QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

L’Union Ripa rimonta il Dro. I gialloverdi salutano la Coppa Italia di Serie D. TABELLINO

mercoledì, 10 settembre 2014

Pedavena – Esce con l’amaro in bocca il Dro dalla trasferta di Pedavena. Per un’ora, infatti, i gialloverdi di Stefano Manfioletti hanno sperato di passare il turno di Coppa Italia (e incontrare così il Tamai vincitore sulla Sacilese), prima di incassare il fulminante uno-due dell’Union Ripa La Fenadora, vincitore per 2-1.manfioletti 2

Mister Manfioletti rivoluziona la formazione iniziale per non rischiare nessun acciaccato e far riposare i giocatori più stanchi, così presenta un 4-3-3 con davanti Bortolotti affiancato dai giovani Ajdarovski e Grossi. Sotto una pioggia torrenziale, i primi a farsi avanti sono i padroni di casa con Solagna (cross da destra parato a terra da Bordignon). Al quarto d’ora occasione per Bortolotti, anticipato dal portiere Da Rif in uscita. Al 17′ corner di Ciurletti per Dal Fiume, che non riesce a deviare di testa la palla verso la porta.

Al 29′ il vantaggio droato: Ruaben cede palla ad Ajdarovski, che dai 30 metri fa partire un grandissimo tiro imprendibile per il numero uno dell’Union. Tre minuti dopo lo stesso esterno gialloverde va vicinissimo al raddoppio, con una punizione che colpisce clamorosamente il palo. Al 36′ rispondono i padroni di casa con Brotto, il cui tiro dal limite &egr ave; parato dall’attento Bordignon. Al 41′ è poi Solagna a concludere di poco fuori.

Nella ripresa la squadra bellunese si presenta più pimpante e già al 2′ Cibin spara di poco fuori su corner di Malacarne. Al 13′ Ponik non trova lo specchio della porta, poi al 22′ Bordignon è bravissimo nel respingere di piede il tentativo di Brotto. Al 27′ il pari: lo stesso Brotto è perfetto nel piattone da fuori area, che si insacca all’incrocio. Al 33′ il raddoppio causato da un fallo di mano e realizzato dal freddo Mastellotto.

Il Dro prova a reagire e al 40′ Adami sembra avere la palla buona dopo una mischia scaturita da una punizione di Ischia, ma al momento dell’appoggio in rete da pochi passi il neoentrato gialloverde viene atterrato da un avversario, ma l’arbitro lascia incredibilmente correre. In pieno recupero l’ultima occasione, con Ciurletti che su punizione spara alto. L’Union esulta, il Dro esce dal campo con l’amaro in bocca.

Tabellino
Union Ripa La Fenadora – Dro 2-1
RETI: 29′ pt Ajdarovski (D), 27′ st Brotto (U), 33′ st rig. Mastellotto (U)
UNION RIPA LA FENADORA (4-4-2): Da Rif; Gjoshi, De Checchi, Antoniol, Malacarne; Solagna, Venturin (24′ st Tibolla), Loat (39′ st Pellizzer), Cibin; Brotto, Ponik (17′ st Mastellotto). All. Parteli
DRO (4-3-3): Bordignon; Chesani, Dal Fiume (17′ st Adami), Ischia, Ciurletti; Ruaben, Bertoldi, Bazzanella; Ajdarovski (31′ st Calcari), Bortolotti, Grossi (24′ st Cremonini). All. Manfioletti
ARBITRO: Bertelli di Busto Arsizio (Sciortino di Agrigento e Spena di Saronno)
NOTE: ammoniti Antoniol, Loat (U), Ischia, Bortolotti, Chesani, Ruaben, Adami (D); angoli 6-3; recupero tempo pt 1′ st 4′


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136