, Nicole Gontier e Dorothea Wierer sono ancora medaglia di bronzo ai Mondiali finlandesi e agguantano una medaglia inseguita per tutta la rassegna iridata.

Al lancio parte Vittozzi che non sbaglia al tiro e cambia con le migliori, parte Oberhofer che nonostante quattro ricariche cambia al comando, davanti alla Repubblica Ceca e alla Germania. biatlon maodiale Nicole Gontier usa quattro ricariche ma maniente il terzo posto mentre se ne va la Germania che prende la testa della corsa e la Russia rimane davanti all’Italia di circa 30 secondi.

Dorothea Wierer sa di avere la possibilità di far salire la squadra sul podio e non fallisce.

La Germania chiude in testa con un minuto di vantaggio sulla Francia in grande rimonta, ma al terzo posto c’è l’Italia che, anche se con un’altra ricarica usata da Wierer, chiude appena dietro le transalpine a meno di sei secondi dall’argento.
Complessivamente una gran prova delle azzurre che hanno messo alle spalle Russia, Norvegia, Ucraina, Bielorussia e la Repubblica Ceca.

Per l’Italia si tratta della prima medaglia al Mondiale di Kontiolahti, ma sopratutto si riscattano le donne del tiro e fondo azzurro che più volte erano già arrivate molto vicine a salire sul podio in Finlandia.

Per la grande impresa della staffetta femminile ai mondiali di biathlon di Kontiolathi (il quartetto azzurro è composto anche dalle due altoatesine Dorothea Wierer e Karin Oberhofer) Arno Kompatscher e dell’assessora Martha Stocker si complimentano con le proprie concittadine.

«L’Alto Adige – sottolineano Kompatscher e Stocker – si conferma una delle potenze degli sport invernali, e in maniera particolare del biathlon, disciplina che richiede non solo talento e forza fisica, ma anche una grande tenuta mentale.»

Dopo il bronzo di due anni fa a Nove Mesto, la staffetta femminile azzurra si è ripetuta oggi (13 marzo) in Finlandia, terminando la prova al terzo posto alle spalle di Germania e Francia.

«Le ragazze del biathlon – concludono proseguono Arno Kompatscher e Martha Stocker – si confermano grandi ambasciatrici dell’Alto Adige in tutto il mondo, e meritano i complimenti non solo della Giunta, ma di tutti gli sportivi della nostra Provincia.»

 Ordine d’arrivo staffetta femminile Mondiali biathlon Kontiolahti (Finlandia)  
1. Germania 0+6 1h11’54″6
2. Francia 1+9 +1’00″3
3. Italia 0+9 +1’06″1
4. Russia 0+7 +1’16″8
5. Norvegia 0+10 +1’24″6
6. Ucraina 1+9 +1’42″5
7. Bielorussia 1+8 +2’05″8
8. Repubblica Ceca 3+11 +3’11″7
9. Svezia 0+5 +3’15″8
10. Canada 1+10 +3’39″5


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136